Connect with us

La Opinión

Chi paga il dopo Allegri? Skriniar vuole diventare senatore e Maldini spera nelle promesse di Cardinale

Pubblicato

|

I tifosi dalla parte di Allegri

Allegri out, ma chi paga quell’altro che viene?

La Juventus di Massimiliano Allegri è sempre più in crisi di gioco e di risultati. L’allenatore livornese però rimane saldo al comando, nonostante il chiacchiericcio e i tifosi che invocano a gran voce l’esonero. La sfida contro il Monza ha il sapore del dentro o fuori, ma la dirigenza bianconera non sembra aver intenzione di cambiare tecnico, almeno per il momento.

Chi paga il successore di Allegri?

Chi paga il successore di Allegri?

L’Amministratore Delegato della Juve, Maurizio Arrivabene, ad un tifoso che invocava l’esonero di Allegri aveva risposto così: “Lo paghi tu quell’altro che viene?“. Forse con la frase di Arrivabene si può riassumente il momento triste della Vecchia Signora, avvilita e senza un’anima. In città spopola hashtag Allegriout, ma il tecnico della Juventus sembra non voler mollare la presa.

Skriniar come Brozovic e Lautaro

I contatti tra l’entourage di Skriniar e i massimi esponenti della dirigenza nerazzurra continuano. L’intenzione è quella di trattenere il difensore a Milano, nonostante la corte del PSG. I nerazzurri potrebbero arrivare ad un rinnovo contrattuale basato su un’offerta annua di 5 milioni di euro. I parigini possono spingersi sicuramente oltre alzando di almeno due milioni lo stipendio del calciatore, che prende tempo.

Skriniar: futuro lontano dall'Inter?

Skriniar: futuro lontano dall’Inter?

In caso dovesse saltare il banco delle trattativa, l’Inter ricorrerebbe al piano di emergenza alzando la proposta di ingaggio di Skriniar a 6,5 milioni, pareggiando così le condizioni contrattuali dei giocatori più pagati in rosa, ovvero Brozovic e Lautaro. La pausa forzata per i Mondiali sarà forse l’ultima occasione per un incontro concreto tra le parti, e a quel punto si deciderà il destino del difensore nerazzurro.

Parola di Paolo Maldini: “Per la Champions ci vuole altro

Il Milan di Maldini ha chiuso per il colpo a centrocampo

Il Milan di Maldini ha chiuso per il colpo a centrocampo

Da un paio di settimane è Milan è passato nelle mani di Red Bird, capitanato dal CEO Gerry Cardinale che ha promesso grandi investimenti aprendo la porta dei sogni ai tifosi rossoneri. Paolo Maldini si è accodato alle parole di Cardinale che ha promesso di fare grande il Milan, ma ci ha tenuto a puntualizzare alcune cose: “Le possibilità del Milan già di quest’anno e dell’anno prossimo saranno maggiori perchè ci saranno più ricavi. Per competere per la Champions ci vuole altro, lo sappiamo. Sognare però è doveroso, se no non sarei qui. Cardinale arriva in una situazione migliore rispetto a quella di Elliott e lui vuole sognare. Ha trovato le persone giuste per farlo: anche noi vogliamo sognare per arrivare in alto“.

Maldini spera che la nuova proprietà mantenga le promesse, offrendo più opzioni al tecnico e alzando l’asticella di un club che vuole tornare grande anche in Europa.

 

Freelance/Writer/English football lover Founder & Owner www.ilcalcioalondra.com Author of the book "IL CALCIO TRA LE CASE" and audiobook producer in collaboration with Libro Parlato Author of the book "IL CALCIO A LONDRA: AVVENTURE ILLUSTRATE"

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPORTCAFE24.COM

Servizio Copywriting per siti di scommesse sportive e affiliazione

MEDIA PARTNER