Dario Greco
No Comments

Capital One Cup: probabile derby in finale, Londra o Manchester?

Chelsea e Tottenham eliminati ai quarti, mentre si profila l’atto finale tra le due Manchester

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Lo Special One José Mourinho

Lo Special One José Mourinho

In Inghilterra tutte le competizioni sono importanti. Il prestigio, la competizione, le sfide che ritornano e gli scontri inediti; non viene sottovalutato nulla, niente passa in secondo piano e qualsiasi gara viene affrontata col massimo impegno dalla società, passando per i calciatori, fino ad arrivare alla gente, ai supporters di ogni squadra che non lasciano da soli i propri beniamini neanche durante le amichevoli. Questione di mentalità, questione di formule che fanno diventare questi tornei sempre spettacolari e avvincenti.

E proprio ieri sera si è conclusa la due giorni dei quarti di finale della 54esima edizione della Capital One Cup, ovvero la Football League Cup, che dagli anni ’80 ha assunto diverse denominazioni per motivi si sponsorizzazione. Rispetto alla FA Cup, che comprende tutte le squadre del sistema calcistico inglese, a questa competizione partecipano le 92 società militanti nelle quattro categorie professionistiche: Premier League, Championship, League One, League Two.

K.O. BLUES E SPURS – Martedì sera, allo Stadium fo Light di Sunderland, si è consumato il primo “delitto” ad opera dei Black Cats nei confronti del Chelsea di Josè Mourinho. Il portoghese si è arrabbiato, e non poco, con i suoi ragazzi, incapaci di chiudere il conto dopo l’autorete di Cattermole. “E’ sempre la stessa storia, sia con lo Stoke che con l’Everton e tutte le altre volte che abbiamo perso. Abbiamo fatto un’ottima gara ma non siamo riusciti a capitalizzare”, ha sentenziato lo Special One a fine gara. La colpa della “rabbia Blues” è da attribuire all’italiano Fabio Borini che all’89’ ha siglato il pari che ha mandato il match ai supplementari, dove all’ultimo minuto il sudcoreano Ki Sung – Yeung ha mandato in estati il pubblico di casa.

Il giorno dopo, al Whire Hart Lane, l’esonero di Villas Boas sembra non aver risolto i problemi degli Spurs che hanno subito un’altra pesante sconfitta. Non è bastato il vantaggio di Adebayor realizzato a metà ripresa, in quanto gli Hammers sono stati in grado di ribaltare il risultato con due reti nei dieci minuti finali.

DERBY DI MANCHESTER – Negli altri due incontri presenti nel tabellone, le compagini di Manchester fanno il loro dovere e proseguono il loro cammino. Il City ha regolato il Leicester in trasferta, grazie alla punizione da trenta metri di Kolarov e alla doppietta di Dzeko; stesso discorso per lo United che al “Britannia Stadium” ha piegato lo Stoke City grazie alle marcature di Young ed Evra nel secondo tempo. Le semifinali, che si disputeranno in gare di andata e ritorno, vedono i Citizens impegnati contro il West Ham, mentre la formazione di Moyes se la dovrà vedere con il Sunderland. Sullo sfondo si profila il derby di Manchester, ma occhio alle sorprese.

Tutte e quattro le semifinaliste hanno già conquistato la finale della Capital One Cup, con i Red Devils che sono giunti all’atto finale per ben otto volte, ma hanno vinto solo quattro edizioni; i cugini del City hanno vinto il trofeo in due occasioni, ma sono anche usciti sconfitto in un’occasione. Non hanno mai vinto sia gli Hammers che i Black Cats: i primi sono stati battuti due volte, mentre i secondi hanno raggiunto la finale soltanto una volta, sconfitti dal Norwich nel 1985.

Dario Greco

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *