Edoardo Baracco
No Comments

Playoff Nba: allo Staple è Jordan Night Show, si va a Houston sul 3-1 LA

Dopo Griffin, Redick e Rivers, nella notte è sato il turno del Jordan Show. Serie sul 3-1 Clippers, la serie ora si sposta a Houston

Playoff Nba: allo Staple è Jordan Night Show, si va a Houston sul 3-1 LA
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Continua lo show di Los Angeles, Griffin e Paul allungano ancora, la serie ora si sposta in Texas sul 3-1 per i Clippers. 95-128 per gli uomini di Rivers che al Toyota Center hanno la possibilità di chiudere i conti avanzando come prima finalista ad Ovest. Los Angeles ha sicuramente i suoi meriti, lo abbiamo ripetuto più volte, ma in questa gara 4 si è visto un evidente crollo da parte di Houston, complice anche, probabilmente, la pressione dei Playoff che arrivati a questo punto si fanno sempre più duri.

James Harden, leader degli Houston Rockets.

James Harden, leader degli Houston Rockets.

La partita – È stato un match abbastanza equilibrato fino alla fine del secondo quarto, poi Los Angeles ha preso il volo con Redick e Griffin che trascinano la squadra ad una schiacciante vittoria. Ciò che colpisce maggiormente è però la discutibile fase difensiva di Houston che lascia troppo spazio agli affondi dei Clippers. Tiri da tre lasciati facilmente, ferro difeso non benissimo e centro dell’area spesso penetrato troppo facilmente dai giocatori avversari. L’unico vantaggio a favore dei Rockets è il fatto che adesso la serie si sposta al Toyota Center ma ci sarà da cambiare tutto l’assetto difensivo se Harden e compagni vogliono almeno sperare di riaprire la serie. Squadra contro squadra Los Angeles sembra molto più solida, chiunque entri in campo in rotazione fa la sua porca figura portando punti, recuperi e assist a referto, una macchina perfetta. Sei giocatori in doppia cifra vogliono dire tanto a questo punto dei Playoff, i Clippers vanno al tiro con grande facilità e questo è un dato di fatto, penetrazione o no fuori dal perimetro hanno ottimi tiratori in grado di far punti anche in caso di mancato affondo. Gara 5, arrivati a questo punto, potrebbe essere la consacrazione definitiva per Griffin e compagni.

Gara 5 – Difesa, marcature strette fuori dal perimetro e riduzione dello spazio tra marcatore e tiratore in qualsiasi area del campo. Sono queste le prerogative principali per Houston affinché la serie si possa miracolosamente riaprire. Attualmente le possibilità di rimonta sono poche visto il netto divario che c’è tra le due squadre ma si sa, nei Playoff nulla è scontato. Serve un Howard sontuoso, un Harden da almeno 30 punti e un Ariza impeccabile, pena l’eliminazione in casa propria e Clippers in finale di Conference. Los Angeles vuole chiudere i conti e giocherà alla morte, sarà un match tiratissimo tra due squadre che meritano la semifinale e lo hanno dimostrato sul campo, ma arrivati a questo punto sono i dettagli che fanno la differenza e i campioni si vedono nei momenti di difficoltà. Quindi fuori gli attributi.

Tabellino

Los Angeles: Jordan 26, Griffin 21, Redick 18. Rimbalzi: Jordan 17, Barnes e Griffin 8. Assist: Paul 12.

Houston: Harden 21, Ariza 18, Terry 16. Rimbalzi: Harden e Ariza 8. Assist: Harden 6.

Pagelle

Jordan Show oggi sia in difesa che in attacco. Recupera, prende rimbalzi e segna sotto canestro, insieme a Redick e Griffin è l’assoluto dominatore della notte (8). Griffin da una grossa mano e mette a referto 21 punti che danno una grossa mano alla causa (7,5) cosi come i 18 e le triple di J.J. Redick (7 pieno). Pe Houston gli unici che si salvano sono Harden (7,5) e Ariza (7). Lavoro difensivo e di ripartenza per entrambi che, per quanto può valere, cercano di tenere alta una speranza che pian piano va svanendo. Bene anche Terry (6,5).

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *