Sanda Urda
No Comments

MotoGP Catalunya: tutti contro tutti

Inizio del #CatalanGP, a Barcelona con la solita conferenza stampa preevent

MotoGP Catalunya: tutti contro tutti
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Comincia la settima tappa del motomondiale, Gran Premio Monster Energy de Catalunya, nelle vicinanze della città più esoterica al mondo (Barcelona), a Motmelo. Il tracciato spagnolo, inaugurato nel 1991, dal lay-out sembra un fantasma che cerca di mettere paura, ma in realtà piace ai piloti e non risparmia il batticuore nelle sue 13 curve, con l’ultima entrata nella storia. Interessante anche il rettilineo di 1047m dei 4727m di lunghezza totale.

Per la conferenza stampa MotoGP sono stati chiamati a rapporto i più forti del presente e passato. Ancora leader nel campionato e al centro del dibattito, Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) con alla sua destra il teammate, Jorge Lorenzo, vincitore al Mugello. Presente anche Andrea Iannone (Ducati Team) dopo il primo podio della stagione e con due vittorie nella classe intermedia sul tracciato catalano. C’è anche Marc Marquez (Repsol Honda team) in qualità di Re in carica, il “di casa” Pol Espargarò (Monster Yamaha Tech3) e Maverick Vinales (Team SUZUKI ECSTAR).

VALENTINO ROSSI – Il record di vincite (nove totali, di cui 6 in MotoGP) a Montmelo appartiene al Maestro pesarese che ricorda con piacere il 2009 quando ci deliziò con una gara spettacolare e vinta all’ultima curva, ai danni del compagno Lorenzo. In vista del #CatalanGP, Vale si propone di migliorare cominciando dal venerdì per poter stare con Jorge ma teme anche le Honda e le Ducati. Comunque andare a podio in tutte le sei gare con due vittorie, la racconta tutta sulla sua forza, in tutti i sensi.

MontMelò Barcellona motoGP of Catalunya 11 Giugno 2015MotoGP 2015 NELLA FOTO: Lorenzo foto: Alessandro Giberti

MontMelò Barcellona motoGP of Catalunya 11 Giugno 2015MotoGP 2015 NELLA FOTO: Lorenzo

JORGE LORENZO – Pronto a fare poker, il maiorchino, reduce da tre vittorie consecutive in questa stagione (4 in carriera su questo circuito). Ricorda anche lui con piacere il GP 2009 anche se perse la vetta all’ultima curva, aveva tenuto petto con onore al teammate Rossi per tutta la gara con i suoi sorpassi “por fuera“. Nel presente, si propone concentrazione massima per mantenere il livello altissimo acquisito nei ultimi tre gran premi disputati.

ANDREA IANNONE – Il pilota di Vasto ci rassicura sui miglioramenti delle sue condizioni fisiche dopo l’infortunio al braccio sinistro e dimostra maturità e sicurezza di sé nelle dichiarazioni. Reduce di un primo podio stagionale, (e due vittoria in Catalunya con le classi minori), sembra pronto a far parte della squadra dei “magnifici 6” piloti MotoGP in lotta per la vittoria quest’anno.

MARC MARQUEZ – Campione in carica e vincitore l’anno scorso a Motmelo, solare e sorridente come sempre, riconosce i miglioramenti trovati al Mugello il lunedì con le Michelin, ma non entra nei dettagli e si propone di dare il massimo anche per i fans di casa.

POL ESPARGARO – Debutta nella classe regina proprio su questo tracciato nel 2006, ma lo conosce molto bene, passandogli accanto ogni giorno, nella sua infanzia. “E’ la gara di casa, dovrò dare tutto” aggiunge il catalano, attualmente ottavo nella classifica iridata.

MAVERICK VINALES – Rookie della MotoGP con una squadra nuova anche lei, la Suzuki, con quale rientra nei primi dieci in gara e dichiara: “dobbiamo spingere di più“.

Da domani si comincia con le prove libere seguite sabato dalle qualifiche per la gara di domenica che ci terra incollati agli schermi ammirando le scintille che scatteranno quando i sei titani si incontreranno nella corsa per la vittoria. Sono in 6 (2 Yamaha, 2 Ducati e 2 Honda), lo ha detto Valentino, lo approvano gli’altri. Mai visto un campionato così!

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *