Connect with us

La Opinión

Dopo tre giornate sono già cambiati i pronostici: Milan favorito e Juve a fine ciclo?

Pubblicato

|

Anche la terza giornata di Serie A non ha lesinato sorprese. La più importante è arrivata dallo stadio Maradona di Napoli, dove la squadra di Spalletti ha annichilito la Juventus di Massimiliano Allegri. Già, perché non si può ridimensionare il KO solo con gli errori (gravi) di Szczesny e Kean o dalle tante assenze causa Nazionali (arrivati venerdì pomeriggio anche per il Napoli, ndr). La partita ha detto molto altro: ovvero che i bianconeri sono stati per gran parte del match in balia dei partenopei, che dal canto loro e a fari spenti continuano a tenere la testa della classifica e senza aver, apparentemente, mostrato il loro pieno potenziale.

⚪⚫ La Juventus alla fine di un ciclo

Ciò che però fa strano è vedere la Juventus relegata sui bassifondi della graduatoria con un solo punto in classifica. Allegri sta toccando con mano i problemi strutturali di una squadra che prima Sarri e poi Pirlo si sono ritrovati a gestire e che, forse, solo la straordinaria vena realizzativa di Cristiano Ronaldo era riuscita a mascherare. Senza il portoghese, e con l’evidente fase calante dei totem difensivi Chiellini e Bonucci, la Juventus ha perso lo status di squadra nettamente favorita per lo scudetto. Anzi, i bianconeri pare siano arrivati alla fine di un ciclo che ha regalato successi straordinari.

L’avvento di Allegri aveva precocemente fatto passare i problemi di qualità del centrocampo che, dopo Pjanic, ha perso ogni fonte di costruzione del gioco. Rimettere in piedi la corsa scudetto è ancora possibile, ma è chiaro che al momento la Juventus parta con un forte handicap. Il che rende la corsa alla vittoria del campionato molto più incerta.

🆕 SCOPRI ANCHE: Milan, per la trequarti del futuro si guarda a Fabio Carvalho

🔴⚫ Milan convincente: la squadra di Pioli è la nuova favorita?

Campionato che ora ha una nuova favorita a sorpresa: si tratta del Milan. I rossoneri hanno strapazzato la Lazio allenata da Maurizio Sarri per 2-0, con anche una rete di Ibrahimovic. Un vero e proprio segnale lanciato alle altre pretendenti al titolo.

La squadra di Pioli, tra le 7 sorelle, è quella che ha convinto di più per continuità, idee di gioco, crescita di squadra e dei singoli. Su tutti quella di Sandro Tonali che pare un altro giocatore rispetto la scorsa stagione. Gli acquisti di Maignan e Giroud non hanno fatto rimpiangere Donnarumma e Calhanoglu, dando anche forza alla società per le scelte di lasciarli andare a parametro zero. Dopo solo tre partite di campionato il Milan è riuscito a sovvertire le griglie di inizio stagione, dove veniva accreditata nel gruppo di squadre in grado di lottare per un posto in Champions e nulla di più.

Le prestazioni, però, sono state fin troppo convincenti per nascondersi: i rossoneri si iscrivono di diritto alla corsa per la vittoria dello scudetto e, anzi, dopo il netto successo ai danni della Lazio sono da più parti stati elevati a ruolo di favoriti per il successo finale. Un peso pesante da sopportare, ma questo Milan giovane e fresco, con l’aiuto di qualche “vecchio” esperto, come appunto Ibra e Giroud, potrebbe formare il mix perfetto che serve per puntare alla vittoria.

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPORTCAFE24.COM

Facebook

I NOSTRI CLIENTI

BETCAFE24