Connect with us

La Opinión

Ansia, esasperazione e prostituzione intellettuale: aspettando Inter-Milan di Champions

Pubblicato

|

Ansia, esasperazione e prostituzione intellettuale. Sono queste le tre essenze che stanno monopolizzando la scena mediatica a meno di 24 ore di Inter-Milan.

L’ansia ci sta tutta ed è l’unico aspetto positivo di questa estenuante vigilia. Dopo oltre un decennio di anonimato, i tifosi delle due squadre di Milano hanno la possibilità di vedere la loro squadra in una finale di Champions, un evento eccezionale dopo un lungo letargo del calcio italiano causato da una recessione economica dei grandi club della Serie A.

L’attesa per il fischio di inizio richiede dosi massicce di calma e ansiolitici per milioni di tifosi, per un derby che segnerà la storia dei due club, non solo a livello emotivo ma anche finanziario, visto l’incasso monstre di oltre 12 milioni di euro.

A fare da contraltare negativo all’ansia c’è l’esasperazione. Vedere il gotha del Milan ‘cazziato‘ dai tifosi dopo la sconfitta di campionato contro lo Spezia, è un’immagine che non fa bene ai rossoneri e al calcio.

Pioli ha fatto il massimo nella sua gestione come allenatore, portando il Milan ai piani alti della Serie A e permettendo ai rossoneri di scucire la seconda stella dalla maglia dei cugini nella stagione passata. Pioli è riuscito anche ad eliminare il Napoli dalla corsa alla finale di Champions, un’impresa a mio modesto parere vista la forza degli azzurri quest’anno, una squadra di un livello solo leggermente inferiore rispetto alle grandi di Europa come City, Bayern e Real Madrid. Pioli ha fatto un miracolo, valorizzando una squadra di buoni elementi e qualche campione, e portando il Milan in vetta alla classifica dei club italiani come valore assoluto di mercato. Questo molti ‘tifosi’ lo hanno dimenticato.

Chiudiamo con la prostituzione intellettuale. Tutte le principali testate italiane si sono schierate dalla parte del Milan.

È palese e inquietante, sembra che l’Inter sia una squadra del Turkmenistan per come viene trattata da editori e giornalisti. Nel post Calciopoli la Beneamata è divenuta la squadra più odiata d’Italia insieme alla Juve, per motivi che umanamente non riesco a spiegarmi. Società e calciatori hanno dimostrato sempre un certo stile e un aplomb non comune negli altri club, ma giornali e telecronisti sembrano soffrire quando l’Inter consegue dei risultati positivi.

Qualche giorno fa, una nota testata presentava nei primi 15 lanci tutti articoli anti-Inter e pro remuntada, una programmazione nauseabonda e fuori dall’ordinario editoriale. Una roba da prostituzione assoluta dell’informazione.

Buon derby a tutti e che sia una festa per Milano e il calcio italiano.

 

Direttore Editoriale Sportcafe24.com. Da oltre 10 anni mi occupo della gestione editoriale del nostro magazine, formando giornalisti sportivi e copywriter.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPORTCAFE24.COM

Servizio Copywriting per siti di scommesse sportive e affiliazione

MEDIA PARTNER