Connect with us

BetCafe24

Juventus, e se alla fine saltasse Allegri? Ecco tutte le ipotesi

Pubblicato

|

Juventus ad un bivio: esonerare o no Allegri?

L’Allegri bis non sta dando i frutti sperati in casa Juventus. Quindici punti in undici giornate con quattro sconfitte, quindici gol fatti e quindici subiti, sono dati che inchiodano la gestione del tecnico bianconero. Questa squadra è irriconoscibile. Se con Sarri e Pirlo, al di là dei trofei, si era visto qualcosa di buono, con Max la squadra pare totalmente assente. Il durissimo attacco del tecnico a fine partita con il Verona è il simbolo di una tensione e di un malessere latenti. A questo punto ogni ipotesi è valida. Se il trend continuasse così, potrebbe anche profilarsi un clamoroso divorzio. Vediamo le varie opzioni in questa fase.

Esonero Allegri in questa stagione: 25%

Andrea Agnelli in estate è andato all-in su Allegri, rinnegando il percorso iniziato con Sarri prima e Pirlo poi. Il tecnico toscano ha firmato un contratto quadriennale da sette milioni di euro a stagione. Ciò significa che c’è volontà di costruire un progetto che vada al di là di questa annata. Tuttavia, la Juventus ha anche determinate necessità economiche e non può permettersi di rimanere fuori dalla Champions. Ecco perchè, se la situazione dovesse precipitare, potrebbe profilarsi un clamoroso divorzio. L’ultimo allenatore esonerato dalla Juventus fu Ciro Ferrara nella stagione 2009-2010. A distanza dunque di undici anni, potrebbe veramente consumarsi un altro traumatico divorzio?

Pirlo torna alla Juventus: 50%

Andrea Pirlo ha rescisso la scorsa estate il contratto con la Juventus. E se alla fine Agnelli lo richiamasse? Sarebbe una scelta così folle? In questa fase tutte le ipotesi sono lecite. Chiaro che richiamare Pirlo sarebbe una clamorosa ammissione di colpa da parte di Agnelli (come la fu richiamare Allegri del resto). Ma, sul mercato non ci sono molti nomi validi e l’ex tecnico bianconero sembra essere l’unico in grado di prendere per mano questa squadra smarrita e darle quantomeno una dignità. E alla fine anche Andrea potrebbe accettare di tornare anche solo per sei mesi, come rivincita e per dimostrare che non era lui il problema.

Gattuso alla Juventus: 50%

Un’altra clamorosa ipotesi è quella che vede Rino Gattuso sulla panchina della Juventus. L’ex tecnico di Milan e Napoli è attualmente libero e  accetterebbe di corsa l’avventura bianconera. Rino ha detto più volte di essere un professionista e non direbbe di no ad una chiamata della Juve. Il suo carattere e la sua grinta sono visti come armi in più per ricaricare le pile di una squadra che sembra avere l’encefalogramma piatto.

Esonero Allegri a fine stagione: 50%

La costante degli ultimi tre anni è stato l’esonero dell’allenatore a fine stagione. Allegri, Sarri e Pirlo hanno vinto e detto addio. A maggior ragione potrebbe profilarsi un addio in caso di stagione fallimentare. Il discorso è simile a quello impostato sopra. Se c’è un progetto, non può essere una stagione storta a metterlo  in dubbio. Il problema è che il mantra bianconero è “vincere è l’unica cosa che conta”. Se venisse data fiducia incondizionata ad Allegri e alla fine la Juventus non arrivasse nemmeno tra le prime quattro, Agnelli avrebbe la forza di confermare l’attuale allenatore?

Zidane alla Juventus: 50%

E se alla fine arrivasse Zidane? Da sempre il francese, tre volte vincitore della Champions League, è nei pensieri bianconeri. Lui stesso attualmente si muoverebbe solo per la Juventus e la nazionale francese. Ma Zizou non accetterà solo per amore. Dovrà essere convinto dal progetto bianconero che, attualmente, sembra molto confusionario. Ecco dunque che l’ipotesi Zidane potrebbe essere più fattibile dal prossimo anno che in corsa.

Allegri-Juventus: alla fine sarà divorzio?

Davide Luciani

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPORTCAFE24.COM

Servizio Copywriting per siti di scommesse sportive e affiliazione

MEDIA PARTNER