Connect with us

TransferMarket

Alan Matturro per l’Inter, Vlahovic erede di CR7? Milan: prima Giroud di Leao, lacrime Dani Alves e Harry Potter…

Pubblicato

|

Obiettivo Inter per la difesa

Inter: Alan Matturro per la difesa

La sconfitta patita contro la Juventus a Torino pesa come un macigno, le speranze Scudetto sembrano sgretolarsi sotto i colpi di Rabiot e Fagioli che forse l’Inter non aveva previsto. Simone Inzaghi, a confronto con lo spogliatoio dopo la sconfitta, rimane in sella e in qualche modo dovrà rimettere in equilibrio una situazione complicata. Per la seconda volta in questa stagione si parla di esonero, anche se a ridosso del Mondiale l’idea di un cambio in panchina non sembra una mossa saggia e plausibile. Dopo la sconfitta rimediata contro la Roma, l’allenatore interista era già finito sul banco degli imputati, ma l’impresa del Camp Nou aveva in qualche modo smorzato il tutto.

Obiettivo Inter per la difesa

Obiettivo Inter per la difesa

Il club meneghino lavora quindi sul mercato per rinforzare i reparti. Alan Matturro, difensore uruguayano classe 2004 del Defensor Sporting, sembra essere il primo nome che salta fuori dalla lista di Beppe Marotta. Secondo quanto riportato da El Pais, l’Inter potrebbe lasciare il giocatore al Defensor Sporting sino a Giugno per poi portarlo definitivamente a Milano. Resta da capire se Simone Inzaghi sarà ancora sulla panchina dell’Inter.

Dusan Vlahovic l’erede di CR7?

Per Dusan Vlahovic non è un periodo facilissimo, il bomber ex Fiorentina sta vivendo un momento complicato. Le qualità del centravanti non sono in discussione,  l’investimento della Juventus verrà senz’altro ripagato, o almeno questo è quello che pensa la dirigenza bianconera. Come riportato nei giorni scorsi dal Daily Mirror però dall’Inghilterra strizzano l’occhiolino alla Vecchia Signora iniziando a chiedere informazioni sul giocatore.

Dusan Vlahovic - Photo by Mirror.co.uk

Dusan Vlahovic – Photo by Mirror.co.uk

Il Manchester United vive giorni tormentati, Cristiano Ronaldo sembra ormai quasi fuori dal progetto dei Red Devils che non avevano forse calcolato di perdere il portoghese ad inizio stagione. Quello che poteva l’erede di CR7 a Torino potrebbe esserlo a Manchester?

Milan: Leao? Priorità Giroud

Il pareggio a reti bianche in casa della Cremonese allontana il Milan dalla vetta, che ora dista ben 8 punti. I tifosi hanno ancora negli occhi  la rete di Olivier Giroud contro lo Spezia,  ennesima perla rara di una carriera in cui il francese ha deliziato prima le platee londinesi di Arsenal e Chelsea e poi quella milanese. Il gol pesantissimo che ha fatto impazzire il Meazza è la conferma che il Milan può puntare sul suo numero 9. Il rinnovo complicato di Leao disturba in un certo senso la quiete dello spogliatoio, pronto a perdere il giocatore che alla naturale scadenza del contratto potrebbe svuotare l’armadietto e fare i bagagli, direzione Londra o Parigi.

Olivier Giroud - Photo by Eurosport

Olivier Giroud – Photo by Eurosport

Il Chelsea punta forte su Leao, il Milan non può colmare la distanza con la richiesta dell’entourage del calciatore, la dirigenza rossonera prende tempo e fa orecchie da mercante per capire il da farsi, nel frattempo però il rinnovo e la conferma di Giroud balzano in prima fila, poiché il Milan vuole tenersi stretto un attaccante di livello ed esperienza che con i suoi gol continua a tenere vivo il sogno della seconda stella.

Le lacrime di Dani Alves

Quattro anni fa mancò il Mondiale in Russia a causa di un bruttissimo infortunio al ginocchio,ma questa volta il 39enne Dani Alves ci sarà e farà parte della selezione brasiliana che sbarcherà in Qatar.

La rivincita dopo quattro anni

La rivincita dopo quattro anni

La convocazione dell’ex terzino di Barcellona e Juventus scatena la gioia e la commozione del giocatore, in forza al Pumas, che ha commentato così la grande notizia: “È un giorno glorioso, quindi sono molto felice. Questa notizia mi riempie di orgoglio e soddisfazione. Quattro anni fa persi l’occasione a causa di un grave infortunio. Quel giorno le lacrime erano di tristezza, oggi sono di gioia. Quando diciamo: ‘non rinunciare mai ai tuoi sogni’, è un cliché ma è vero, io sono qui per dimostrarlo. Sono passati quattro anni e sono di nuovo qui, dopo tanta fatica. Ne è valsa la pena. So che non riuscirò mai ad accontentare tutti ma non voglio deludere chi ha fiducia in me e conosce il mio amore per questa maglia”.

Solo gare in trasferta, tutta colpa di Harry Potter

Quello che può sembrare uno scherzo è invece accaduto nella quinta serie del campionato tedesco, dove l’Eintracht Bamberg, non potrà giocare le proprie partite casalinghe fino al Fuchs Park, stadio di casa, almeno sino al prossimo anno, a causa di un torneo di Quidditch, sport reso famoso dalla celebre saga di Harry Potter.

Tutta colpa di Harry Potter

Tutta colpa di Harry Potter

Il torneo ha danneggiato il manto erboso dello stadio, l’allenatore, Jan Gernlein, non ha per niente gradito la situazione, rilasciando al portale fussball.de:, un commento: “Ci vorranno molti lavori per rendere di nuovo agibile il campo. Le restanti partite casalinghe sono state spostate al nuovo anno, giocheremo solo quelle in trasferta”.

 

Freelance/Writer/English football lover Founder & Owner www.ilcalcioalondra.com Author of the book "IL CALCIO TRA LE CASE" and audiobook producer in collaboration with Libro Parlato Author of the book "IL CALCIO A LONDRA: AVVENTURE ILLUSTRATE"

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPORTCAFE24.COM

Servizio Copywriting per siti di scommesse sportive e affiliazione

MEDIA PARTNER