Connect with us

Focus

Dalla donna di Dante alla donna imbarazzante

Pubblicato

|

L'esultanza della tifosa cagliaritana

Ottantanovesimo minuto: il Cagliari è sotto di un gol al Franchi, la partita è quasi finita e i tifosi si sono ormai arresi all’idea di tornare a casa a mani vuote. All’improvviso una magia di Ibarbo sulla fascia destra butta al centro dell’area viola un pallone d’oro che Pinilla mette in rete di testa. La delusione negli spalti è evidente, la Fiorentina perde in un attimo due punti e la testa della classifica. Per i pochi sardi presenti allo stadio invece è festa grande: un pareggio in casa di una storica bestia nera del Cagliari vale oro.

SE QUESTA È UNA DONNA – È in quel momento che le telecamere di Sky buttano l’occhio sui tifosi ospiti: urla, cori, e abbracci di rito passano però inosservati, chi viene notata è una donna (?), assomigliante per aspetto fisico ed eleganza a Floriana del Grande Fratello (la ricordate?), che spinta dall’entusiasmo del gol si lascia andare a gesti decisamente poco composti. Il fermo immagine è chiaro, garbo e finezza sono rimasti fuori dal Franchi, e Firenze, un tempo patria della Beatrice dantesca, diventa patria della donna imbarazzante, femminile quanto Mariangela Fantozzi sotto la doccia.

IDOLO DEI SOCIAL – In pochi minuti la foto diventa il simbolo della riscossa sarda in terra fiorentina, su Facebook likes e condivisioni si sprecano, siti e tv locali parlano di lei, la donna imbarazzante fa sorridere tutti e la sua spontaneità si trasforma in un fenomeno mediatico. Secondo quanto diceva Andy Warhol, ogni uomo ha un bonus di quindici minuti da celebrità da sfruttare nell’arco della vita; nel caso di questa donna, il quarto d’ora è diventato una sera, ma chissà che non diventi un giorno, due, tre, magari una settimana. Chissà se a qualcuno verrà  prima o poi l’idea geniale di intervistarla, e in quel momento chissà quante perle di saggezza e cultura calcistica verranno fuori, tutti noi non ne vediamo l’ora.

OCCHIO ALLA TELECAMERA – In un’epoca come la nostra, in cui tutto può fare notizia, anche l’esultanza di un tifoso può diventarla, e in un attimo mille, duemila, tremila persone parlano di quello, senza logiche particolari, ma solo per puro spirito di divertimento. Ovunque siamo c’è una telecamera che ci osserva o una fotocamera pronta ad immortale una nostra caduta di stile, siamo dentro ad un mondo che non è altro che un enorme Grande Fratello in cui dover stare attenti a qualunque cosa si fa, perché la figuraccia è sempre dietro all’angolo e ognuno di noi, in un attimo, può diventare il fenomeno di turno di cui ridere e farci beffa.

Antonio Casu

twitter@antoniocasu_

 

Inseguo il sogno di diventare giornalista dal 1989, anno in cui sono nato. Appassionato di ciclismo e calcio, mi impegno per raccontare il mondo dello sport da un punto di vista particolare, un po' eclettico, un po' folle.

2 Comments

2 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPORTCAFE24.COM

Servizio Copywriting per siti di scommesse sportive e affiliazione

MEDIA PARTNER