Redazione
No Comments

Dente, “Invece tu” inaugura il 2014, in attesa del nuovo album

Per gli amanti del genere, miglior modo di iniziare l'anno non c'era: dopo tre anni Dente torna con il singolo "Invece tu", che anticipa l'imminente album.

Dente, “Invece tu” inaugura il 2014, in attesa del nuovo album
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
dente

La cover del nuovo singolo

Tra le varie novità dell’anno appena cominciato, che tutti gli amanti della musica indipendente italiana stanno attendendo con trepidazione, si è già mostrata la prima: ad inaugurare l’anno, ci pensa un artista come Giuseppe Peveri, in arte Dente, con il singolo Invece tu. L’uscita del nuovo album “Almanacco del Giorno Prima” è prevista per il 28 di gennaio.

Modo migliore di cominciare il 2014 non poteva esserci per gli amanti del genere, come il sottoscritto. La canzone è prettamente del repertorio del giovane cantautore emiliano, così come il testo e le atmosfere che persistono nei 2:54 minuti. Dunque, una piacevole, spensierata e allegra ballata, ispirata alla musica leggera italiana anni ’60 con un vago sapor brasiliano, attorniata dalla sua solita intensità testuale e impregnata quasi da una ironica malinconia. Tutto nelle corde di Dente, nulla di estraneo o di innovativo, forse il contrario.

UN’ANALISI – Potrebbe sembrar banale, scontato, o addirittura “vecchio” rispetto ai sound più moderni e invece riesce sempre a non esserlo, a non cadere nel banale o, peggio, nel Kitsch. Dente, d’altronde, è l’esempio di come la musica d’autore italiana non abbia perso il suo fascino, di come possa esser ancora riconosciuta ed amata sia in patria che all’estero. Chi compone musica di questo genere, oltretutto, difficilmente cade nel banale o nell’ovvio, poiché non si basa solamente sull’impatto emotivo scaturito da un sound, da una moltitudine di sonorità particolarmente armoniche fra di loro, ma anche sulla fondamentale efficacia delle parole. E’ ciò che colpisce di Dente, i suoi testi da inguaribile romantico, la presenza di sentimenti come amore, gioia o tristezza accomunati tra loro, in funzione ossimorica. La semplicità e la leggerezza dei suoi testi coinvolgono l’ascoltatore, incrementando quasi un fittizio rapporto con il cantante stesso. Il cantautore emiliano lo sa perfettamente ed è per questo che non demorde dal suo repertorio, ottenendo sempre maggiori consensi e palcoscenici importanti.

IL TOUR – In merito a questi, è lecito introdurre il tour, di cui già sono state annunciate le prime tappe; finora è assente una tappa nel Sud, nonostante vi sia quasi la certezza di un suo prossimo concerto. Nel frattempo per tutti gli ammiratori del Peveri non vi è altro desiderio che ascoltare il suo imminente album, dopo circa tre anni di assenza; e se chi ben comincia è già a metà dell’opera, Dente può sentirsi sin da adesso più sereno ed appagato.

Alessandro Triolo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *