Daniel Degli Esposti
No Comments

Parma-Torino 3-1: le pagelle di Sportcafe24

Il Parma vince in rimonta. Il Torino rallenta e si interroga: che ne sarà di Cerci e Immobile?

Parma-Torino 3-1: le pagelle di Sportcafe24
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Parma-Torino 3-1. Lucarelli, Cassani, Marchionni e Amauri sugli scudi. Cerci e Immobile sostituiti al 45°: è giallo in casa granata.

Amauri ha segnato il primo gol della sua stagione.

Amauri ha segnato il primo gol della sua stagione.

PARMA

Mirante 6,5 – Il suo approccio deciso ha tenuto a galla i ducali nel momento più difficile del match e ha trasmesso sicurezza a una difesa che aveva cominciato piuttosto male.

Cassani 7 – La sua costante proiezione offensiva ha scardinato la difesa del Toro; dai suoi piedi è partito lo splendido assist per l’1-1 di Marchionni.

Mendes 6 – Titolare a causa dell’infortunio di Paletta, non ha sfigurato e si è fatto preferire al compagno di reparto Felipe.

Lucarelli (cap) 7,5 – Il meraviglioso gol di tacco-suola ha dato lustro a una prova piena d’orgoglio e di solidità. Il capitano del Parma ha mostrato il suo carisma, la sua forza difensiva e la sua straordinaria rapacità nell’area avversaria.

Felipe 5,5 – In occasione della rete granata, il difensore brasiliano ha commesso un grave errore di posizionamento e ha regalato un vantaggio prezioso a Immobile. Gli sviluppi del match hanno reso indolore la sua amnesia, ma non hanno cancellato le sue titubanze.

Acquah 6,5 – Solido e preciso nelle chiusure, sempre pronto a correre in ogni zona del centrocampo. Non ha tanta qualità, ma mette a disposizione della squadra una quantità inesauribile di energia.

Marchionni 7 – La volée dell’1-1 ha fatto esplodere il Tardini e ha riportato le lancette del tempo indietro di qualche anno. Ha avuto il merito di credere nel pareggio e di pungere costantemente la retroguardia granata per provocarne il collasso.

Parolo 5,5 – Il miglior centrocampista ducale non ha inciso; le ripetute voci di mercato e l’atmosfera particolare di questi giorni gli hanno tolto la brillantezza delle partite migliori.

Biabiany 6,5 – La sua velocità ha messo in seria difficoltà la difesa del Torino; anche se – come gli accade sempre più spesso – non è riuscito a segnare, il suo apporto è stato prezioso e continuo. (32’st Obi S.V.)

Amauri 7 – Segnali di vita dal centravanti italo-brasiliano: tanto lavoro sporco, una traversa clamorosa sull’1-1 e un gol alla Amauri per sigillare la contesa. Se riuscirà a mantenere la forma e la forza che gli hanno concesso di vincere il duelo con Glik, potrà togliersi diverse soddisfazioni. 33’st Cassano S.V. – Donadoni lo lascia in panchina, una parte del pubblico lo fischia: FantAntonio sperava in un “ritorno” diverso. Riuscirà a resistere a lungo a Collecchio?

Sansone 5 – Molto meno brillante e propositivo del solito. Donadoni lo ha sostituito per primo (16’st) e ha trovato buone conferme da Palladino (6), che è entrato subito nel clima del match.

All. Donadoni 6,5 – Vittoria importante per la classifica e per il morale. Il Parma c’è e cercherà di restare nella parte sinistra della classifica.

Alessio Cerci è stato sostituito nell'intervallo.

Alessio Cerci è stato sostituito nell’intervallo.

TORINO

Padelli 6 – Partita in chiaroscuro: qualche incertezza e tante parate. Ha giocato sapendo che la società cercherà un portiere fino alla chiusura del mercato: reggerà questa spada di Damocle o crollerà sotto il peso della pressione?

Maksimovic 4,5 – Le azioni più pericolose del Parma sono nate tutte sulla sua fascia. Ha lasciato strada a Cassani e non è riuscito ad arginare Biabiany. Insufficienza pienissima.

Glik (cap) 5,5 – Il duello perso contro Amauri lo ha fatto scendere al di sotto della sufficienza; nonostante le difficoltà dei suoi, ha retto discretamente fino all’azione che ha regalato il 3-1, quando la ritrovata fisicità dell’italo-brasiliano lo ha fatto crollare.

Moretti 6 – Ha giocato una partita sufficiente, senza troppe sbavature. Senza infamie, ma anche senza lodi, né meriti.

Darmian 7 – Il migliore di questo Toro sbiadito. La sua fuga sulla fascia destra ha generato il gol del vantaggio; sulla sua fascia non sono nati pericoli particolari.

Basha 5 – Molto movimento, poco criterio: la sua energia non ha fatto quadrare il cerchio di Ventura.

Vives 5 – Poco ordine, molto caos: le solite geometrie del centrocampo del Torino non hanno trovato spazio nella sua mente e nei suoi piedi. (33’st Bellomo S.V.)

Farnerud 6 – Lotta, si impegna e si salva, ma non riesce a girare l’inerzia di una partita sbagliata.

Pasquale 5 – Se il Toro non è riuscito a volare, parte della responsabilità deve essere attribuita a una delle sue ali. Spento e poco propositivo.

Cerci 5 – Un meraviglioso assist vanificato da Immobile; poi, il vuoto pneumatico. E una sostituzione misteriosa: cosa sarà successo negli spogliatoi del Tardini? Alessio vestirà ancora granata? Dal 1’st’: Barreto 5 – Fuori fase: gli mancano la condizione e i minuti necessari per incidere come un tempo.

Immobile 5,5 – Ha illuso tutti con un gol da predatore d’area; quando i tifosi stavano già esultando per lo 0-2, ha colpito malissimo e ha sotterrato le speranze di vittoria del suo Toro. Ventura lo ha sostituito al 45° per inserire Meggiorini (4,5), che si è dimostrato molto più sciagurato di lui.

All. Ventura 4 – Il Torino ha mostrato una delle peggiori prestazioni stagionali e lui, al 45°, ha lasciato negli spogliatoi Cerci e Immobile; cosa sarà successo in quell’intervallo?

Daniel Degli Esposti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *