Connect with us

Podcast

Ibra mette pressione al Milan, Mou contro i giornalisti e la lite Allegri-Morata

Pubblicato

|

Lite Allegri - Morata durante Juventus-Genoa - Photo by SkySport

Il Milan vola in testa ma Ibrahimović mette pressione ai rossoneri

La 16^giornata di Serie A regala emozioni e spettacolo, ma come al solito non mancano colpi di scena e polemiche. Il Milan di Stefano Pioli si risveglia capolista, vittoria convincente a San Siro contro la Salernitana fanalino di coda. I rossoneri approfittano del passo falso del Napoli, ma l’Inter è alle calcagna. La squadra sarà in grado di tenere il passo da grande?
Ibrahimovic verso il ritorno in Svezia
Zlatan Ibrahimović sogna lo Scudetto e intervistato da Fabio Fazio a “Che tempo che fa” chiarisce la situazione legata al suo contratto: “Il mio contratto scade a Giugno. No, il mio contratto non scade. Voglio giocare il più possibile e finché avrò adrenalina giocherò. Mettiamo pressione al Milan per il rinnovo e spero di rimanere in rossonero per tutta la vita. Ho ancora degli obiettivi da poter raggiungere e voglio vincere ancora uno Scudetto“.

Simone Inzaghi: “Nessuno se n’è accorto”

Inter, chi rimane e chi parte con Simone Inzaghi?

L’Inter di Simone Inzaghi è una macchina quasi perfetta e il 3-0 rifilato alla Roma di Mourinho in quel dello Stadio Olimpico, ne è la chiara testimonianza. Il tecnico nerazzurro vola basso e tiene i piedi per terra: “Ho la fortuna di allenare giocatori importanti. Ho fatto queste partite in emergenza ma nessuno se n’è accorto. Nelle ultime cinque partite non ho avuto tantissime giocatori, D’Ambrosio non giocava da Empoli. Anche la Roma aveva tante assenza ma anche noi. Vediamo come sta Correa, avevo Lautaro che non stava benissimo, è un giocatore importante per noi e non mi andava di perderlo. Vediamo se recupera per martedì“. I nerazzurri si piazzano in seconda posizione in classifica, a meno uno da Milan. I tifosi sognano.

Il Napoli cola a picco ma Spalletti non ci sta

Il Napoli cola a picco e precipita in terza posizione. Sconfitta amara e difficile da digerire quella contro l’Atalanta che vince 3-2 e interrompe i sogni scudetto dei tifosi di fede partenopea.

mourinho spalletti

Luciano Spalletti, squalificato, assiste alla sconfitta dei suoi ragazzi dalla tribuna e a fine gara commenta così: “Al pubblico del Napoli gli si racconta poco, riescono a percepire quello che è l’atteggiamento delle persone. Sono questo aspetto qui noi siamo tranquilli, ci dispiace non averli ripagati con il risultato. Vi posso assicurare che il comportamento è stato giusto, se tifosi ci restano vicini noi ci toglieremo delle soddisfazioni. Già da giovedì avremo bisogno del loro supporto e loro ci saranno come ci sono sempre stati. Parlare di assenze non è rispettoso nei confronti dei ragazzi di questa sera. È chiaro che se ti fa male anche Lobotka in questa gara, che aveva preso il pallino del gioco in mano… Come diceva Edoardo ‘Essere scaramantici è da ignoranti, non esserlo porta sfortuna’. Serviva freddezza, interpretare qualche situazione meglio. Siamo andati tre, quattro volte vicino al pareggio, anche con Petagna potevamo andare davanti al portiere ed ha avuto un attimo di esitazione. Sono quelle cose che ti spappolano, perchè non hai preso il vantaggio nel momento opportuno”.

José Mourinho e la frustrazione con i giornalisti

La Roma di José Mourinho non gira, perde e lo fa anche malamente. I tre schiaffi rifilati dall’Inter ai giallorossi accendono i riflettori sulla crisi della squadra di Mou, che nel dopo gara sfoga tutta la sua frustrazione nei confronti di un giornalista, che gli chiede lumi riguardo l’atteggiamento passivo della Roma.

José Mourinho - Photo by as.com

Il tecnico portoghese risponde piccato: “ il tuo lavoro è più facile del nostro, perciò guadagniamo molto di più» Alcune radio romane già parlano di addio precoce e in Inghilterra sognano un ritorno di Mourinho, magari sulla panchina dell’Everton al posto di Rafa Benitez.

Maurizio Sarri sbotta contro l’arbitro

La Lazio passeggia a Genova e a Marassi travolge una Sampdoria senza anima. I biancocelesti ritornano in carreggiata ma il tecnico Maurizio Sarri mal digerisce l’espulsione di Milinkovic-Savic e dopo il triplice fischio sbotta contro il direttore di gara: “Gli ha solo detto: «Nell’azione prima non hai visto un cazzo» Secondo me aveva anche ragione, era una lettura semplice. Ha perso la pazienza Sergej, ma anche l’arbitro”.

Parte la rivoluzione di Sarri alla Juventus?

Lite Allegri-Morata

La Juventus scaccia via i fantasmi delle critiche e risolve la pratica Genoa con due gol. Cuadrado e Dybala regalano i tre punti ai bianconeri, ma la sfida vive un finale movimentato poiché al momento della sostituzione di Alvaro Morata (settantaduesimo minuto) l’attaccante spagnolo, già nervoso in campo, al momento dell’uscita dal rettangolo verde, non gradisce la sostituzione e battibecca con Allegri.
Il Mister gli urla: Hai regalato un fallo, devi stare zitto!“. Lo spagnolo risponde: Ma cosa ho fatto?” Alta tensione.

Freelance/Writer/English football lover Founder & Owner www.ilcalcioalondra.com Author of the book "IL CALCIO TRA LE CASE" and audiobook producer in collaboration with Libro Parlato Author of the book "IL CALCIO A LONDRA: AVVENTURE ILLUSTRATE"

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPORTCAFE24.COM

Servizio Copywriting per siti di scommesse sportive e affiliazione

MEDIA PARTNER