Davide Luciani
No Comments

Lazio-Petkovic: scontro totale

Petkovic continua a ritenersi l’allenatore della Lazio e non intende mollare, mentre i biancocelesti puntano al licenziamento per giusta causa

Lazio-Petkovic: scontro totale
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Vladimir Petkovic, ormai ex allenatore della Lazio

Vladimir Petkovic, ormai ex allenatore della Lazio

Da quando Lotito è diventato presidente della Lazio, la società biancoceleste ha fatto la fortuna di numerosi avvocati, visto il numero di cause intentate dalla società biancoceleste. L’ultimo scontro a colpi di carte bollate, riguarda Vladimir Petkovic. La situazione con il tecnico serbo è paradossale. Di fatto la Lazio ha già un nuovo allenatore, Edy Reja, ma non vi è stato alcun esonero per l’allenatore che lo scorso maggio vinse la coppa Italia.

I MOTIVI DELLA LAZIO – Lotito, attraverso i suoi legali, sta cercando di risparmiare i sei mesi di stipendio che dovrebbe all’ormai suo ex tecnico, adducendo come motivazione, “la contestazione di addebito disciplinare” , per aver negato di aver trovato un accordo con la Svizzera, facendo venir meno, il rapporto di fiducia tra società, tecnico e squadra. La lettera di sospensione è stata inviata a Petkovic il 28 dicembre e oggi scadono i 5 giorni entro cui replicare alle accuse di violazione del principio di lealtà.

PETKOVIC ALL’ATTACCO – Il pensiero di Petkovic è arrivato grazie ad una nota dell’avvocato D’Onofrio in cui si afferma che “il mister ha appreso con sorpresa e amarezza la notizia di una contestazione della Lazio nei suoi confronti per l’impegno da lui assunto con la Svizzera solo a partire dalla stagione 2014/2015. Subito dopo aver firmato il contratto, il 23 dicembre 2013, è stato suo impegno morale, poiché non vi è alcuna norma sportiva o statale che imponga un obbligo in questo senso, avvertire Lotito, prima che la notizia diventasse pubblica”. Quella di Petkovic è una mossa che anticipa la risposta che lo stesso tecnico dovrà dare entro oggi alle accuse di violazione. Il futuro ct della Svizzera, continua comunque ad affermare di essere ancora il tecnico della Lazio, al punto che ha passato a Roma il capodanno. Sempre nella nota diffusa dal suo avvocato, Petkovic afferma, infatti che, “poiché non vi è stato alcun esonero nei termini previsti dal regolamento sportivo, il tecnico continua a sentirsi orgogliosamente l’allenatore della Lazio.”

REJA ASPETTA – In questa battaglia legale, intanto, Reja continua a dirigere gli allenamenti della Lazio. Il suo arrivo non può ancora essere ufficializzato, poiché, secondo le norme federali, una società può avere a libro paga due tecnici, ma non può impiegarne più di uno. Questo significa che, entro domani la situazione va sbloccata. La Lazio, se non riuscisse a ottenere il licenziamento per giusta causa potrebbe puntare alla sospensione fino a giugno, dell’incarico di Petkovic. Si profila, quindi, uno scontro senza esclusione di colpi. L’ennesimo della Lazio griffata Lotito.

Davide Luciani

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *