Connect with us

La Opinión

Chiesa è un simulatore, la Fiorentina accusa ma poi rimuove il video

Pubblicato

|

Federico Chiesa - Photo by calciomercato.com

Non è il pupillo dell’allenatore

Federico Chiesa non si può certo definire il pupillo dell’allenatore e forse per Max Allegri l’attaccante non rientra nemmeno nei piani dell’undici titolare. Il condizionale in alcuni casi è d’obbligo, ma Chiesa fatica a trovare una propria collocazione tattica nello scacchiere bianconero, a tal punto che nell’ultima gara interna contro la Fiorentina, Federico è partito dal primo minuto, ma giocando largo sulla fascia destra nei quattro di centrocampo.

Federico Chiesa - Photo by Old Juve

Federico Chiesa – Photo by Old Juve

Federico Chiesa

L’estro e la classe del giovane Chiesa non avrebbero colto nel segno e per Allegri il duo d’attacco Dybala-Morata sarebbe intoccabile. Federico sta accettando di buon grado le scelte dell’allenatore facendosi trovare sempre pronto e cercando di adattarsi come può. La stagione in bianconero è ancora lunga e il tempo per stravolgere i piani del tecnico livornese c’è, ma il calciatore dovrà sfruttare ogni singola occasione per mettersi in mostra.

L’ex di turno

Come spesso è accaduto nel corso di questa prima parte di campionato, Chiesa è stato decisivo con gol, assist e giocate. L’impatto in alcune partite è stato determinante e, anche contro la Fiorentina, l’ex di turno ha illuminato il tardo pomeriggio dell’Allianz Stadium con i suoi dribbling ubriacanti e i cambi di passo repentini che hanno letteralmente messo in crisi la difesa della Viola.

Cartellino rosso

Ed è proprio su un’iniziativa di Federico Chiesa che al 73′ il centrocampista degli ospiti, Nikola Milenkovic, ha cercato di fermare il giocatore bianconero vedendosi costretto al fallo. Somma di ammonizioni, secondo giallo e conseguente cartellino rosso all’indirizzo del giocatore viola.

Federico Chiesa - Photo by calciomercato.com

Federico Chiesa – Photo by calciomercato.com

Chiesa è un simulatore

L’espulsione di Milenkovic ha suscitato l’indignazione della Fiorentina, che si è trovata a giocare inferiorità numerica gli ultimi scampoli di gara. Federico Chiesa non sarebbe nuovo a questa situazioni, in cui appena sfiorato da un avversario si lascerebbe cadere a terra. La presunta simulazione di Chiesa ha scatenato la bufera, le polemiche si sono poi spostate sui social dove la Fiorentina si è lasciata andare pubblicando sull’account ufficiale Tik Tok un video, che in pochi minuti è diventato subito virale. Il club viola ha accusato Federico Chiesa di essere un tuffatore, postando una vecchia radiocronaca di Stefano Bizzotto che commentava una gara di nuoto di Tania Cagnotto, in contrapposizione alle immagini del presunto fallo di Milenkovic su Chiesa.

Il video rimosso

Il video è stato prontamente rimosso dopo poco, ma non è sfuggito agli occhi attenti degli esperti social che hanno a loro volta accusato la Fiorentina di aver commesso una leggerezza, e di aver avuto una condotta poco professionale. Il club di Serie A avrebbe potuto far valere le proprie ragioni n un’altra maniera, ma il richiamo dei social-media è stato una tentazione troppo grande, anche per una squadra che milita nel massimo campionato italiano.

Dušan Vlahović

L’astio tra l’ex Federico Chiesa e i viola però è più forte che mai, ma attenzione perché la saga tra Fiorentina e Juventus potrebbe arricchirsi di un nuovo capitolo con la possibile partenza di Dušan Vlahović, proprio in direzione Torino.

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPORTCAFE24.COM

FACEBOOK & TWITCH

I NOSTRI CLIENTI

BETCAFE24