Enrico Steidler
No Comments

Premier League, il punto sulla 17.ma giornata

L’Arsenal impatta il big match coi Blues e viene raggiunto dal Liverpool in vetta alla classifica. Poker del City sul campo del Fulham, vittorie in trasferta anche per Tottenham, Everton e Newcastle. Nei bassifondi raccolgono un punto solo il Sunderland e il West Bromwich

Premier League, il punto sulla 17.ma giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Roba da leccarsi i baffi. Quest’anno il massimo campionato inglese di calcio sta davvero mandando in estasi il palato dei buongustai, e anche il turno prenatalizio ha portato in dono il consueto pacco pieno di gol (30), giocate sontuose, ostriche e caviale. In vetta alla classifica troviamo 5 squadre in 3 punti, e tutte sembrano avere le carte in regola per arricchire nel modo migliore – Champions a parte – la loro bacheca dei trofei, così come tutte hanno un tallone d’Achille che potrebbe rivelarsi fatale.

Brendan Rodgers, tecnico del Liverpool capolista in Premier

Brendan Rodgers, tecnico del Liverpool

LE MAGNIFICHE CINQUE – Cominciamo dal Liverpool, che si è sbarazzato dei gallesi del Cardiff (3 a 1 per i padroni di casa il finale di Anfield Road) mettendo di nuovo in vetrina quel cyborg chiamato Luis Suarez (doppietta per lui, 19 gol in 17 partite, capocannoniere e fuoriclasse assoluto): i Reds sembrano essere tornati ai tempi d’oro, macinano gol (42, secondo attacco del torneo dopo quello del City) e avversari con disarmante facilità, il tecnico Brendan Rodgers raccoglie quanto ha seminato durante un anno di carestia grazie a una dirigenza molto meno isterica e impaziente di quelle del Belpaese e ora i frutti fanno venire l’acquolina in bocca. L’equilibrio complessivo della squadra, e la sua compattezza, sono tuttavia motivo di qualche perplessità, e un antagonista come il Chelsea, ad esempio, che ieri sera ha costretto al pari (0-0) i Gunners nell’attesissimo derby dell’Emirates, sembra più attrezzato per reggere sulla lunga distanza.

Wayne Rooney

Wayne Rooney

FRA CONFERME E SORPRESE – Malgrado la miseria di un solo punticino raccolto nelle ultime due gare, l’Arsenal di Wenger e Aaron Ramsey guarda ancora tutti (tranne i Reds) dall’alto in basso, e ora il prossimo avversario della capolista nell’infuocato derby di Upton Park – quel West Ham appena asfaltato da un Manchester United di cui Wayne Rooney è il Nord, il Sud, l’Est e l’Ovest – sta sicuramente maledicendo un calendario così amaro sotto le feste. I Gunners, tuttavia, pur fortissimi, hanno già fallito un paio di tentativi di fuga, e la sonora sconfitta (3-6) rimediata la scorsa settimana sul campo del City (già 51 i gol messi a segno da Agüero e compagni, una cifra pazzesca) dimostra che i concorrenti sono tutti estremamente competitivi e pronti, a loro volta, a spiccare il volo (magagne permettendo). Fra questi sorprende un po’, diciamolo, annoverare anche l’Everton del “mago” Martinez, una squadra solidissima – solo una sconfitta, miglior difesa del torneo – e capace di regalare momenti di football incantevole proprio nelle circostanze più difficili, vedi l’indimenticabile derby (3-3) contro il Liverpool della dodicesima giornata. Giovedì prossimo, il leggendario Boxing Day di Santo Stefano, i Toffees hanno la ghiotta occasione di arricchire ulteriormente il bottino (a Goodison Park arriva il derelitto Sunderland) e anche il Chelsea, che attende la visita dell’incerottato Swansea, può consolidare la posizione senza troppi sforzi. Apertissimo a qualunque risultato, invece, il big match dell’Etihad fra Citizens e Reds: comunque vada a finire, e qui sta il bello di questa Premier, sarà tutto tranne che una sentenza inappellabile.

PAROLA D’ORDINE: SUSPENSE – Se la lotta per il titolo sembra scritta da Agatha Christie, non meno palpitante è quella combattuta per restare sul palcoscenico più prestigioso. Tutti, anche i Black Cats fanalini di coda, possono sottrarsi alle sabbie mobili dei bassifondi così come esserne risucchiati per sempre, e il Boxing Day regala due sfide che promettono fuoco e fiamme: Aston Villa-Crystal Palace, innanzitutto, con i londinesi chiamati a una mezza impresa sul campo di una squadra reduce da tre ko consecutivi (ultima vittoria contro il Southampton in trasferta) e quindi motivatissima, e Norwich-Fulham, partita speculare sia per la classifica dei contendenti (19/13) che per la loro imprevedibilità.

RISULTATI 17.ma GIORNATA

Liverpool-Cardiff 3-1

Fulham-Manchester City 2-4

Sunderland-Norwich 0-0

Stoke-Aston Villa 2-1

Crystal Palace-Newcastle 0-3

West Bromwich-Hull 1-1

Manchester United-West Ham 3-1

Southampton-Tottenham 2-3

Swansea-Everton 1-2

Arsenal-Chelsea 0-0

CLASSIFICA

Pos.

Squadra

Punti

G

V

N

P

GF

GS

Diff. 12/13

1

Liverpool

36

17

11

3

3

42

19

+14

2

Arsenal

36

17

11

3

3

33

17

+9

3

Manchester City

35

17

11

2

 4

51

20

-1

4

Chelsea

34

17

10

4

3

32

18

+4

5

Everton

34

17

9

7

1

29

16

+7

6

Newcastle

30

17

9

3

5

24

22

+13

7

Tottenham

30

17

9

3

5

18

23

+1

8

Manchester United

28

17

8

4

5

28

20

-14

9

Southampton

24

17

6

6

5

22

18

+8

10

Stoke City

21

17

5

6

6

17

21

-3

11

Swansea

20

17

5

5

7

23

23

-3

12

Hull

20

17

5

5

7

14

20

In Championship

13

Aston Villa

19

17

5

4

8

17

23

+1

14

Norwich

19

17

5

4

 8

15

29

-6

15

Cardiff

17

17

4

5

8

13

25

In Championship

16

West Bromwich

16

17

3

7

7

18

23

-10

17

West Ham

14

17

3

5

9

14

22

-9

18

Crystal Palace

13

17

4

1

12

11

27

In Championship

19

Fulham

13

17

4

1

12

17

34

-7

20

Sunderland

10

17

2

4

11

12

30

-6

 

PROSSIMO TURNO

Giovedì 26 dicembre, “Boxing Day”

Hull-Manchester United (13.45)

Newcastle-Stoke (16.00)

Aston Villa-Crystal Palace

Tottenham-West Bromwich

Cardiff-Southampton

Everton-Sunderland

Norwich-Fulham

Chelsea-Swansea

West Ham-Arsenal

Manchester City-Liverpool (18.30)

CLASSIFICA MARCATORI

19 Luis Suarez (Liverpool) 13 Sergio Agüero (Manchester City) 9 Daniel Sturridge (Liverpool) 9 Yaya Touré (Manchester City) 8 Loïc Rémy (Newcastle) 8 Wayne Rooney (Manchester United) 8 Aaron Ramsey (Arsenal) 8 Romelu Lukaku (Everton)

CLASSIFICA ASSIST

8 Wayne Rooney (Manchester United) 7 Mesut Özil (Arsenal) 6 Steven Gerrard (Liverpool) 6 Aaron Ramsey (Arsenal) 5 Kevin Mirallas (Everton) 5 Pablo Zabaleta (Manchester City) 5 Luis Suarez (Liverpool) 5 Jordan Henderson (Liverpool)

Enrico Steidler

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *