Connect with us

Milan

Mercato Milan, Robben folle idea da 20 mln! Continua la ricerca del difensore centrale

Pubblicato

|

MILANO, 24 LUGLIO – Di questi tempi alle orecchie dei tifosi milanisti suonerebbe alquanto insolita una “reclame” del genere, visto il fair play finanziario della società che si sta limitando a vendere e a centellinare gli acquisti.

ROBBEN, 20 MILIONI PER CONVINCERE IL BAYERN – Un autorevole quotidiano francese ha infatti lanciato questa idea, che vedrebbe il Milan interessato alla stella del Bayern Monaco Arjen Robben e disposto a sborsare 20 milioni di euro nonostante il suo rinnovo coi bavaresi per i prossimi tre anni. Sarebbe un bel colpo per il club di Berlusconi, in risposta ai tifosi delusi dopo le cessioni di Thiago Silva e Ibrahimovic. Suggestioni a parte però, sembra veramente improbabile che la società possa virare su un top player del calibro di Robben, a meno che l’olandese e qualcun’altro siano i bocconcini che bollono in pentola Milan, pronti ad essere tirati fuori a prescindere da ogni forma di risparmio e di fair play finanziario.

ROLANDO O MAPOU YANGA-MBIWA – Sono loro i nomi caldi sul taccuino di Adriano Galliani per sostituire (si spera) Thiago Silva. Rolando del Porto costa tanto, al momento 15 milioni destinati forse a lievitare per via della concorrenza da battere (Fenerbahce in primis). Yanga-Mbiwa invece è la suggestione degli ultimi tempi, sconosciuto ai più che, reduce dalla vittoria della Ligue 1 col Montpellier, si è visto supervalutare dal suo Presidente. Pare che il ragazzo valga tutti i 18 mln di euro richiesti, almeno in prospettiva, ma c’è sicurezza sul fatto che con molto meno il Milan se lo porterebbe a casa. E poi c’è il benestare di Allegri.

CAPITOLO ATTACCO, SI LAVORA PER MATRI. KAKA’ HA ROTTO CON IL REAL – Il benestare del “Comandante Max” però, c’è anche per quanto riguarda la scelta dell’attacco. Alessandro Matri infatti sarebbe l’ideale per Allegri che l’ha allenato anche ai tempi del Cagliari. Trattare con la Juve non sarà semplice, non per via dell’amicizia che lega i due club (precisiamo), ma per via del prezzo. Matri infatti è stato un grosso investimento per i bianconeri, che non vorrebbero perderci troppo nel caso la trattativa coi rossoneri dovesse decollare. Sempre per il reparto avanzato è costantemente viva la suggestione per il ritorno di Kakà, pubblicamente scaricato da Josè Mourinho. La linea dell’austerity però, anche per questa scelta, verrebbe sconfessata ed è proprio per questo che il ritorno del figliol prodigo ha tanto di fantascientifico e poco di reale.

Gennaro Manolio

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending