Connect with us

Formula 1

Formula 1, clamoroso Vettel: sorpasso con bandiere gialle, titolo a rischio (VIDEO)

Pubblicato

|

INTERLAGOS, 28 NOVEMBRE – Il Campionato del Mondo è finito domenica alle 18.52: l’assegnazione del titolo a Vettel forse no. La voce è clamorosa, di quelle capaci di agitare il mondo intero, di appassionati e non. Ma in queste ore impazza la rete di immagini e video in cui si riprende il neo-campione del mondo effettuare più di un sorpasso in regime di bandiere gialle. C’è qualcosa di vero o è la solita bufala post-mondiale fatta ad hoc per gettare fango sui vincitori? La Ferrari smentisce, ma dalla Spagna in particolare insistono. Analizziamo la situazione, e cosa rischiano Vettel e la Red Bull ad eventuale vantaggio della Ferrari.

ALONSO CAMPIONE DEL MONDO: LA SENTENZA DEL WEB – Dalla Spagna all’Italia i fan sono scatenati. Ma cosa c’è di concreto in tutto questo? Difficile distinguere in questo polverone cosa è privo di sostanza, e cosa invece può lasciare spazio a qualche riflessione. Smontiamo subito il primo caso: il sorpasso di Vettel su Kobayashi all’Arquibancadas è regolare, in quanto la luce accesa che si vede su alcune immagini e nei relativi video indica pista scivolosa, non divieto di sorpasso. E’ una luce fissa accompagnata da un’altra rossa, che però la qualità scadente delle immagini non lasciano a vedere. Caso n.2, sorpasso sulla Hrt: questo caso specifico avviene si all’interno di un girno segnalato con bandiere gialle, ma viene effettuato poco prima che fosse indicato nella zona specifica di pista. Difatti, non vi è alcuna segnalazione di regime bandiere gialle sulla monoposto di Vettel, con i segnalatori che restano spenti. Ma veniamo al caso n.3, quello che ha scatenato in queste ore l’inferno sulla rete: il sorpasso sulla Toro Rosso (scuderia satellite della Red Bull) di Vergne.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=MZHaBuaA9oQ&feature=relmfu[/youtube]

Come si vede qui, al giro 3 Vergne è 17° mentre Vettel 18°, al giro 4 Vettel ha superato Vergne. Viene così smentita l’immagine precedente.

IL SORPASSO INCRIMINATO, IMMAGINI ELOQUENTI – Il video che alleghiamo dimostra chiaramente il sorpasso di Vettel sulla Toro Rosso nel rettilineo del primo intermedio, ove si immettono le vetture all’uscita dei box. In quel preciso istante le immagini dimostrano chiaramente come nel momento in cui il tedesco affianca Vergne, le luci sulla sua vettura sono accese, ad indicare il regime di bandiere gialle. Situazione confermata dalla luce presente sulla destra della pista, che si intravede nel video appunto, e ripetuta qualche metro dopo invece sulla sinistra. Solo alla fine di quel rettilineo c’è il pannello luminoso verde, che consente nuovamente i sorpassi, ma le immagini mostrano chiaramente come la manovra di Vettel si esaurisca prima di tale segnalazione. Vi è una circostanza che aveva ingannato i più: una foto (sopra a sinistra) in cui nello stesso punto si vede sventorale la bandiera verde non alla fine dello stesso rettilineo, bensì all’inizio. In realtà questo avviene nel corso del 3° giro, il sorpasso di Vettel avviene, come mostrato chiaramente dai rilievi cronometrici, il giro seguente (vedi foto accanto).

Scenari possibili: la Ferrari col suo portavoce Colajanni al giornale spagnolo ABC ha fatto sapere di non voler presentare ricorso. Che ci siano motivi economici e rapporti di potere più forti della possibilità di vincere un mondiale alla base di questa decisione? C’è tempo sino al 30 novembre, dopo di che resterà omologata la vittoria di Vettel. Da ricordare che, in caso di penalizzazione, al tedesco verrebbero comminati venti secondi di penalità, frutto di un drive-trough postumo.

In tal modo Vettel passerebbe dal 6° all’ 8° posto, con Alonso Campione del mondo per un punto. Le immagini sembrano chiare, il silenzio della Ferrari molto meno.

Orazio Rotunno

Giornalista pubblicista, coordinatore presso SportCafe24 da oltre due anni. Amo lo sport in ogni sua forma e disciplina, raccontandolo con la voce di chi spesso non ne ha una, con un unico valore trainante. La verità: nel più profondo dei suoi significati.

15 Comments

15 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPORTCAFE24.COM

Servizio Copywriting per siti di scommesse sportive e affiliazione

MEDIA PARTNER