Connect with us

Podcast

Nervi tesi tra Leo Messi e Mauricio Pochettino

Pubblicato

|

Nervi tesi tra Lionel Messi e Mauricio Pochettino al momento della sostituzione durante PGA-Lione (19 Settembre 2021) - Photo by Sportmediaset

Il Paris Saint Germain chiude i battenti della sesta giornata di Ligue 1 ospitando il Lione al Parco dei Principi. Partita ostica e tutt’altro che facile per la squadra parigina che non deve assolutamente sottovalutare l’avversario, sbarcato a Parigi per vendere cara la pelle e provare a fare risultato.

 

Prima da titolare

Prima da titolare per Lionel Messi che completa un reparto d’attacco da far tremare le gambe alla difesa avversaria. L’allenatore Maurizio Pochettino ha l’imbarazzo della scelta e decide di partire con un tridente pane, amore e fantasia formato da Neymar, Messi, Di Maria a sostegno della punta Mbappè.

La notte di Parigi

Il pubblico può finalmente ammirare da vicino la Pulce argentina che scalpita e sin dai primi minuti prova a deliziare la platea con giocate di classe e tocchi che infiammano la notte di Parigi. La prima grande occasione per il numero 30 capita dopo diciassette minuti di gara, con una combinazione tra Kylian Mbappé e Messi che entra in area e mira il palo lungo con il sinistro, miracolo del portiere che nega la gioia del gol.

Il preludio al gol

Tanti pensano che sia il preludio al gol ma il Lione non demorde e non si scompone più di tanto. I padroni di casa provano a tessere trame di gioco per tentare di scardinare la difesa avversaria, ma gli ospiti non lasciano nulla al caso non lasciando spazi. Al minuto trentasette il PSG guadagna un calcio di punizione dai 25 metri e sul pallone va ovviamente Leo Messi, conclusione vellutata con il sinistro ma la palla non entra per una questione di centimetri e colpisce l’incrocio dei pali. Lo stadio rischia di esplodere ma sussulta soltanto.

Leo Messi contrariato a momento della sostituzione (PSG-Lione 19 Settembre 2021) - Photo by Sportmediaset

Leo Messi contrariato a momento della sostituzione (PSG-Lione 19 Settembre 2021) – Photo by Sportmediaset

Neymar risponde a Paquetá

Nella ripresa il Lione diventa più intraprendente e al 54’ gela il Parco dei Principi con l’ex milanista Lucas Paquetá che davanti a Donnarrumma non si lascia ipnotizzare e gonfia la rete con il sinistro. L’illusione ospite dura dodici minuti poiché al 66’ Neymar si procura un calcio di rigore che lo stesso brasiliano trasforma. Messi resta a guardare il compagno che realizza la rete dall’1-1 dagli undici metri.

Leo Messi lascia il campo

La partita entra nella fase cruciale e Pochettino getta nella mischia Achraf Achimi per cercare di spaccare in due la retroguardia del Lione. Al 76’ viene dunque chiamato fuori dal campo proprio il numero 30, Leo Messi.
La scena è sotto gli occhi di tutti: l’argentino è visibilmente contrariato e l’espressione dice tutto. A quindici minuti dalla fine, sul punteggio di 1-1, l’allenatore toglie dal campo il giocatore migliore del mondo.

Nervi tesi tra Lionel Messi e Mauricio Pochettino al momento della sostituzione durante PGA-Lione (19 Settembre 2021) - Photo by Sportmediaset

Nervi tesi tra Lionel Messi e Mauricio Pochettino al momento della sostituzione durante PGA-Lione (19 Settembre 2021) – Photo by Sportmediaset

Scene di ordinaria follia

Scene che a Barcellona non si sono mai viste ma che quest’anno potremmo vedere molto spesso. Messi esce, scuote la testa ed evita l’allenatore che cerca di avvicinarsi al giocatore per spiegargli i motivi della sostituzione. Per la cronaca il match viene deciso da Mauro Icardi che al 93’ fa esplodere lo stadio con la specialità della casa, colpo di testa preciso che non lascia scampo all’estremo difensore avversario.

Uno dei tanti

A fare notizia però è il caso Messi, giocatore che non è abituato a essere uno dei tanti. Nel PSG zeppo di campioni e nomi altisonanti la concorrenza è spietata e Leo Messi dovrà abituarsi all’idea che i rigori li tira qualcun’ altro e che anche lui può essere sostituito. La stampa francese calca la mano e già immagina la prossima sostituzione dell’asso argentino, con una nuova saga del “Non te le mando a dire” e l’ex allenatore del Tottenham che farà orecchie da mercante. L’inizio di Messi in quel di Parigi non è certo indimenticabile e la Pulce non sembra, almeno per il momento, pazzo di gioia. La stagione è ancora lunga e la Champions League (obiettivo del club) è la vetrina in cui Lionel cercherà di trovare una dimensione, sperando ovviamente di non essere tolto a quindici minuti dalla fine.

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPORTCAFE24.COM

Facebook

I NOSTRI CLIENTI

BETCAFE24