Redazione

Euro 2012 Report -9: la giornata del Girone C

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

DANZICA – Ultimi giorni prima della partenza del più atteso evento  mediatico-sportivo di questa estate. Nonostante le cattive notizie che arrivano incessantemente dal Nord Italia, le squadre del girone C stanno allestendo gli ultimi preparativi per farsi trovare al massimo della condizione già dall’ultima amichevole prevista nonostante le clamorose assenze di giocatori importanti come è capitato all’Italia e all’Irlanda del Nord di Trapattoni. Ancora solo nove giorni e potremo divertirci gioendo e soffrendo insieme ai nostri beniamini.

REPUBBLICA D’IRLANDA – Mancano appena nove giorni all’inizio dell’Europeo 2012, ed è tempo di ultime amichevoli per provare giocatori e schemi. L’Irlanda di Trapattoni, in ritiro a Montecatini Terme fino al 3 giugno ne ha appena disputata una, seppur benefica, al “Melani” di Pistoia. A margine dell’amichevole ha parlato ai microfoni di “Radio Sportiva”, affrontando diversi temi: la preparazione ad Euro 2012, il girone, l’esclusione di Foley dai 23, il terremoto in Italia ed infine la bufera scommesse nel nostro calcio. Ecco le parole del Ct: “Ci stiamo preparando al meglio a questo Europeo in una località che ci ha permesso di lavorare bene, seguendo la nostra tabella di marcia passando per questa amichevole che ci proietta verso Budapest con fiducia. Siamo consapevoli delle difficoltà di questo girone. Spagna e Italia sono superiori a noi, senza dimenticare le potenzialità della Croazia. Ma aver centrato la qualificazione ci deve comunque far sognare a nostro favore. E´ stata una decisione sofferta quella di escludere un giocatore (Foley, ndr) che sicuramente meritava di essere nella lista dei convocati. Ma l´esigenza tecnica di avere un difensore centrale in più a disposizione ha fatto maturare questa scelta. Anche i miei familiari a Milano hanno avvertito le scosse. I feriti e i morti causati dal terremoto sono state la notizia più incresciosa della giornata. Sono notizie che preoccupano e fanno male al nostro calcio. Ma aspettiamo a dare dei giudizi definitivi, perché quando c´è di mezzo la magistratura si deve aver rispetto delle indagini e delle decisioni che matureranno sulla vicenda.”

SPAGNA – Reduce dalla vittoriosa sfida con la Serbia, i Campioni del Mondo si apprestano a sfidare la Corea del Sud questa sera per l’ultima amichevole pre-Europeo. Sarà la prima occasione per il ct Del Bosque di provare la formazione-tipo in vista dell’esordio il 10 giugno con l’Italia. nel 2-0 con la Serbia infatti mancavano all’appello i giocatori di Barça e Athletic Bilbao impegnati nella finale di Coppa del Re, oltre a Fabregas ancora alle prese con un affaticamento muscolare. Ancora ingiudicabile quindi una delle favorite per la vittoria finale, metà degli undici titolari scesi in campo nelll’ultima amichevole sono stati tagliati e come per l’Italia c’è una sola occasione di testare la condizione degli uomini in vista del primo impegno ufficiale. Il Ct ha parlato della fame dei suoi nonostante la doppietta Europeo-Mondiale: “penso che possiamo essere orgogliosi di quanto abbiamo ottenuto, ma questo appartiene al passato e noi ci dobbiamo rivolgere al futuro. Dobbiamo mantenere i piedi per terra e non c’è nessun altra possibilità che dimenticare le vittorie e prepararci per le sfide future“.

ITALIA – L’ allenamento effettuato ieri sera al posto dell’amichevole contro il Lussemburgo ha aiutato la squdra ad affinare la propria tecnica in vista del torneo europeo più importante. La squadra comunque è ancora scossa per le scosse di terremoto che hanno sconvolto l’intera Emilia Roamgna e non solo; persino a Coverciano sono state avvertite parte delle scosse sismiche, tanto che Antonio Di Natale le ha avvertite mentre era in ascensore; fortunatamente ne è uscito illeso. Questa mattina invece hanno avuto del tempo libero fino a questa sera, poi si riprenderà per preparare la seconda ed ultima amichevole contro la Russia che avrà luogo il 1° giugno. Cesare Prandelli ha riferito che sarà il test definitivo per il torneo dove vedremo per la prima volta l’undici titolare che verrà proposto  il 10 giugno contro la Spagna campione in carica e favorita al titolo.

CROAZIA – Dopo la diramazione ufficiale dei 23 convocati per Euro 2012 è tempo di analisi e approfondimenti sulla rosa che mister Bilic ha scelto per affrontare il gruppo C del campionato Europeo che partirà il prossimo 10 giugno. Esclusioni già annunciate alla vigilia per il portiere Blažević e per l’attaccante del Dnipro Kalinic, mentre la squadra croata dovrà rinunciare definitivamente al difensore dell’Olympique Lione Dejan Lovren, fuori per infortunio. L’ultimo a dover abbandonare il sogno Europeo è il laterale 20enne Sime Vrsaljko, uno dei prospetti più interessanti del croato e dotato di talento cristallino a cui è stato preferito il più esperto Jurica Buljat, difensore classe ’86 in forza al Maccabi Haifa. La squadra di mister Bilic si presenta ai nastri di partenza come una delle pretendenti all’ambito ruolo di rivelazione del torneo e, affinchè possa devvero stupire, è necessario che esprimano tutto il loro talento le stelle indiscusse di questa compagine: Danijel Pranjić e Dario Srna in difesa, Milan Badelj e Luka Modric a centrocampo e i veterani Eduardo e Olic in attacco. Interessante, inoltre, l’intervista odierna del capitano della Nazionale Italiana Gigi Buffon che, rispondendo alla domande in merito alle prossime avversarie Europee, ha dichiarato: ”La Croaziapotrebbe essere la vera sorpresa dell’europeo perché ha grandi talenti e a mio modo di vedere può rappresentare una grande rivelazione. La Croaziatecnicamente è più valida dell’Irlanda ma nell’Irlanda c’è il Trap, e uno come lui non lo si può mai prendere con le molle. Chi temo della Croazia? Sicuramente Olic che mi ha già fatto gol ai mondiali”

A cura di Angelo Chilla, Massimiliano Di Cesare, Orazio Rotunno, Fabio Pengo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *