Daniel Degli Esposti
No Comments

Premier League ferma: il borsino della lotta per la Champions

Il Liverpool spera ancora nel titolo, il Tottenham cerca la rimonta. L'Everton si gode il suo girone d'andata, lo United piange le sue miserie.

Premier League ferma: il borsino della lotta per la Champions
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Liverpool cercherà di superare gli infortuni e di vincere la sua prima Premier League. Il Tottenham è vivo, l’Everton sogna, lo United piange. Ecco il borsino-Champions di SportCafe24.

Il borsino della zona-Champions della Premier League.

Il borsino della zona-Champions della Premier League.

LIVERPOOL 39 – Dopo il tremendo back-to-back che li ha messi di fronte a Chelsea e Manchester City, i Reds hanno ripreso la loro marcia nonostante gli infortuni che hanno segnato le ultime settimane del loro 2013. Prima delle due sconfitte esterne natalizie, Anfield aveva vissuto un girone d’andata esaltante: le reti di Suarez, la rivoluzione “catalana” di Brendan Rodgers e il ritrovato spirito della Kop hanno fatto sognare a lungo un ambiente che le disavventure degli ultimi anni avevano ridimensionato, ma non depresso. Le assenze di Sturridge, Gerrard e José Enrique hanno leggermente frenato la marcia entusiasmante del Liverpool e hanno mostrato la scarsa profondità di una rosa che non è sembrata all’altezza delle principali concorrenti per il titolo. Se la sfortuna smetterà di aleggiare sulla sponda rossa del Mersey, il talento sconfinato del Pistolero, la solidità di Sturridge, l’effervescenza di Sterling e l’esperienza di Gerrard potranno riportare la Champions League fra le mura di Anfield. 

Vittoria del titolo: 5%.

Qualificazione alla Champions League: 55%.

Pronostico: 4°.

Luis Suarez con la maglia del Liverpool.
Luis Suarez con la maglia del Liverpool.

EVERTON 38 – Roberto Martinez ha trasformato i Toffees nella più grande sorpresa della Premier League. La partenza in extremis di Marouane Fellaini non ha fatto scoraggiare i suoi vecchi compagni e il tecnico spagnolo, che ha costruito le fortune della sua squadra sulla forza di Romelu Lukaku, sul talento di Barkley e Deulofeu e sulla solidità del gruppo. Lo scetticismo di inizio stagione ha lasciato spazio all’entusiasmo per i risultati ottenuti dai Blues del Merseyside. I risultati negativi degli ultimi due turni non hanno smorzato l’entusiasmo dei tifosi, che continuano a sognare l’Europa e il primato cittadino; se Martinez riuscirà a convincere tutti i suoi ragazzi a non farsi distrarre dalle sempre più probabili sirene di mercato, l’Everton concluderà la Premier League nelle posizioni più nobili della classifica.

Qualificazione alla Champions League: 5%.

Pronostico: 6°

Romelu Lukaku
Romelu Lukaku, attaccante dell’Everton.

TOTTENHAM 37 – Grazie al lavoro accorto di Tim Sherwood, gli Spurs hanno archiviato la disastrosa gestione di André Villas-Boas e si sono rilanciati in chiave europea; il recupero di Adebayor, la precisione dal dischetto di Soldado, il buon impatto di Paulinho e il talento di Eriksen fanno ben sperare i tifosi di White Hart Lane. Anche se l’ormai ex-Special Two ha sprecato tutti i jolly possibili e anche quelli immaginabili, il Tottenham ha le qualità per completare una rimonta tanto difficile quanto allettante. Brendan Rodgers e il Liverpool – che, nell’ultimo match di AVB, hanno schiantato a domicilio gli Spurs – dovranno evitare cali e tenere d’occhio gli specchietti retrovisori.

Qualificazione alla Champions League: 35%.

Pronostico: 5°

Roberto Soldado (Tottenham) e Wayne Rooney (Manchester United).
Roberto Soldado (Tottenham) e Wayne Rooney (Manchester United).

MANCHESTER UNITED 34 – I match interni contro il Tottenham e lo Swansea avrebbero dovuto rilanciare la stagione dei Red Devils in Premier League e in FA Cup; Moyes e i suoi ragazzi avevano molta fiducia e credevano di essersi avvicinati alla fine del loro tunnel. La prima settimana del 2014 ha trasformato Old Trafford nel Teatro degli Incubi del manager scozzese: l’1-2 contro gli Spurs ha trasformato la qualificazione alla prossima Champions in un fioco miraggio; il gol di Willy Bony ha mandato in archivio il match contro lo Swansea con lo stesso parziale che aveva rattristato il Capodanno dei Red Devils e ha posto fine alla loro avventura in FA Cup. Il ritorno di Rooney non ha reso più pungente il possesso-palla di una squadra che ha smarrito il cinismo dei giorni belli e non riesce a trovare il suo posto nell’universo della Premier League. I dolori e i mugugni del non più giovane Van Persie e gli stenti di un centrocampo sempre più piatto potrebbero tormentare lo United fino alla fine del suo scialbo Anno Zero.

Qualificazione alla Champions League: 5%.

Pronostico: 7°

Daniel Degli Esposti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *