Connect with us
Arthur si complica la trattativa per l'approdo alla Juventus Arthur si complica la trattativa per l'approdo alla Juventus

BetCafe24

Arthur-Juventus: ci siamo o no? Ecco i possibili intoppi

Pubblicato

|

Arthur alla Juventus e Pjanic al Barcellona. In questo calciomercato anomalo che si aprirà ufficialmente solo a settembre, a tenere banco è lo scambio tra la squadra bianconera e quella blaugrana. Si fa? Non si fa? Sono due mesi che il tormentone va avanti. Vediamo dunque, a che punto siamo veramente, analizzando tutti gli aspetti dell’operazione.

Arthur alla Juve: 80%

La Juventus vuole Arthur a tutti i costi. Il brasiliano rientra nel progetto di ringiovanimento imbastito da Paratici, Agnelli e Nedved. Il centrocampista piace perchè è giovane, forte e potenzialmente può essere un crack. Inoltre, lo scambio con Pjanic ne abbassa notevolmente il costo del cartellino. Se si aggiunge che anche il suo stipendio è di molto inferiore a quello del bosniaco (2.2 milioni contro i 6.5 dell’ex Roma) ecco che l’evidenza dell’affare balza agli occhi. In bianconero l’attuale blaugrana andrebbe a prendere 5 milioni più bonus, con un bel risparmio in ottica di bilancio.

Dal punto di vista tecnico, poi, con Arhur la Juventus darebbe a Sarri un centrocampista dinamico e tecnico, molto più adatto al gioco del tecnico toscano e in grado di garantire quelle verticalizzazioni e quegli inserimenti che quest’anno sono mancati. E’ evidente dunque che Paratici stia spingendo sull’acceleratore. Che la trattativa sia in dirittura d’arrivo lo dicono anche le voci che provengono dalla stampa iberica. Occhio, però, perchè non è ancora concluso nulla.

Arthur rimane Barcellona: 20%

Ci sono ancora possibilità che la trattativa non vada in porto e che Arthur rimanga al Barcellona. Due sono gli intoppi principali: il primo sono le resistenze del giocatore nel lasciare i blaugrana. Arthur crede di potersi giocare le sue chanches con gli altri centrocampisti e non vuole andarsene. Più che un rifiuto alla Juventus, dunque, si tratta di un rifiuto ad essere scaricato. Il secondo motivo è di ordine tecnico, A Setièn piace Pjanic che è il giocatore ideale da piazzare in mezzo al campo. Tuttavia non vorrebbe privarsi di Arthur che, per caratteristiche, è un giocatore che si integra perfettamente con i proprio calcio. Proprio perché ha la stima di Setièn, il brasiliano è titubante nell’accettare i bianconeri e le due gare da titolare giocate in questo periodo mettono ancora più in crisi il ragazzo.

Un motivo per il no: il tempo

In tutto ciò, Juventus e Barcellona sono in corsa contro il tempo. Entrambe le società, infatti, puntano a chiudere l’affare per il 30 giugno, ultimo termine utile per sistemare i bilanci. Cosa succederebbe se l’intesa per allora non arrivasse? L’affare potrebbe saltare? Non è detto, ma certo inguaierebbe i due club. Il problema è che il Barcellona non ha dato nessun segnale ad Arthur per spingerlo verso Torino. Del resto la rosa blaugrana è numericamente scarsa e il brasiliano può giocarsi le sue carte senza problemi. Quindi, se Arthur non si convincesse per tempo, tutto tornerebbe in discussione.

Un motivo per il no: la famiglia

A spingere Arthur a rimanere al Barcellona è anche la famiglia, o meglio, la fidanzata. Quest’ultima preferirebbe rimanere nella calda città catalana, invece di trasferirsi nella fredda Torino e spinge perchè Arthur non accetti il trasferimento. Un intoppo in più per Paratici che deve convincere dunque, non solo il giocatore, ma anche la sua dolce metà. Serve una grande opera di convinzione per concludere l’affare.

I motivi per il sì

La Juventus ha due carte da giocarsi con Arthur. Il primo è lo stipendio. Arrivando in bianconero, il brasiliano percepirebbe più del doppio del suo attuale salario. Non male. Inoltre, mentre al Barcellona si deve giocare il posto, alla Juventus sarebbe un intoccabile. Inoltre, se è vero che a Barcellona lascerebbe Messi, in bianconero troverebbe Ronaldo. Infine, Sarri come gioco è molto vicino a Setièn, dunque anche dal punto di vista tattico si troverebbe bene. Ora sta al brasiliano fare l’ultima mossa.

Davide Luciani

SPORTS AGENCY SC24

Facebook

BETCAFE24

Trending