Connect with us

La Opinión

Andrea Pirlo, da Maestro a Mister: è lui l’uomo giusto?

Pubblicato

|

Andrea Pirlo – Preceduto dalla sua fama di campione, non ha bisogno di grandi presentazioni: è Andrea Pirlo il dopo-Sarri. La Juventus ha compiuto la sua scelta e, dopo l’esonero del tecnico toscano, ha deciso di affidare la gestione della squadra proprio a lui. La scelta ha spiazzato un po’ tutti. Certo, Andrea è stato un gran calciatore, ma non ha alcuna esperienza in panchina. Quella alla Juventus, infatti, sarà la sua prima avventura da allenatore.

A qualcuno sembra strano, infatti. Proprio una decina di giorni fa era stato incaricato da Andrea Agnelli di guidare l’Under 23 bianconera. Qualcosa, però, ha fatto rapidamente cambiare idea alla società bianconera. Una scelta sprovveduta in mancanza di un sostituto per Maurizio Sarri? Eppure, la Juventus tanto sprovveduta non è. Sì, Pirlo è un debuttante, almeno dal punto di vista della panchina, ma quella panchina bianconera ha mandato in corto circuito allenatori come Allegri, Conte e lo stesso Sarri.

Nessuno di loro, infatti, è riuscito nell’impresa storica che il mondo bianconero si aspetta di raggiungere: la vittoria in Europa. Non è stato questo, però, a detta della società, il motivo per cui si è deciso l’esonero di Sarri: la scelta, infatti, sarebbe stata ponderata e calibrata nel corso dell’intera stagione, e non si sarebbe usata solo la sconfitta contro il Lione come metro di giudizio, anche se questa resta comunque uno dei validi motivi che hanno condotto al divorzio.

ANDREA PIRLO, DA MAESTRO A MISTER

La realtà è che forse la Juve aveva proprio bisogno di un uomo come Andrea Pirlo, da Maestro a Mister. Allenatore identitario, toccherebbe definirlo. Perchè se non ha funzionato con gli schemi e i calcoli, forse funzionerà così: con il senso di appartenenza. Sì, perchè Pirlo è decisamente un uomo Juventus. E forse riuscirà in quello in cui non è stato in grado Sarri: creare quella perfetta sintonia tra squadra e allenatore. Sarri non ce l’ha fatta: le sue idee rivoluzionarie, il bel gioco, il Sarrismo, non sono bastati a questa Juventus. La storia d’amore, si sa, non è mai nata; la passione non è mai scoppiata realmente. Così, c’è stato l’epilogo che un po’ tutti si aspettavano, poichè c’era un unico modo per salvare entrambe le parti: separarsi.

Andrea Pirlo

L’ultima di Andrea Pirlo con la maglia della Juventus

Ora, però, su quella panchina siederà Pirlo. Uno che fa pensare che il dopo-Sarri sia quasi l’opposto di Sarri. Uno che forse farà un po’ fatica a non entrare in campo a sudare la maglia o a tirare qualche punizione. Predestinato? Non si sa. Una scelta davvero coraggiosa, però, quella della società bianconera. Una vera e propria sfida, un salto al rialzo. Non si sa se tutto filerà liscio, non si sa quanto facile o difficile sarà subire il peso delle pressioni e delle critiche. Una cosa però si sa; esiste infatti solamente un modo per capire come andrà e la Juventus ha deciso di adottarlo: provarci.

Alessandra Santoro

SPORTS AGENCY SC24

Facebook

BETCAFE24

Trending