Connect with us

BetCafe24

Inter, Suning vende? Tutte le piste per la cessione

Pubblicato

|

Suning-Inter: sarà cessione?aktree?

L’Inter è in vendita. Alle indiscrezioni del Financial Times si sono aggiunte le parole di Marotta e, oggi, anche un articolo su Repubblica. Sembra dunque che l’era Suning sia davvero al capolinea dopo sei anni. Ufficialmente la famiglia Zhang continua ad affermare di cercare solo soci e di non voler vendere, tuttavia i problemi finanziari della società sono sotto gli occhi di tutti. Non va dimenticato che entro il 2024 va ridato un prestito di 292,12 milioni con tasso di interesse al 12%. Se non lo si facesse, si strutturerebbe la stessa situazione già vista tra Elliot e Li.
Ma chi potrebbe prendere in mano una società valutata circa 1,2 miliardi di euro, debiti compresi? Vediamo quali sono gli scenari.

Suning via dall’Inter: 70%

Il destino di Suning è sempre più incerto. I problemi finanziari di Zhang impongono una riflessione. La società ha ancora tempo per trovare nuovi soci, ma la situazione economica del club impone una riflessione. Il rischio è quello di continuare a vivacchiare, impoverendo il contesto tecnico. Al momento la priorità della proprietà è quella di trovare i soldi per ridare il prestito a Oaktree, diversamente si rischierebbe di vedersi sfilare l’Inter da sotto il naso. Tuttavia, una mano potrebbe arrivare dalla fine dell’iter per il via alla costruzione del nuovo stadio.

Oaktree all’Inter: 40%

 Al momento lo scenario più probabile vede Oaktree subentrare a Suning sul modello di Elliot. La società statunitense è nella classica situazione “win win” perchè o Zhang riesce a ridare il prestito o acquisirà un asset importante come l’Inter a metà del suo valore. Insomma: tutto quello che si deve fare è attendere gli sviluppi futuri. Di certo se Oaktree diventasse il nuovo proprietario del club nerazzurro, agirebbe in maniera da preservare il patrimonio per poi rivendere l’asset ad un proprietario solido.

Un partner per Suning: 20%

La strada che porta ad un socio per Suning è sempre percorribile. Se ciò avvenisse, Zhang manterrebbe il controllo e avrebbe la possibilità di far respirare le esauste casse immettendo denaro fresco. Tuttavia, questa è anche la strada più difficile perchè ad oggi trovare qualcuno pronto a dividere le spese, senza avere un ritorno altrettanto munifico, non è semplice. Per questo motivo attualmente questa ipotesi ha poche possibilità di realizzarsi,.

Fondo arabo all’Inter: 15%

In principio fu Pif. Il fondo arabo ha però investito nel Newcastle e, come ha fatto sapere  AlRumayyan, manager del fondo, dopo l’acquisto del Newcastle non c’è volontà di investire in un altro fondo europeo. Tuttavia, altri fondi potrebbero farsi avanti perchè il brand Inter è molto appetibile, soprattutto in Asia dove vi sono numerosi tifosi. La speranza di Suning è che qualcuno di questi si faccia avanti, anche perchè, per la cifra che si chiede, sembrano i più probabili a fare un investimento di questa portata.

Fondo americano all’Inter: 10%

Da più parti si fanno voci di fondi americani interessati all’Inter, sul modello di quanto già successo in diversi club di Premier. I fondi americani sono da sempre interessati a investire nel calcio italiano per gli ampi margini di crescita che ha questo settore da noi. Le voci da questo punto di vista si rincorrono. Si parla infatti di un possibile abboccamento da parte di Pimco che fa capo al magnate William Gross, anche se al momento non c’è conferma. Tuttavia, è difficile pensare che un fondo americano acquisti l’Inter alle condizioni attuali di vendita.

Inter: Suning vende?

Davide Luciani

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPORTCAFE24.COM

Servizio Copywriting per siti di scommesse sportive e affiliazione

MEDIA PARTNER