Marco Scipioni
No Comments

Verso CSKA Mosca-Roma, Garcia in conferenza: “Il destino è nelle nostre mani”

Rudi Garcia e Morgan De Sanctis hanno parlato in conferenza stampa alla vigilia dell'importantissima gara di Mosca

Verso CSKA Mosca-Roma, Garcia in conferenza: “Il destino è nelle nostre mani”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Si è da poco conclusa la conferenza stampa di Rudi Garcia e Morgan De Sanctis in vista di CSKA Mosca-Roma, valevole per il quinto turno di Champions League. Ecco le parole del tecnico francese e del portiere giallorosso.

RUDI GARCIA

La prima domanda rivolta a Rudi Garcia riguarda la sconfitta subìta contro il Bayern Monaco, le possibili future ambizioni della Roma e se la squadra capitolina sia sulla strada giusta. Garcia risponde così: “La Roma è sempre stata la stessa, non c’è una Roma un giorno e una un altro giorno. C’è una riflessione su alcune gare perché esistono anche delle squadre in Europa molto più forti di noi. E’ ovvio che siamo concentrati sulla gara di domani e non sulle quattro che sono state già giocate. Sappiamo che noi come il CSKA abbiamo il destino nelle nostre mani. Abbiamo come vantaggio il risultato dell’andata, ma non aspetteremo nulla e faremo di tutto per vincere questa partita anche se sarà difficile“.

Seconda domanda verte invece sul girone, considerato da tutti il più arduo della competizione. Il giornalista chiede al tecnico come sia cambiato ora il girone da un punto di vista psicologico, se la Roma è in condizioni migliori rispetto alle previsioni. Ecco la risposta del mister giallorosso: “Quando c’è stato il sorteggio penso che nessuno pensava dopo quattro gare era possibile qualificarci alla quinta gara. Vuol dire che abbiamo fatto il nostro e che dobbiamo continuare a fare il nostro. Inizia domani o continua domani, questa cosa”.

Non poteva mancare una domanda sul fattore ambientale e se la Roma sia favorita dal fatto che si giochi a porte chiuse. Rudi Garcia ribatte in questo modo:“Non è perché abbiamo vinto la prima gara con il CSKA che arriviamo qui con poca umiltà. L’ambizione non cambia, anche un pareggio può essere un risultato utile. Non giocheremo per un pareggio ma per vincere, sia in casa che in trasferta. Sulle trasferte c’è poco da dire, si è giocato a Manchester a Napoli, mi sembra riduttivo. La Roma è in avanti in campionato, si può qualificare in Champions. Vuol dire che la Roma ha fatto non tutto perfetto, ma abbastanza bene per essere in corsa su tutto“.

Poi Garcia fa anche chiarezza sulla situazione della Roma riguardante gli infortuni, Maicon in particolare, e sulla possibilità di un cambio di modulo:“La cosa importante è che la squadra sia pronta ad iniziare con un altro modulo e di cambiare in corsa, con lo stesso atteggiamento mentale per dare problemi all’avversario. Maicon non è ancora pronto a giocare domani, solo questo. Non si è allenato nessuna volta con la squadra. Avevo previsto di portare tutti quelli che avevano una chance di giocare. Anche Torosidis aveva il biglietto aereo, infatti normalemente ieri abbiamo valutato sia Maicon che lui. Nessuno dei due era pronto a giocare una partita come quella di domani“.

MORGAN DE SANCTIS

Anche a De Sanctis viene chiesto il suo pensiero riguardo le difficoltà nell’avere tanti infortunati. Ecco la risposta del portiere giallorosso:“Considerando quello che è successo nei primi due mesi e mezzo della stagione è evidente che non siamo stati fortunati. Gli infortuni non hanno permesso alla squadra di gestire le assenze. Questa è una difficoltà oggettiva, facendo questa considerazione ritengo che la prima parte di stagione della Roma sia ottima”.

Non poteva poi mancare la questione ambientale ed il clima gelido che attende la Roma. De Sanctis risponde così:Sicuramente è da considerare. Nella mia carriera ho spesso giocato in condizioni estreme. Il ruolo del portiere è più delicato, stando fermi si raffreddano le estremità come mani e piedi. Con la società ci siamo posti questo problema e con delle esigenze tecniche adeguate. Dovremo capire anche le condizioni del terreno di gioco, noi cercheremo di approfittare della rifinitura per capire come comportarsi, soprattutto con i tacchetti”.

PROBABILE FORMAZIONE ROMA – (4-3-3): De Sanctis, Florenzi, Manolas, Astori, Holebas, De Rossi, Nainggolan, Pjanic, Iturbe, Totti, Gervinho.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *