Connect with us

Focus

Inter, ecco i pigiami 2014-2015

Pubblicato

|

C’era una volta un’identità, e quella dell’Inter era fatta di strisce verticali nere e azzurre. I tempi, però, cambiano, e oggi l’identità è finita nel cestino a tenere compagnia alla storia e al buon gusto. Ubi maior, minor cessat. Oggi è il marketing che comanda, tutto il resto appartiene all’album dei ricordi e i risultati si vedono: divise mimetiche, sfumature fendinebbia, colori che non c’entrano niente e altri accorgimenti “stilistici” che oltraggiano un po’ tutto tranne il nome dello sponsor. Il discorso naturalmente riguarda tutti, non solo i nerazzurri (si fa per dire), perché le regole del business sono universali. Come in tutte le cose, però, c’è un modo, e quello scelto dall’Inter per creare la “collezione autunno-primavera 2014-2015” – che verrà presentata ufficialmente lunedì prossimo – è a dir poco smodato.

La prima maglia dell'Inter 2014-2015

La prima maglia dell’Inter 2014-2015

NERI-NERI ALE’ ALE’ – Passi la prima divisa, sia pure per il rotto della cuffia e mettendoci la più buona fra le buone volontà. Sembra quella degli All Blacks, è vero (con il povero azzurro ridotto a minoranza cromatica, a tinta in via di estinzione che dagli spalti sarà impossibile scorgere), e il fatto che rappresenti una sorta di “evoluzione” di quella dell’anno scorso – in cui l’azzurro era un blu notte quasi indistinguibile dal nero – non è di buon auspicio per il futuro. Tuttavia ha il pregio, se non altro, di conservare almeno un barlume della Beneamata che fu, cosa che purtroppo non si può certo dire delle altre due creazioni dei Laboratoires Thohir. La terza maglia, infatti, è quella della Lazio, né più né meno, e la seconda è…ecco, che cos’è la seconda? Qualcuno lo sa? E’ forse la divisa dei dopolavoristi della Pirelli? E’ un capolavoro di arte astratta? O è una pura e semplice boiata bianco-grigiastra e senza senso? E in ogni caso: cosa c’entra con l’Inter?

INTIMO NOTTE 2014-2015 – E perché fare delle maglie che sembrano dei pigiamini, tutti belli carini coi loro bottoncini? Che tenerezza! Se la squadra da vestire fosse quella degli Orsetti Strappabaci sarebbero perfette, non c’è che dire, ma purtroppo sono quelle dell’Inter e così non va. Forse qualcuno dovrebbe spiegare agli strateghi del Biscione che tutto ha un limite, anche il marketing, e che la Ragione (pure quella del Soldo) non può addormentarsi come un Orsetto che va a fare la nanna. Altrimenti genera mostri, o magliette da gelatai.

Enrico Steidler

Continue Reading
7 Comments

7 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPORTCAFE24.COM

Facebook

I NOSTRI CLIENTI

BETCAFE24