Connect with us

La Opinión

I miracoli di Inter e Barça e il fallimento della Juve

Pubblicato

|

consob juventus

Volevano a tutti i costi la SuperLeague perché erano consapevoli di aver perso il potere acquisitivo, ma Ceferin, il Psg e la ‘rivolta inglese’ hanno fatto saltare il banco dopo la mossa a sorpresa di Florentino, Laporta e Agnelli. Sarebbe stata utile soprattutto ai club spagnoli e italiani, portando un indotto anche alle società minori, ma la Uefa si è schierata apertamente dalla parte degli emiri e dei magnati russi, affossando la Liga e la Serie A.

Inter, Juventus e Barcellona sono state le squadre più penalizzate da questa ‘guerra tra ricchi’, perdendo i loro pezzi da novanta.

Marotta ha compito un miracolo, fornendo ad Inzaghi una rosa con poche stelle, ma più completa rispetto a quella di Conte e con un bilancio positivo di oltre 100 milioni di euro.

Il direttivo del Barça non ha potuto fare nulla per trattenere Messi, – il tetto salariale in Spagna è una sentenza di morte per i grandi club ai tempi del covid-19 -, ed ha compiuto un altro miracolo con soli 9 milioni di euro e il taglio degli stipendi dei senatori.

Chi esce invece con le ossa rotte è la Juventus, come confermano le cifre raccolte da Orazio Rotunno, uno dei nostri fondatori, su un post pubblicato recentemente su Facebook.

  • Ronaldo è costato alla società bianconera, tra cartellino (100 milioni ) e ingaggio lordo (60 annui per 3 stagioni), 280 milioni di euro. Un “affare” che ha impedito alla Juventus di operare sul mercato laddove urgentemente serviva, passando da uno dei centrocampi più forti del nuovo millennio a uno dei meno competitivi fra le big di Serie A.
  • Ronaldo è costato alla Juventus Beppe Marotta: il miglior dirigente degli ultimi 20 anni, unico non d’accordo con l’affare all’epoca (e quanto aveva ragione..)
  • Ronaldo è costato oggi una montagna di debiti alla società bianconera da cui servirà tempo per uscire.
  • Ronaldo, soprattutto, è stato un totale fallimento sportivo. Non solo non ha portato la Champions tanto sperata, ma ha nettamente peggiorato i risultati maturati negli anni precedenti, sia in Italia che in Europa. Con lui, si è vinto meno che con Vucinic e Matri, tanto per citarne 2: con lui non si è mai andati oltre i quarti di Champions.

Restano solo tre giorni alla “Vecchia Signora” per raddrizzare una estate da incubo. Solo l’arrivo di Icardi e di un centrocampista di caratura potrebbe mettere una “pezza” alla gestione disastrosa del caso Ronaldo e dell’intera sessione estiva.

Il calcio italiano e la Serie A hanno bisogno come il pane di una Juve competitiva e forte, perché nella guerra senza confini contro Ceferin, gli emiri e i magnati non basta solo il Real Madrid.

SPORTCAFE24.COM

Facebook

I NOSTRI CLIENTI

BETCAFE24