Connect with us

BetCafe24

Torino-Juventus, i tifosi granata sperano in Juric per interrompere la maledizione

Pubblicato

|

Juric e Allegri si sfidano in Torino-Juventus

Torino-Juventus non è una partita qualunque e mai lo sarà. I granata vivono questa sfida con grande ardore e spirito di rivalsa. Tuttavia i numeri degli ultimi derby sono impietosi. Il Torino ha vinto un solo derby a partire da quello del 9 aprile 1995. Parliamo del successo del 26 aprile 2015, vinto 2-1 con reti di Darmian e Quagliarella. Dopo quella data, le due squadre si sono incontrate quattordici volte, in cui i granata hanno ottenuto solo tre pari. Inoltre, in quattro degli ultimi sei incontri, la Juventus ha segnato tra il 79′ e l’89’, trasformando una vittoria granata e tre pareggi in tre successi bianconeri e un pareggio. Che derby c’è da attendersi venerdì?

La maledizione del derby

Il 26 aprile 2015, il Torino battè in rimonta la Juventus con le reti di Darmian e Quagliarella. Quel successo, con Ventura in panchina, è l’unico dell’era Cairo e l’unico a partire dal 9 aprile 1995. I tifosi granata vivono il derby come una sorta di rivincita, visto il dislivello che da anni esiste tra le due squadre. Tuttavia, il derby della Mole negli ultimi anni è diventata una sfida impari. Nelle ultime 32 sfide i bianconeri hanno vinto 24 gare, pareggiate 7 e perso solo una volta. Una costante degli ultimi anni è quella dell’illusione. Infatti, i tifosi del Toro si sono spesso illusi più di una volta di aver strappato una vittoria o un pareggio contro la Juventus, salvo venire puniti nei minuti finali.

Quest’anno, nel primo derby di Juric, i granata furono colpiti da un gol di Locatelli al minuto 87, che dette i tre punti ai bianconeri. Anche lo scorso anno il copione fu simile. Il 23 aprile 2021, il Torino conduceva 2-1 fino al 79′, grazie ad una doppietta di Sanabria. Proprio al minuto 79, Ronaldo siglò il gol del pareggio. Peggio ancora, andò nel derby giocato allo Juventus Stadium. I granata fino al 77′ conducevano 1-0 grazie al gol di N’Koulou. Al 77′ Mckennie siglò il gol del pareggio. Al minuto 89, Bonucci mise dentro il gol della vittoria. Rimangono celebri poi il derby del 30 novembre 2014 e quello del 31 ottobre 2015, quando, Pirlo prima e Cuadrado poi dettero due successi incredibile a pochi secondsi dalla fine delle due partite.

Voglia di rivincita

Il Torino ha voglia di rivincita. Il derby è l’occasione giusta per abbattere quelle differenze e riprendersi quella supremazia cittadina da troppo tempo persa. Per la Juventus, invece, è prima di tutto uno spartiacque importante per determinare il futuro della stagione. Il fatto che arrivi prima dell’ottavo di finale di Champions che vedrà opposti i bianconeri al Villareal, lo rende ancora più carico di significato e pericoloso. Se il Torino vincesse, la squadra avrebbe una bella botta di fiducia in vista del finale di stagione, mentre la Juventus vedrebbe pericolosamente allontanarsi l’obiettivo del quarto posto. Il derby, dunque, va vinto a tutti i costi. Sarà il primo derby di Vlahovic e Zakaria, ma anche l’ultimo di Belotti. Il Gallo ha segnato tre reti in questa sfida e nessuno di questi è servito ad ottenere punti. Venerdì sarà l’ultima occasione per regalare una gioia ai suoi tifosi.

Davide Luciani   

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPORTCAFE24.COM

Servizio Copywriting per siti di scommesse sportive e affiliazione

MEDIA PARTNER