Connect with us

Social

Sansone e la libertà violata, insulti social al No-vax Smalling, la promessa di Adani e la risposta di Osimhen

Pubblicato

|

Photo by Twitter.com

Caos No-vax al Bologna, Sansone protesta: “Viviamo in un mondo di m….”

La pandemia continua a correre e anche il calcio si trova a dover affrontare una situazione complicata, in Serie A scatta l’obbligo vaccinale e molte società hanno espressamente richiesto ai propri giocatori di fare il vaccino per poter scendere in campo regolarmente. Nel massimo campionato italiano sarebbero circa una trentina i giocatori No-vax, tra cui tre che militano nel Bologna. Uno di questi è uscito alla scoperto, gridando tutta la propria rabbia sui social. L’attaccante Nicola Sansone si è sottoposto comunque alla prima dose del vaccino, ma subito dopo si è lasciato andare ad uno sfogo su Instagram, che non lascia spazio a molte interpretazioni.

Photo by Instagram

Photo by Instagram

Paolo Maldini contro Instagram

In un tempo in cui i social fanno da padroni, si sente una voce fuori dal coro ed è quella di Paolo Maldini, che nel corso di un’intervista rilasciata a Sette, inserto del Corriere della Sera, si esprime su come il calcio di oggi stia andando incontro ad un cambiamento sempre più radicale. I tempi in cui Maldini calcava i prati erano altri, oggi il mondo del pallone è un altro, ma Paolo non ci sta e, con un pizzico di nostalgia, dice “Prima delle gare c’era un silenzio sacro negli spogliatoi, ora musica altissima un po’ ovunque. Non dico che ai miei tempi fosse meglio, solo che era diverso. I social per esempio hanno fatto sì che ci sia meno conversazione: Instagram e quant’altro hanno tolto il dialogo, le amicizie che si saldavano”.

Infortunio Kjaer, Maldini cerca un difensore centrale

Milan, Maldini cerca un difensore centrale

Insulti social a Smalling, probabile taglio dello stipendio

Anche la Roma ha il suo bel da fare e, tra una notizia di mercato e l’altra, il club giallorosso si trova al centro di uno spinoso caso legato al tema vaccini. Nei giorni scorsi infatti si era vociferato di un giocatore della rosa giallorossa incline a sottoporsi al vaccino. L’indiziato numero uno è il difensore inglese Chris Smalling, individuato dai tifosi a causa di un post Instagram della moglie, che ha postato una serie di frasi attraverso le quali ha esternato tutto il proprio scetticismo in merito alla questione vaccini. Alcuni tifosi della Roma hanno letteralmente preso d’assalto i profili Instagram di Smalling e consorte, intimando al giocatore e la moglie di sottoporsi al vaccino.

Photo by Fanpage

Photo by Fanpage

La dirigenza del club capitolino nelle ultime ore starebbe facendo pressione sul giocatore, che in caso non dovesse cambiare idea potrebbe andare incontro al taglio dello stipendio. La Roma si ispira al modello tedesco del Bayern Monaco, che lo scorso Novembre si era comportato nella medesima maniera con Joshua KimmichSerge Gnabry

Lele Adani mantiene la promessa fatta alla mamma

Il 2022 di Lele Adani si è aperto con una grande cambiamento. Il telecronista, ospite di molte trasmissioni e opinionista tra le altre della Bobo Tv, il 2 gennaio ha postato una foto sul suo profilo Instagram. L’immagine ritrae un Lele senza barba, come forse tanti non lo avevano mai visto. La lunga e commovente didascalia che segue, spiega il motivo: “Dieci anni fa, ti feci una promessa. Era il 2 gennaio 2012, eri in quel letto quella mattina. Non parlavi da settimane, ma i tuoi occhi dicevano ancora tanto”, ha esordito. Poi ha spiegato: “In realtà dicevano tutto. Avevamo passato l’ultimo Natale insieme, sapevo che avevi solo poche ore. Eri pronta a concedere il tuo ultimo gesto d’amore. Un sussulto, un movimento. Il tuo braccio che si alza, la tua mano che si appoggia sulla mia guancia liscia, pulita. L’accarezzi tre volte. Dal tuo labiale leggo: ‘Il mio Dani, il mio Dani, il mio Dani’. Poi, stanca, ti rimetti a riposare. Dormi. L’avresti fatto per sempre. In quel momento ti feci una promessa, il nostro patto segreto: nessuno avrebbe più accarezzato il mio viso per i successivi dieci anni: la mia barba avrebbe isolato, conservato, protetto il tuo ultimo tocco d’amore. Oggi confesso a tutti il nostro patto, scopro il mio viso, dieci anni esatti dopo”. Infine ha concluso: “Questo non è bastato per attenuare il dolore che ho sentito e sento ogni giorno. Non è possibile colmare la tua mancanza, ma grazie all’amore posso sentirti dentro ogni istante e trovarti in tutte le cose. Posso parlare con te sempre, ogni giorno, ma oggi volevo solo dirti una cosa: ‘Promessa mantenuta Mami”.

Photo by ilsussidiario.net

Photo by ilsussidiario.net

La risposta piccata di Victor Osimhen 

La lunga lista di positivi al Covid, la fuga di Manolas e il caso Insigne non sono abbastanza per il Napoli, che per non farsi mancare niente si trova alle prese anche con gli insulti social rivolti da alcuni tifosi all’indirizzo di Victor Osimhen.

Photo by Twitter.com

Photo by Twitter.com

Dopo il grave infortunio, il recupero e l’operazione per il bomber nigeriano del Napoli sembrava che le cose andassero meglio, ma la positività al Covid gli ha impedito di partire per il Camerun per prendere parte alla Coppa d’Africa. Nonostante il periodo poco felice, il giocatore ha continuato a postare regolarmente sui social, ma la cosa non è piaciuta a qualche tifoso, uno nella specifico ha recapitato a Victor questo messaggio: “L’uso che fai dei social media di recente è diventato allarmante. Dovresti usare il tuo tempo in modo più produttivo

La risposta di Osimhen è stata perentoria e non si è fatta attendere: Sulla mia pagina posso postare quello che mi piace, se non ti piace bloccami!!! Posto ciò che mi rende felice senza insultare nessuno, so che non piaccio a tutti e questo è un bene, ma una cosa che non tollero è venire sulla mia pagina per dire stronz*** (ti insulterò anche io)“.

 

 

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FACEBOOK & TWITCH

SPORTCAFE24.COM

I NOSTRI PARTNERS