Connect with us

La Opinión

Europa nefasta per le italiane: cosa succede al calcio nostrano?

Pubblicato

|

Con la sconfitta dell’Atalanta se ne vanno anche le ultime briciole di certezza: è stato un turno di Champions, l’andata degli ottavi di finale, nefasto per le italiane. Certo, a Bergamo i nerazzurri – caduti sotto il colpo di Mendy del Real Madrid – hanno avuto l’attenuante di un rosso dubbio a Freuler al 17′. Settantatré minuti di battaglia prima di subire a quattro minuti dalla fine il goal decisivo. Un altro risultato negativo a fare il paio con la batosta rimediata dalla Lazio contro il Bayern Monaco. E ancora: la Juventus cade a Oporto nell’andata degli ottavi.

La domanda si pone immediata: quanto è calato il livello del calcio italiano se confrontato agli altri campionati italiani? La risposta è: tanto. A partire dalla mentalità delle scuole calcio e dei settori giovanili: se Musiala, 17 anni, esordisce con il Bayern in Champions e Fagioli, 20, viene lanciato con riserva da Pirlo contro il Crotone, un motivo ci sarà. Un discorso che sembra retorico, perché risale a decenni fa. Di cose stantie ne sono state dette, eppure il movimento s’è impoverito così, nel tempo.

Il confronto oggi è impietoso a partire dalle cifre che girano in Italia e quelle che, invece, caratterizzano gli altri campionati. Per diritti tv, per introiti dagli sponsor, per cifre sul mercato. Neanche la forza delle idee (degli allenatori) che a lungo sono state esportate dal Belpaese aiutano: oggi l’italianità nel calcio europeo sembra superata. I ritmi sono alti, anche in tempi post covid, e spesso le squadre nostrane sono ancora lontane anche solo dal pensare quel tipo di intensità.

In Europa League non se la passano meglio: il Napoli crolla sotto i colpi di Granada e domani al Maradona non sa se preferire un’improbabile rimonta o l’uscita sul retro per concentrarsi sulla settimana tipo. Milan e Roma aspettano il ritorno con fiducia, ma servirà lottare per superare definitivamente Stella Rossa e Braga. Come non si daranno per vinte Atalanta e Juventus: hanno ancora un po’ di proiettili in canna e buone chance di passare il turno. Ma bisogna accettare la realtà che il confronto con gli altri campionati è ancora impietoso.

SPORTCAFE24.COM

Facebook

I NOSTRI CLIENTI

BETCAFE24