Redazione

Liga, il Real Madrid a Pamplona per vincere

Liga, il Real Madrid a Pamplona per vincere
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Ronaldo sempre a secco nel Reyno de Navarra

PAMPLONA, 31 MARZO – Questa sera il Real di Mourinho scenderà in campo per vincere, dove non riesce dalla stagione 2007/08.  Le ultime apparizioni del Madrid a Pamplona non sono state esaltanti e, statistiche alla mano, non sarà certo una passeggiata. L’ Osasuna è un lontano parente di quello che un girone fa era uscito con le ossa rotte dal Bernabeu (7-1). I tifosi di casa sperano di fermare la capolista e l’accoglienza per Ronaldo e compagni non è stata delle migliori. Non felice la scelta dell’hotel, che dista solo 400 metri da dove questa notte c’è stata una festa universitaria con circa 7000 studenti. I giocatori sono stati “accolti” da cori non certo amichevoli come “Adios a la Liga” e “no vais a dormir“, oltre a qualche bicchiere lanciato contro l’autobus.

Mourinho è sembrato più tranquillo del solito nella conferenza stampa di ieri, prima della partenza per Pamplona. Ha chiuso sul nascere le indiscrezioni sul presunto scontro con Casillas e il suo prossimo passaggio in Premier League. Si è rivolto ai giornalisti, chiedendo di non strumentalizzare il Real Madrid, relativamente alle critiche ricevute sia “quando parliamo” che “quando siamo in silenzio stampa”. Chiaro il riferimento a quanto successo dopo l’eliminazione in Copa del Rey con il Barcelona (lamentandosi per l’arbitraggio) e al silenzio stampa di 10 giorni fa dopo il pareggio con il Villareal. Infine una frecciatina ai rivali del Barça che affronteranno l’Athletic a sole 40 ore dall’impegno dei baschi a Gelserkinchen.

Per quanto riguarda il campo, torna tra i convocati Di Maria, ma “non potrà giocare tutta la partita”, avvisa Mourinho, mentre si ferma Khedira, che sarà sostituito da Sahin, già titolare in coppa. Ci sarà sicuramente Ronaldo che cerca il suo primo goal sul campo dell’Osasuna.

Probabili Formazioni:

Osasuna (4-2-3-1): Fernandez, Flaño, Sergio, Roversio, Damià, Puñal, Nekounam, Cejudo, García, Lamah, Nino

Real Madrid (4-2-3-1): Casillas, Arbeloa, Varane, Ramós, Marcelo, Sahin, Xavi Alonso, Di Maria, Özil, Ronaldo, Benzema

Andrea Pratello

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *