Connect with us

Tg Sport

Eredità Maradona: volano accuse. Escluso dal Murales, polemica di Cannavaro! | TG Sport

Pubblicato

|

La stazione Mostra-Maradona della ferrovia Cumana di Napoli fa discutere da giorni e le polemiche continuano ad essere alimentate via social. Dopo Alessandro Renica, infatti, a scrivere parole “al veleno” per l’esclusione dai 130 pannelli della “Hall of Fame” azzurra è Paolo Cannavaro. L’ex capitano del Napoli si è sfogato attraverso Instagram scrivendo il proprio pensiero sulla questione.

Paolo Cannavaro escluso dal murales del Napoli, polemica sui social

Forse 278 presenze con la maglia Azzurra, riportare la squadra del cuore da anni bui ad anni splendenti, vincere un trofeo dopo 22 anni di astinenza oppure essere capitano del Napoli per tanti anni, non sono validi motivi per essere semplicemente raffigurato su un pezzo dei 130 pannelli a disposizione in una stazione metro, tra l’altro a pochi passi da casa mia“. Scrive così Paolo Cannavaro che poi aggiunge: “Non sono dispiaciuto per non essere lì insieme agli altri ne tanto meno voglio elemosinare una raffigurazione, ma sono dispiaciuto per chi si dispiace al posto mio, per chi mi contatta da giorni e si meraviglia della mia assenza… grazie a tutti e sempre Forza Napoli“.

Eredità Maradona, accuse tra le figlie e l’avvocato di Diego

Intanto continua senza esclusione di colpi la battaglia per l’eredità di Diego Armando Maradona. Dalma, figlia del Pibe de Oro, ha attaccato duramente sui social Matias Morla, legale del defunto padre. Tutto è nato dalla richiesta avanzata dalla sorella Giannina di visionare i documenti relativi ai beni del Diez. Richiesta che Morla ha disatteso, rimettendosi al fatto che dovrà essere un giudice prima a chiedere un resoconto una volta stabiliti i figli riconosciuti dell’ex Pibe de Oro, aggiungendo che da parte sua non ci sarà alcun aiuto perché “non dimenticherò mai il fatto che non mi avete consentito di dare l’ultimo saluto al mio migliore amico, tuo papà“.

Impossibile essere più vigliacchi“, la controreplica di Dalma. “Ti scrivo qui perché hai mandato un messaggio a mia sorella e lei hai chiesto perché non sei potuto andare al funerale del tuo ‘migliore amico’. Se avessi risposto a una delle mie 200 chiamate, te lo avrei spiegato perfettamente. Ci vediamo al processo e se hai qualche dubbio potrai chiedermelo faccia a faccia. Magari sarà fatta giustizia, io ti giuro che non mi fermerò finché non accadrà ma socialmente sei stato già condannato. Meno male che non sei andato al funerale perché la gente ti avrebbe urlato che sei un assassino“. Una battaglia, quella per l’eredità di Maradona, che farà discutere ancora per molto tempo.

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPORTCAFE24.COM

Facebook

I NOSTRI CLIENTI

BETCAFE24