Connect with us

Basket

Nba, i risultati della notte: tutto facile per Indiana e Golden State

Pubblicato

|

Nella notte NBA tutto confermato per Houston, Golden State ed Indiana, che superano facilmente Philadelphia, Minnesota e Denver, mentre inciampa a Detroit San Antonio. Importante vittoria per i Torno Raptors, mentre i Celtics sbancano Milwaukee. Andiamo a vedere nel dettaglio tutte cos’è successo nelle 6 gare disputate.

INDIANA-DENVER 119-80

Comoda vittoria per i Pacers. che al “Bankers Life FieldHouse” battono dei Nuggets in partita solo nella prima parte del match. Poi si scatena David West che nei primi due quarti sigla 17 dei 25 punti finali che ne faranno l’ “high scorer” del match. Prezioso anche il contributo di Roy Hibbert con 14 punti e 12 rimbalzi. Dall’altra parte Chandler realizza 17 punti e Foye ne fa 9 conditi da 10 assist, ma è troppo poco per impensierire una squadra sempre più leader dell’Eastern Conference e che riscatta il bruciante ko di Orlando. La partita diventa a senso unico a partire dalla metà del secondo quarto e Denver finisce per soffrire terribilmente l’attaco di Indiana, che regala canestri spettacolari e azioni entusiasmanti al proprio entusiasta pubblico. Per i Nuggets è la terza sconfitta consecutiva, ed ormai un posto nei play-off sembra veramente un miraggio.

INDIANA: West 25, Hibbert 14 Assist: Hill 5 Rimbalzi: Hibbert 12

DENVER: Chandler 17, Hickson 12 Assist: Foye 10 Rimbalzi: Hickson 8

DETROIT PISTONS-SAN ANTONIO SPURS 109-100

Prima partita per John Loyer come coach ad interim di Detroit dopo la cacciata di Maurice Cheeks, è prima enorme vittoria per i Pistons. La vittima di giornata è San Antonio, clamorosamente surclassata da Jennings e compagni. Proprio Jennigs è il miglior realizzatore della gara con 21 punti uniti a 6 assist, seguito con 20 da Rodney Stuckey e dal nostro Marco Belinelli, uno dei pochi brillanti nella disastrosa serata dei texani, dove Parker e Duncan segnano solo 11 punti a testa. Partita veramente a senso unico con la squadra del Michigan che durante il terzo quarto vola addirittura a toccare il +21 nei confronti degli “speroni” davvero surclassati dalle giocate degli avversari. Nel finale i “pistoni” diminuiscono la pressione e San Antonio può tornare fino al -9, ma resta comunque una prestazione grandiosa che fa davvero ben sperare per il futuro. Sperando in un utilizzo migliore di Gigi Datome, ancora in panchina nonostante il cambio di tecnico. E con questa sono tre le vittorie consecutive dei Pistons, che ora agganciano Charlotte all’ottavo posto di Eastern Conference e vedono i play-off a portata di mano. San Antonio che invece vede il secondo posto ad Ovest minacciato da Portland

Detroit: Jennigs 21 punti, Stuckey 20 Assist: Jennings 6 Rimbalzi: Monroe 10

San Antonio: Belinelli 20 punti, Diaw 12 Assist: Joseph 9 Rimbalzi: Duncan 8

GOLDEN STATE WARRIORS-PHILADELPHIA 76ERS 123-80

Travolgente vittoria dei Warriors sui malcapitati 76ers, che escono dalla trasferta nella “Bay Area” con 32 punti di distacco rifilati dagli avversari. Partita mai in discussione anche per le pessime percentuali al tiro di Philadelphia, che ottiene solo il 27% di realizzazioni dai tentativi da 3 punti. Dall’altra parte sale in cattedra Marreese Speights, l’ex di giornata che realizza ben 32 punti, aiutato anche dal solito Stephen Curry da 23 punti ed 8 assist e da un David Lee da 13 punti e da 13 rimbalzi. Dall’altra parte si mette in luce solo Michael Carter-Williams con 24 punti, ma anche per lui sono troppi gli errori al tiro. Warriors che proseguono nella corsa play-off ad Ovest, 76ers che invece incassano la sesta sconfitta consecutiva e che ormai hanno visto svanire ogni chance di post season.

Golden State: Speights 32 punti, Curry 23 Assist: Curry 8 Rimbalzi: Lee 13

Philadelphia: Carter-Williams 24, Young e Turner 12 Assist: Hawes 4 Rimbalzi: Hawes e Allen 6

TORONTO RAPTORS-NEW ORLEANS PELICANS 108-101

Partita combattuta all’ “Air Canada Center” dove i padroni di casa superano i Pelicans grazie ai 22 punti a testa di Patterson e DeRozan ed alla solita sontuosa prestazione di Kyle Lowry: 19 punti, 12 assist e 7 rimbalzi. Dall’altre parte i Pelicans mettono in mostra un Tyreke Evans da 23 punti e 10 assist. Partita che fino al terzo quarto sembra in mano dei canadesi che arrivano fino al +17, ma nell’ultimo quarto la franchigia della Louisiana tira fuori l’orgoglio e risale fino a -1, risvegliando i Raptors che nel finale chiudono i conti assicurandosi la ventiseiesima vittoria stagionale. Pelicans che invece incassano la seconda sconfitta consecutiva restando ai margini della Western Conference

Toronto: DeRozan e Patterson 22 punti Assist: Lowry 12 Rimbalzi: Lowry 7

New Orleans: Evans 23, Davis 19 Assist: Evans 10 Rimbalzi: Davis 7

MINNESOTA TIMBERWOLVES-HOUSTON ROCKETS 89-107

Sesta vittoria consecutiva per i Rockets, che sbancano anche Minneapolis nonostante la solita grandiosa prestazione di un Kevin Love da 31 punti e 10 rimbalzi. Purtroppo per i T-Wolves dall’altra parte c’è un grande collettivo con un Parsons da 20 punti e 6 assist, un Harden da 19 punti ed un Dwight Howard da 18 punti e 15 rimbalzi. Troppo forte il collettivo dei Rockets per Minnesota, che deve mestamente inchinarsi davanti alla superiorità dei texani in crescita continua e sempre più interessanti anche per la post-season.

Minnesota: Love 31 punti, Budinger 15 Assist: Rubio 9 Rimbalzi: Love e Turiaf 10

Houston: Parsons 20, Harden 19 Assist: Parsons 6 Rimbalzi: Howard 15

MILWAUKEE BUCKS-BOSTON CELTICS 86-102

Chiudiamo la carrellata di incontri con il match tra due squadre che ormai non hanno più nulla da dire per la corsa play-off. Agevole vittoria per i Celtics, che trascinati dai 29 punti di Jeff Green e dai 14 del canadese Olynyk portano a casa la quarta vittoria nelle ultime 5 gare. Non basta un Brendon Knight da 22 punti per i Bucks, che nel finale perdono anche per infortunio Henson e che si confermano come la peggior squadra della lega

Milwaukee: Knight 22 punti, Neal 17 Assist: Knight 4 Rimbalzi: Knight e Middleton 5

Boston: Green 29, Olynyk 14 Assist: Pressey 6 Rimbalzi: Olynyk 11

QUESTA NOTTE – Si giocheranno altri sette match nella notte:

01:00 – Charlotte Bobcats – Dallas Mavericks
01:00 – Cleveland Cavaliers – Sacramento Kings
02:00 – Chicago Bulls – Atlanta Hawks
02:00 – Memphis Grizzlies – Washington Wizards
03:00 – Phoenix Suns – Miami Heat
04:00 – Portland Trail Blazers – Oklahoma City Thunder
04:30 – Los Angeles Lakers – Utah Jazz

Enrico Cunego

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending