Connect with us

BetCafe24

Inter: Inzaghi a rischio? Ecco le alternative

Pubblicato

|

Simone Inzaghi, futuro sempre più a rischio all'Inter

Simone Inzaghi è partito molto male con l’Inter. I nerazzurri hanno collezionato tre sconfitte nelle ultime quattro gare tra campionato e Champions League. In serie A, in cinque gare ha già ottenuto la metà delle sconfitte di tutto lo scorso anno. La società non ha gradito la gestione del tecnico nelle ultime gare. Far fuori Barella contro il Bayern non è stato apprezzato, esattamente come l’ostracismo per un talento come Asllani in cui la società crede molto. Da più parti si mormora di un certo malcontento della rosa verso il tecnico che avrebbe perso molto appeal. Se Inzaghi non riuscisse a dare una strzata alla stagione potrebbe avvenire un clamoroso divorzio.

Inzaghi via dall’Inter: 30%

L’inizio di stagione dell’Inter è stato tutt’altro che esaltante. La squadra ha vinto tre gare con Lecce, Spezia e Cremonese, ma ha ricevuto pesanti lezioni da Lazio, Milan e Bayern Monaco. In parole povere, i nerazzurri si sono dimostrati forti con i deboli e deboli con i forti. Nei tre scontri diretti, poi, Handanovic e Onana hanno incassato 8 gol.  Marotta ha pubblicamente difeso il suo tecnico, affermando che sta svolgendo un grande lavoro, ma i risultati sono impietosi. Se nelle prossime giornate la squadra non desse segni di miglioramento, non è escluso un deciso cambio di riotta.

Stankovic all’Inter: 40%

In caso di esonero di Inzaghi, uno dei nomi che si fanno con maggior insistenza è quello di Stankovic. Il serbo ha detto addio alla Stella Rossa dopo l’eliminazione dai preliminari di Champions League, ma in patria ha fatto un gran lavoro ed è da sempre apprezzato dalla dirigenza. Lo scorso anno fu vicinissimo ad allenare la Sampdoria, ma, alla fine, i problemi penali di Ferrero, posero fine alla trattativa. Si tratta di un tecnico che conosce benissimo l’ambiente e pratica un calcio propositivo. Ecco perchè e più che un’idea.

Marcelino all’Inter: 30%

Marcelino Garcia Toral fu vicino all’Inter anni fa, ma, alla fine si scelse De Boer. Il tecnico spagnolo ora è libero dopo l’ultima esperienza all’Athletic Bilbao e rimane un’opzione interessante. Il suo nome è stato accostato anche al Siviglia dopo la falsa partenza di Lopetegui. Si tratta di un profilo internazionale che pratica un calcio propositivo e di livello e che ha sempre portato risultati, nonostante abbia allenato squadre di non altissimo livello. Sarebbe la figura ideale per domare lo spogliatoio nerazzurro.

De Zerbi all’Inter: 20%

Il profilo italiano che più piace alla dirigenza è quello di Roberto De Zerbi. Il tecnico è libero dopo l’esperienza allo Shakthar e cerca una nuova sfida. Dalla sua ha il vantaggio di praticare un calcio molto offensivo e di chiaro stampo europeo, mentre dall’altra si teme che il suo integralismo non sia compatibile con l’ambiente nerazzurro. Il suo ingaggio però, stuzzica perchè in passato De Zerbi ha mostrato di saper lanciare giovani e di saper insegnare calcio. Uno delle maggiori ragioni di attrito con Inzaghi è quello di non dare fiducia a giocatori come Asllani e Bellanova su cui la dirigenza punta. Ecco perchè questa pista piace.

Andreazzoli all’Inter: 10%

Una opzione a sorpresa potrebbe essere quella di Aurelio Andreazzoli. Si tratta di un profilo esperto, ma di grande esperienza, capace di proporre un calcio aggressivo e di esaltare le qualità dei singoli. Questa opzione può diventare concreta nel caso in cui si decida di affidarsi ad un profilo “alla Pioli”, ovvero un grande professionista in grado di mettere tutti daccordo e che riesca a trovare il modo migliore per esaltare i singoli.

L'Inter mette in discussione Inzaghi?

 

Davide Luciani 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPORTCAFE24.COM

Servizio Copywriting per siti di scommesse sportive e affiliazione

MEDIA PARTNER