Redazione

Campioni a metà – Il punto sulle comproprietà italiane

Campioni a metà – Il punto sulle comproprietà italiane
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Sebastian Giovinco, Juve o Parma per lui?

ROMA, 30 MAGGIO – Sono diverse le comproprietà scottanti che entro il 22 giugno dovranno essere risolte tra i club coinvolti per evitare che il destino dei propri giocatori sia deciso dalle buste. Oltre 300 i contratti di compartecipazione firmati tra la scorsa estate e nel corso della sessione invernale di mercato, come segnalato dalla ‘Gazzetta dello sport’. Tra questi spicca quello legato a Sebastian Giovinco, il cui cartellino è condiviso da Juventus e Parma. Il giocatore cresciuto nel settore giovanile dei bianconeri è reduce da una prolifica stagione in Emilia nella quale è andato a segno 15 volte, bottino non colto da alcun centravanti facente parte della rosa campione d’Italia. Il costo del giocatore potrebbe a questo punto dipendere dall’europeo alle porte, che potrebbe farne lievitare la valutazione. Un altro bomber oggetto di disputa è Mattia Destro. Siena e Genoa dovranno vedersi per decidere quale sarà il futuro del giocatore, ambito dalle più grandi società della massima serie. Difficilmente, infatti, vestirà la maglia del club che ne acquisirà l’intero dominio nella prossima stagione. Su di lui è costante l’interesse di Inter e Juventus.

BORINI E VIVIANO – Fa parte della comitiva anche Fabio Borini. La Roma vuole tenerselo, ma dovrà trovare una soluzione al tavolo con il Parma, che proprio in virtù del possibile addio a Giovinco potrebbe avere bisogno di un altro fabbricatore di gol, seppur dalle caratteristiche differenti. Vige incertezza anche intorno ad Emiliano Viviano. Il futuro del portiere rinato a Palermo dopo l’infortunio che lo ha fermato agli albori dello scorso campionato mentre cercava di farsi posto all’Inter, dipenderà dalle intenzioni del club di Massimo Moratti riguardo alla posizione di Julio Cesar. Se l’estremo difensore brasiliano continuerà a rappresentare un punto fermo, l’ex Bologna potrebbe proseguire la propria esperienza in rosanero.

DIAMANTI E CARACCIOLO – Il Brescia sarà impegnato sui fronti Diamanti e Caracciolo, rispettivamente a metà con Bologna e Genoa. Il club emiliano è intenzionato a trattenere il proprio punto di forza, soprattutto alla luce della partenza di Marco Di Vaio, e potrebbe non trovare eccessive resistenze da parte delle Rondinelle. Il giocatore reduce dal prestito al Novara è destinato a finire sul mercato a prescindere da quella che sarà la squadra che ne acquisirà il controllo.

MILAN E INTER – Una volta trovato l’accordo per Acerbi, il Genoa o Chievo lo cederà al Milan. Mentre El Sharaawi, anche lui legato al Grifone, dovrebbe continuare a fare parte dell’armata di Massimiliano Allegri, anche se dovesse avere la meglio Preziosi. Kucka resta invece un punto interrogativo. Appena sei mesi fa, l’Inter sembrava impaziente di accogliere il giocatore, mentre negli ultimi tempi l’interesse si sarebbe raffreddato.

Alessio Tuveri

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *