Connect with us

BetCafe24

Inter, grana Lautaro: è ora di cederlo?

Pubblicato

|

Lautaro-Inter: aria di divorzio?

Il valore di Lautaro Martinez si sta abbassando in maniera vertiginosa in questo mondiale. Scaloni dopo le prime prestazioni deludenti lo ha silurato a vantaggio di Alvarez, riserva del Manchester City. Anche in Qatar il numero 10 nerazzurro ha mostrato una preoccupante mancanza di carattere e la solita abulia che lo contraddistinguono in nerazzurro. Zhang sperava che il suo valore salisse per provare a fare una ricca plusvalenza, ma la rassegna iridata ha certificato una volta di più che Martinez non ha le stimmate del top player. A questo punto lo stipendio da 6 milioni netti pesa come un macigno. In virtù di queste considerazioni, l’obiettivo del club è quello di provarlo a vendere in estate, ma di certo non agli 80 milioni che si sono chiesti fino a poco fa.
Oltre alla questione Lautaro in casa Inter si continua a monitorare il mercato dei difensori, alla ricerca degli innesti giusti.

Lautaro via dall’Inter: 60%

Crescono vertiginosamente le possibilità che Lautaro Martinez venga ceduto a giugno. L’Inter si è resa conto di aver commesso un errore a rinnovare il contratto a sei milioni l’anno all’argentino che anche in Qatar sta deludendo, al punto da finire nel mirino dei tifosi dell’albiceleste. Se fino a poco fa, Marotta per il suo cartellino chiedeva almeno 80  milioni, adesso si potrebbe accontentare di 50-55 milioni, pur di liberarsi di un ingaggio sproporzionato rispetto al valore del giocatore. Il problema è che le maggiori pretendenti si sono tirate indietro. In piedi rimangono le candidature di Bayern Monaco e Atletico Madrid. La speranza del club è che qualcun altro si faccia avanti presentando un’offerta importante.

Skriniar via dall’Inter: 60%

Milan Skriniar ha manifestato all’Inter la voglia di rimanere in nerazzurro, ma questo non significa che farà sconti sul rinnovo. Lo slovacco vuole almeno 7-7,5 milioni per apporre la firma sul rinnovo, mentre Marotta non ne offre più di 6. A questo punto tutto è possibile. In casa Inter rimane l’ottimismo, ma è chiaro che serve uno sforzo. Skriniar dal canto suo ha messo i nerazzurri in cima alle sue preferenze, ma non ha intenzione di aspettare a lungo.

Hincapiè all’Inter: 35%

Per la difesa l’Inter sta seguendo con interesse Piero Hincapiè, centrale ecuadoregno del Bayer Leverkusen. Classe 2002 si è imposto nel club tedesco e non ha sfigurato in Qatar. Marotta lo segue da tempo. Il valore del giocatore ora è di circa 30 milioni. In caso di partenza di uno tra Skriniar e Bastoni è lui il preferito dopo Gvardiol per la difesa nerazzurra, perchè per costi e potenzialità è considerato un profilo perfetto. L’Inter però deve iniziare a muoversi perchè l’interesse sul giocatore sta crescendo.

Firmino all’Inter: 25%

L’Inter continua a seguire possibili colpi a zero in vista della prossima stagione. Tra questi vi è Roberto Firmino. L’attaccante brasiliano, escluso da Tite dalla lista dei convocati per il Qatar, a giugno lascerà il Liverpool e per caratteristiche e qualità si sposa perfettamente con il gioco di Inzaghi. Firmino è dotato di una grande intelligenza tattica e ha caratteristiche uniche che permetterebbero un deciso salto di qualità all’attacco. Per questo Marotta sta cercando di capire se c’è la possibilità di portare Firmino a Milano.

Gvardiol all’Inter: 10%

Josko Gvardiol è il sogno proibito dell’Inter per rinforzare la difesa 2022-2023. Tuttavia, il valore del centrale croato è già alle stelle. Il Lipsia parte da una valutazione di 60 milioni di euro. La concorrenza della Premier sul giocatore è molta. Tuttavia, Marotta non molla la presa. Non sarebbe il primo “colpo impossibile” da parte del Direttore Generale, anche se al momento le possibilità che Gvardiol sbarchi a Milano sono basse.

Lautaro-Inter: aria di divorzio?

Davide Luciani

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK & TWITCH

SPORTCAFE24.COM

MEDIA PARTNER UFFICIALE