Daniel Degli Esposti
No Comments

Una domenica di 2-2: la Ligue 1 è ancora viva!

Ibra non basta: PSG-Lille finisce 2-2. Il Monaco rallenta, ma non perde contatto con la vetta.

Una domenica di 2-2: la Ligue 1 è ancora viva!
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nella 19° Giornata della Ligue 1, PSG-Lille finisce 2-2; il LOSC e il Monaco – sconfitto in casa – restano nella scia dei parigini. Marsiglia-Bordeaux 2-2.

Ligue 1: Rio Mavuba e Nolan Roux con la maglia del Lille.

Ligue 1: Rio Mavuba e Nolan Roux con la maglia del Lille.

IL PSG NON SFONDA: 2-2. Nel big-match della 19° Giornata della Ligue 1, il PSG non è riuscito ad ammazzare il campionato. Il Lille è uscito dal Parc des Princes con un punto preziosissimo, che ha frenato la corsa dei parigini e ha tenuto aperta la corsa al titolo. Le stelle di Laurent Blanc hanno aggredito la partita, ma la vena di Enyeama e l’errore sciagurato di Thiago Silva hanno salvato il LOSC. Dopo mezz’ora di assalti, i padroni di casa hanno sbloccato la partita con una tremenda punizione di Ibra. Il vantaggio ha calmato l’impeto della capolista; dopo 44 minuti, la pazienza difensiva del Lille è stata ricompensata. Lo svarione difensivo del PSG ha aperto la strada al contrattacco degli ospiti e Mavuba ha piazzato il pallone nell’angolino con un destro preciso.

Dopo l’intervallo, il LOSC non si è fermato; il secondo errore della retroguardia parigina ha regalato a Kalou il rigore dell’1-2 e ha gettato il Parc des Princes nello sconforto. L’assalto finale del PSG ha provocato l’errore di Enyeama e il conseguente autogol di Basa, ma non ha concesso a Ibra e compagni la gioia della vittoria; il riscatto del portiere nigeriano e la sfortuna hanno tenuto il pallone lontano dalla rete del Lille. Nei prossimi mesi, Laurent Blanc potrebbe trovarsi a deprecare i cali di tensione di una partita bizzarra. La Ligue 1 è ancora viva; se il Lille manterrà intatta la sua solidità difensiva e il Monaco ritroverà un po’ di brillantezza, il campionato regalerà ancora parecchie emozioni.

MONACO KO – Nell’anticipo del 19° turno della Ligue 1, il Monaco di Claudio Ranieri ha ceduto in casa al Valenciennes. La squadra di Ariël Jacobs ha espugnato a sorpresa il Louis II con un 1-2 che ha tarpato le ali dei monegaschi. Anche se i biancorossi del Principato hanno controllato il possesso palla e hanno tentato 20 conclusioni, l’autorete di Abidal e il gol di Ducurtioux hanno lanciato il Valenciennes verso i tre punti. L’ingresso in campo di Radamel Falcao non ha cambiato il copione di un match stregato; il bomber cafetero si è conquistato un calcio di rigore, ma lo ha fallito e non è riuscito a riprendere la sua marcia verso un Mondiale che vedrà la sua Colombia protagonista. Il suo connazionale James Rodriguez ha accorciato le distanze, ma non è riuscito a capovolgere l’inerzia della partita.

RIMONTA DEL MARSIGLIA, LIONE BEFFATO – La striscia aperta di quattro vittorie consecutive del Bordeaux in Ligue 1 si è interrotta al Vélodrome di Marsiglia. Dopo un avvio stentato, i Girondins hanno cullato a lungo il sogno di un altro successo; le parate di Carrasso hanno galvanizzato la squadra e hanno esaltato il cinismo dei suoi attaccanti. Alla prima occasione utile, Jussie ha fulminato Mandanda e ha concesso ai suoi di tornare negli spogliatoi in vantaggio; nella ripresa, il raddoppio di Nicolas Maurice-Belay ha messo una seria ipoteca sul match. Quando tutto sembrava compromesso, l’Olympique ha reagito con grande personalità e ha riaperto la partita: nel giro di due minuti, i padroni di casa hanno battuto Carrasso per due volte. Romao e Gignac hanno fissato il risultato sul 2-2 e hanno dato vita alla seconda rimonta consecutiva della banda di mister Anigo. Il fischio finale ha visto il Bordeaux rallentare la sua corsa verso il terzetto di testa e ha dimostrato che l’OM ha ritrovato la capacità di uscire dalle situazioni più complesse; la ricerca di un’identità vincente continua, ma la forza mentale di Mandanda e compagni inizia ad emergere con maggiore regolarità. Se il Marsiglia ha esultato per una grande rimonta, il Lione ha maledetto i minuti di recupero; per la seconda settimana consecutiva, i ragazzi di Rémi Garde hanno sprecato un vantaggio di due reti e si sono fatti raggiungere dal Lorient. Aboubakar e Traoré hanno reso vani i gol di Grénier e Gomis e, soprattutto, hanno consentito alla loro squadra di mantenere due punti di vantaggio sull’Olympique per la corsa alla testa della Ligue 1.

LE ALTRE – Prosegue il calvario dell’Ajaccio, che ha toccato il fondo della classifica di Ligue 1: i corsi hanno perso 4-1 a Reims e sono stati sorpassati dal Sochaux, che ha battuto 2-1 il Rennes. Il Saint-Étienne ha mantenuto il suo ottimo stato di forma e ha superato 2-0 la sorpresa Nantes. Il Nizza ha battuto 3-1 l’Évian, mentre Tolosa-Guingamp e Bastia-Montpellier sono finite 0-0; i Campioni del 2012 non sono riusciti a lasciare i bassifondi della classifica.    

Daniel Degli Esposti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *