Davide Luciani
No Comments

Fiorentina: Rossi-Gomez, da coppia d’oro a coppia di cristallo

Rossi e Gomez dovevano essere il fiore all’occhiello della squadra, ma gli infortuni al ginocchio di entrambi rischiano di compromettere la stagione viola

Fiorentina: Rossi-Gomez, da coppia d’oro a coppia di cristallo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Giuseppe Rossi, il suo sto sarà lungoDoveva essere la coppia d’oro della Fiorentina, invece Rossi e Gomez sono diventi una coppia di cristallo. Prima l’infortunio di Gomez nella gara contro il Cagliari, ora quello di Rossi contro il Livorno. La supercoppia pensata in estate dalla dirigenza viola rischia di giocare pochissimo quest’estate.

LA DIAGNOSI DI ROSSI – Gli esami a cui si è sottoposto ieri Pepito hanno escluso la terza rottura completa del crociato, ma hanno evidenziato una lesione di secondo grado del legamento collaterale mediale del ginocchio destro. Non sarà necessaria nessuna operazione, ma ora verranno fatte ulteriori analisi per stabilire i tempi di recupero che, comunque, non saranno inferiori ai due mesi. Rossi, se tutto andrà come previsto, potrebbe tornare ad aprile, ma è chiaro che, vista la fragilità del suo ginocchio, non si forzeranno in alcun modo i tempi di recupero.

GOMEZ GODOT – Intanto la Fiorentina continua ad aspettare Gomez. Il tedesco ha subìto lo stesso infortunio di Rossi, ma ha avuto anche un’infiammazione che ne ha rallentato il rientro. Lui stesso ha detto che non sa quando tornerà in campo perché, dopo aver provato a forzare il rientro, non vuole correre rischi. L’obiettivo di Gomez rimane quello di essere convocato per il mondiale e per farlo vuole essere sicuro di rientrare solo quando sarà perfettamente guarito.

SOLO MATOS – Di conseguenza, ora la Fiorentina ha solo una punta a disposizione: Ryder Matos. Il brasiliano, però, è più un esterno che una prima punta. Quindi ora Montella si ritrova senza un centravanti vero. In estate ha spesso provato Yakovenko, ma l’ucraino è presto sparito dai radar viola. Per il lunch match contro il Torino è quindi probabile che l’attacco viola sia formato da Ilicic e Matos, ma poi?

DA GOMEZ A GOMEZ – Tutto dipenderà dalle garanzie che SuperMario darà nell’immediato. Se Gomez dovesse rientrare entro una quindicina di giorni allora la Fiorentina non prenderà nessun attaccante. Diversamente, Pradè interverrà sul mercato alla ricerca di una punta. Montella gradirebbe riavere con sé El Papu Gomez, suo allievo a Catania, ma anche lui è un esterno. La trattativa con il Metalist, che ha pagato l’argentino 9 milioni in estate, potrebbe rivelarsi complicata. Non vanno quindi scartate ipotesi più percorribili come Bianchi, in uscita da Bologna, Pinilla o Paloschi, tutti giocatori che potrebbero sostituire momentaneamente la coppia d’oro per poi accomodarsi senza problemi in  panchina. Soprattutto la Fiorentina spera di aver pagato tutto il suo tributo alla malasorte. Rossi-Gomez doveva essere la coppia dei sogni, ma finora, hanno vissuto un incubo.

Davide Luciani

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *