Connect with us

Milan

Donnarumma, avventura finita al Milan? Le ipotesi

Pubblicato

|

Donnarumma Millennials

Gigio Donnarumma e il Milan, una storia d’amore che potrebbe terminare quest’estate. Il portiere classe ’99 dei rossoneri, infatti, ha un contratto in scadenza nel giugno del 2021 e non è detto che firmi un rinnovo di contratto. L’accordo tra la dirigenza rossonera e il potente procuratore Mino Raiola non è per niente facile, considerando le cifre già elevate (6 milioni di euro) che guadagna il ragazzo. La linea verde di Elliot, con un salary cap ben fissato, potrebbe frenare le trattativa e dare il via libera alla cessione di uno dei talenti migliori del calcio italiano, nonché del Milan.

IMPORTANTE PLUSVALENZA

Nella prossima sessione di mercato, l’incognita più grande sarà quella della liquidità disponibile per i club. Mancheranno introiti commerciali e, probabilmente, anche dai diritti TV e non tutte le squadre potranno permettersi le spese folli. In quest’ottica, Donnarumma potrebbe rappresentare un’ottima iniezione di denaro per le casse del Milan, che giocoforza dovrà comprare per cercare di valorizzare una rosa che ha dimostrato di avere del potenziale inespresso, ma anche delle lacune importanti. Gigio è un prodotto del vivaio e per questo motivo il suo costo a bilancio è praticamente nullo: ciò significa che, anche in caso di una cessione a prezzo di saldo, la plusvalenza sarà importante.

UN SACRIFICIO NON DETERMINANTE?

Donnarumma è da anni uno dei migliori giocatori del Milan per qualità e prestazioni, ma è plausibile pensare che, in questo Milan, il portiere sia l’ultimo dei problemi. D’altronde, nonostante le grandi parate dell’estremo difensore campano, non sono arrivati grandi risultati negli ultimi anni. Qualcuno potrebbe, a ragione, obiettare che, senza le prestazioni di Donnarumma, i rossoneri sarebbero colati a picco e non avrebbero neanche lottato per la Champions League, come accaduto nell’annata con Gattuso allenatore. Evidentemente, però, il sacrificio di Donnarumma per cercare di potenziare la rosa da qualche altra parte potrebbe essere meno importante di quello di calciatori di movimento determinanti, come Romagnoli o Theo Hernandez. Tutto ciò, senza considerare la possibile esplosione di un nuovo talento tra i pali: Alessandro Plizzari, classe 2000, attualmente al Livorno.

CESSIONE DONNARUMMA, UNA PERDITA COMUNQUE IMPORTANTE

I benfici di un’eventuale operazione del genere sono, ovviamente, soltanto economici. È possibile ovviamente pensare che il bilancio del Milan possa beneficiare della cessione di Donnarumma, considerando anche la sua situazione contrattuale, ma non c’è alcun dubbio sul fatto che, in campo, i rossoneri ci perderebbero parecchio. Un classe ’99 con tale personalità, capacità di comandare la difesa e di regalare punti alla sua squadra con interventi importanti e con una continuità di rendimento così elevata è difficile da trovare e, nel panorama europeo, costa molto. Sarà una decisione non semplice per i dirigenti del Milan che, se costretti alla cessione, dovranno senza ombra di dubbio impegnarsi sul mercato per spendere poco e trovare qualcuno che abbia delle prestazioni simili. Un futuro, dunque, più incerto che mai.

 

Continue Reading
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SPORTS AGENCY SC24

Facebook

BETCAFE24

Trending