Connect with us

Non Solo Sport

Pokémon X/Y: riparte la sfida dei mostri della Game Freak!

Pubblicato

|

Quando un determinato prodotto supera barriere sociali e culturali, ci si accorge di essere di fronte a un vero e proprio fenomeno di massa: i Pokémon negli anni sono riusciti ad andare addirittura oltre. Non esiste nonna, mamma o parente di nessun genere che non conosca la faccia e le fattezze di Pikachu e soci, non esiste alcun videogiocatore che non abbia intrapreso almeno una lotta nelle regioni che compongono questo fantastico mondo immaginario. Se il cartone animato ha contribuito al diffondersi del brand fra i più piccoli, il videogioco ha saputo conquistare ogni singolo amante di RPG (e non) con il suo gameplay si classico ma pur sempre appassionante e profondo, con le sue tantissime creature da catturare e allenatori da sfidare. Negli ultimi anni erano sorte, tra i fan, lamentele per la ripetitività di fondo della struttura che, nonostante le introduzioni apportate ad ogni capitolo della saga, cominciava a perdere qualche colpo, e di conseguenza anche l’appeal e l’aspettativa che ogni capitolo sapeva creare andavano affievolendosi. Con Pokémon X e Pokémon Y Game Freak vuole prendere l’atmosfera classica dei primi titoli e unirla alle migliorie apportate negli ultimi giochi, il tutto condito con tante nuove introduzioni e la sesta generazione dei Pokémon.

Pokémon X/Y: una schermata di gioco

Pokémon X/Y: una schermata di gioco


“SEI UN RAGAZZO O UNA RAGAZZA? “-
Chi ha giocato ad almeno uno dei titoli di Game Freak sa che il gioco comincia proprio con questo quesito, la cui risposta andrà a determinare le fattezze del nostro allenatore; ed è qui che si notano subito le prime differenze. Se, infatti, negli scorsi titoli i personaggi forniti rispecchiavano fattezze decise dagli sviluppatori, in X/Y potremo decidere tra tre volti con diverse pettinature: nulla di che, ma se unito al fatto che potremo personalizzare ulteriormente il nostro eroe entrando in un negozio di vestiti, risulta un elemento importante, che aggiunge quel grado di personalizzazione che mancava alla saga.
Deciso il vostro personaggio, potrete muovere i primi passi all’interno di Borgo Bozzetto, la prima città del gioco; ma attenzione, niente professore ad affidarvi il vostro starter stavolta! Sarà un gruppo di altri allenatori ad affidarvi il vostro primo Pocket Monster della regione di Kalos. Le sorprese non finiscono qui, perchè dopo aver scelto uno fra Chespin, Fennekin o Froakie, il gioco vi offrirà la possibilità di far entrare nel vostro dream team uno degli originali starter della regione di Kanto: esatto, proprio quei Charmender, Bulbasaur e Squirtle che ancora oggi rimangono i Pokémon più amati tra i fan.
La storia segue bene o male i canoni di tutti gli altri giochi della serie, mostrando una maggiore profondità di quanto già di buono si era visto nei capitoli Bianco/Nero: nulla di eccezionale, ma lo sforzo compiuto dagli sviluppatori è più che apprezzabile.

may_supp_p1_1sept_p08_01_daq6o

TUTTE LE NOVITA’ – Superate le fasi iniziali del gioco, inizierete il vostro viaggio per catturare le nuove specie di Pokémon. Fin da subito noterete le prime novità, a partire dal movimento: il vostro personaggio avrà subito in dotazione le scarpe da corsa, che vi consentiranno di andare a velocità decisamente elevata ed evitare una buona fetta di scontri, che a volte si rivelano fin troppo frequenti e stressanti (dite addio alle caverne piene di zubat, ndr); l’ulteriore possibilità di muoversi anche in diagonale, e addirittura di cavalcare alcuni Pokémon, sia sulla terraferma che in volo, rende gli spostamenti decisamente più piacevoli che in passato.
Una delle difficoltà dei giochi Pokèmon è riuscire a costruire un buon team, e di conseguenza allenare ogni creatura in nostro possesso: a rendere il tutto meno snervante arriva l’Exp All, che fornisce metà dei punti esperienza a tutta la nostra squadra, anche se ad essere sceso in campo è stato solo un Pokémon. I fan di vecchia data storceranno il naso, ma è sicuramente una aggiunta intelligente che aiuta non poco i neofiti.
La novità più importante risulta essere però il Super Allenamento Virtuale: grazie a questa introduzione potrete migliorare a vostro piacimento gli Effort Values, quei valori che nei precedenti giochi erano nascosti e andavano a delineare quello che in futuro sarebbe stato il vostro Pokémon. Sia che vogliate una creatura dalla forza distruttiva poderosa, o che magari preferiate un Pokémon veloce ed agile, adesso avrete il pieno controllo sugli EV, e in questo modo potrete controllare il potenziamento del vostro mostriciattolo passo per passo; quella dell’Allenamento Virtuale è una introduzione fondamentale, che andrà a variare notevolmente soprattutto il gioco in competitiva, rendendo le battaglie online e i tornei ancora più avvincenti e tattici.

Pokémon X/Y: una schermata di gioco

Pokémon X/Y: una schermata di gioco

LE MEGA EVOLUZIONI E IL POKè IO E TE – Altra novità che riguarda il potenziamento dei nostri Pokémon sono le Mega Evoluzioni: attraverso una Mega Pietra alcuni Pokémon potranno ottenere una ulteriore evoluzione, che potenzierà ulteriormente i suddetti. Anche se può sembrare una aggiunta che può variare le sorti di un combattimento, le Mega Evoluzioni non risultano mai così decisive in battaglia e sono abbastanza limitate (una volta usata su un determinato Pokémon non potrà essere affidata a nessun altro membro della vostra squadra).
Le novità in questo capitolo sono tantissime e non ve le elencherò tutte per non togliervi il gusto di scoprire il gioco, ma fra le cose meno riuscite è da elencare sicuramente il Poké Io e Te, utile per aumentare l’affinità con i propri Pokémon, in questo capitolo più importante che mai, visto che aumenterà anche la possibilità di effettuare colpi critici: all’inizio sarà simpatico coccolare il proprio Pocket Monster e giocare ai diversi minigiochi proposti, ma alla lunga stancherà. Una opzione così importante poteva essere introdotta e strutturata in maniera migliore.
Mega_Charizard-X-and-Y Mega_Charizard_X-X-and-Y

GRAFICA POTENZIATA – Il motore grafico, forse uno dei difetti degli ultimi giochi, è stato rivisto: le ambientazioni tridimensionali sono rese ottimamente e ricordano sempre la classica atmosfera dei giochi della Game Freak. Anche le battaglie risultano più spettacolari e avvincenti grazie alle nuovissime animazioni di cui ciascun Pokémon è dotato. Anche questi ultimi sono realizzati in maniera sopraffina, anche se qualche nuovo Pokémon non convince affatto; in generale si è ritornati ad ispirarsi ad animali ed oggetti per la realizzazione dei Pocket Monster, anche se non sempre le scelte effettuate durante il processo realizzativo risultano azzeccate. In generale il motore grafico compie un ottimo lavoro sia sulle creature che su tutta la regione di Kalos, sfoggiando un cell shading che rende il tutto ancora più apprezzabile.
Buono anche il lavoro svolto dalla colonna sonora, orecchiabile e ben composta, adatta ad ogni situazione.
Infine va spesa una parola sulla longevità: il gioco vi offrirà parecchie ore di gioco durante la prima run, che unite alle attività secondarie si moltiplicheranno. Nota dolente è il postgame, che risulta meno corposo rispetto ai capitoli precedenti, specie se paragonato a quello di HeartGold; non vi preoccupate però, perchè visto il quantitativo di cose da fare non vi annoierete molto presto.

Kalos-Region-Pokemon-X-and-Y

PRO
– Atmosfera fedele ai predecessori
– Contenutisticamente eccellente
– Graficamente è stato compiuto un notevole passo in avanti
– Il Super Allenamento Virtuale è una aggiunta che rivoluzionerà il gaming competitivo dei titoli Pokémon
– Gioco velocizzato e meno stressante
– Alcuni dei nuovi Pokémon sono veramente ben riusciti..
– Longevità alta..

CONTRO
– Il Poké Io e Te poteva essere sviluppato meglio
– ..Altri PoKèmon decisamente meno
– ..Anche se il postgame, meno corposo che in passato, potrà deludere chi ha già giocato ai capitoli precedenti

COMMENTO FINALE
X e Y sono la rivoluzione dei Pokémon. Game Freak è riuscita a mantenere inalterati quelli che erano i pilastri della serie, introducendo una marea di novità che incideranno sui prossimi titoli, primo fra tutte il Super Allenamento Virtuale. Alcuni difetti rimangono, ma vengono messi da parte da tutte le migliorie apportate alla serie, che fanno apprezzare quanto di buono è stato svolto dagli sviluppatori. Se siete amanti dei Pokémon è un acquisto obbligato, se non lo siete questi due giochi sono degli ottimi titoli per poter tuffarsi per la prima volta in questo fantastico mondo. Entrate a Kalos e fatevi rapire dalla sua fantastica atmosfera che vi farà sentire irrimediabilmente di nuovo dei bambini, pronti a sorprendersi per tutto quello che questo mondo li riserva. La strada battuta è quella giusta, la rivoluzione è iniziata.
Gotta Catch’Em All!

VOTO FINALE: 9

Francesco Lorusso

Continue Reading
2 Comments

2 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPORTCAFE24.COM

Facebook

BETCAFE24