Connect with us

Podcast

Juventus: Vlahović costa troppo, Milan missione impossibile, Insigne e il sogno americano e Mancini non fa sconti a Joao Pedro

Pubblicato

|

Dušan Vlahović - Photo by La Nazione

Juventus: per Dušan Vlahović bisogna fare in fretta

Gennaio è alle porte e il mercato è in fermento. La finestra invernale si apre a scenari e colpi di scena. Occhi e orecchie puntati sull’attaccate del momento, Dušan Vlahović, oggetto del desiderio di parecchi grandi club tra cui ovviamente la Juventus. Il rinnovo di Paulo Dybala tarda ad arrivare, Alvaro Morata non segna in maniera esagerata e, dalle parti di Torino vogliono a tutti i costi impossessarsi del cartellino di Vlahović. Il bomber sta polverizzando ogni tipo di record con la maglia della Fiorentina ma ogni giorno di più sembra vicino al grande addio. Torino sarebbe piazza gradita ma per sbarcare alla Continassa e vestire a maglia bianconera, Dušan avrebbe chiesto ben otto milioni di euro a stagione. Una cifra esagerata, proprio come i gol che dovrebbe fare Morata, una cifra che ha spiazzato il club bianconero che, per correre ai ripari sta provando a piazzare Aaron Ramsey, ma per ora l’unica ipotesa che sta in piedi è quella di un prestito secco al Newcastle.  Alla Vecchia Signora servono soldi, ma bisogna fare in fretta perchè alla porta di Dušan Vlahović hanno già bussato almeno due o tre club di Premier League. E lì i soldi non sono mai un problema.

Dušan Vlahović - Photo by La Nazione

Dušan Vlahović – Photo by La Nazione

Brozović come Lautaro Marinez, arrivederci Sensi

In Casa Inter tiene ancora banco il rinnovo di Marcelo Brozović, con la dirigenza nerazzurra che vorrebbe proporre al centrocampista un rinnovo alla Lautaro Martinez. Sei milioni di ingaggio più bonus che porterebbero a sette milioni a stagione lo stipendio del croato. Le parti dovrebbero incontrarsi dopo l’epifania per mettere il tutto nero su bianco, con buona pace dei tifosi e soprattutto di Simone Inzaghi. In uscita probabile l’arrivederci di Stefano Sensi che andrà a giocare in prestito, si aspetta solo il benestare del giocatore.

Brozovic lascerà l'Inter?

Milan in missione da Giampaolo Pozzo

Il Milan ha messo gli occhi sull’attaccante dell’Udinese, Beto, che ormai da qualche settimana è entrato nelle grazie di Stefano Pioli. Il bomber dei friulani ha catturato le attenzioni del club rossonero proprio nella sfida tra Udinese e Milan disputatasi alla Dacia Arena, nel corso della quale Beto ha timbrato anche il cartellino firmando le rete dell’1-0 in favore dei friulani. Ibra non basta e Giroud non convince a pieno, Leao deve ancora dimostrare tanto e Beto sarebbe un rinforzo di lusso per l’attacco del Milan. Trattare con Pozzo non è mai facile, ecco perchè la missione si preannuncia quasi impossibile. Il giocatore è finito anche nelle grazie di alcuni club di Premier, i rossoneri devono fare in fretta.

Beto - Photo by sempremilan.com

Beto – Photo by sempremilan.com

Insigne e il sogno americano

Il Napoli deve fare i conti i troppi punti lasciati per strada, ma attenzione perchè la Coppa d’Africa incombe e come temuto da Luciano Spalletti, i giocatori potrebbero rientrare dalla competizione stanchi e scarici. A complicare i piani dei partenopei ci si è messa anche la Pandemia, il Covid non dà tregua ed è risultato positivo anche Fabián Ruiz,che si aggiunge quindi alla lunga lista degli indisponibili. Ma attenzione perchè non è finita qui, infatti il Toronto ha deciso di fare sul serio offrendo a Lorenzo Insigne un contratto da sette milioni a stagione. In quel di Napoli sono ore frenetiche, in Canada vorrebbero il giocatore già a Gennaio. Si aspetta la risposta della controparte.

Mancini su Joao Pedro: “La convocazione va meritata

Tra affari di mercato e Serie A c’è spazio anche e soprattutto per la Nazionale di Roberto Mancini, che è già proiettato all’anno che verrà sperando di poter staccare il biglietto per i Mondiali che si disputeranno in Qatar. Il Mancio si è lasciato andare esternando pensieri e riflessioni, nel corso di una bella intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport. Roberto ha parlato anche della possibile convocazione del numero 10 del Cagliari, Joao Pedro: “Non è che abbiamo chiesto noi a Joao Pedro di diventare italiano. Ha sposato una donna italiana, ha doppio passaporto, è convocabile. Giusto considerarlo, ha grandi qualità tecniche. Poi la convocazione va meritata, giocando bene. Vale per tutti”.

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK & TWITCH

SPORTCAFE24.COM

I NOSTRI PARTNERS