Connect with us

La Opinión

Tra voci di esonero e l’operazione Prisma. Mala tempora currunt per Allegri e la Juventus

Pubblicato

|

Settimane fa un noto giornalista di una testata italiana mi parlava di doping finanziario, qualche settimana dopo l’operazione Prisma ha travolto la Juventus. Non è assolutamente un caso e non sarà l’ultimo. Far quadrare i bilanci nel calcio è complicatissimo e il ‘gioco delle plusvalenze‘ è l’unico strumento a disposizione dei grandi club per non essere bannati dalFair Play Finanziario‘.

Cosa rischia adesso la Juve? Difficile dare una risposta, ma le conseguenze saranno legate da un lato al diritto civile (reato di falso in bilancio), dall’altro alla giustizia sportiva.

Per tutti i dettagli vi invito a leggere questo articolo di Pasquale Giacometti.

Mala tempora currunt per Allegri e la Juventus

Un solo tiro nello specchio della porta ha condannato la Juve all’ennesima sconfitta in campionato contro un’Atalanta provinciale. Una sconfitta che fa male, perché affossa i bianconeri a -8 punti dalla zona Champions League. È palese a tutti che l’Allegri-Bis rischia di essere un fallimento senza precedenti. I tifosi bianconeri stanno chiedendo la testa di Allegri, ma dalla società non trapela ancora nulla.

La ‘Vecchia Signora‘ ha bisogno di un restyling e di un nuovo progetto, e probabilmente Andrea Pirlo era la persona giusta. Il Barcellona ha corretto il tiro in tempo, mandando in pensione Koeman e puntando tutto su Xavi. Fossi in Agnelli riporterei Andrea sulla panchina bianconera, per continuare quello che aveva iniziato l’anno scorso. I cicli finiscono e non si può vincere per sempre. Pirlo merita una nuova opportunità, perché come Xavi al Barça, è l’unico in orbita bianconera a poter diffondere una filosofia di gioco nuovo e non attempata come il buon Allegri.

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FACEBOOK & TWITCH

SPORTCAFE24.COM

I NOSTRI PARTNERS