Redazione
No Comments

Juve-Coppa Italia primo atto: battere l’Avellino per sognare la Decima

Inizia contro l'Avellino il percorso dei bianconeri in questa Coppa Italia: l'obiettivo è la 'prima stella'

Juve-Coppa Italia primo atto: battere l’Avellino per sognare la Decima
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Claudio Marchisio, titolare in Coppa Italia

Claudio Marchisio, centrocampista della Juventus: toccherà a lui guidare la squadra negli ottavi di Coppa Italia

Dopo aver chiuso con facilità la pratica Sassuolo, la Juventus si troverà ad affrontare in casa propria l’Avellino alle 21.00 di questa sera, nella sfida valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia. Per gli irpini sarà sicuramente la partita dell’anno: arrivano dall’1-1 ottenuto contro il Trapani e navigano nelle zone alte della classifica del campionato cadetto. Per i bianconeri invece, sarà importante per provare a mettere in campo una formazione atipica e per far giocare chi normalmente è relegato in panchina.

TURN OVER CONTE – Finalmente si potranno mettere in mostra anche i cosiddetti “panchinari“: è vero che la partita sulla carta non è delle più difficili, ma può essere un banco di prova importante per chi non ha la possibilità di giocare con continuità. Tra i pali andrà Storari, in difesa troveranno posto Cáceres, Ogbonna e Peluso, sulle ali dovrebbero agire De Ceglie e Motta con in mezzo Marchisio, Asamoah (in ballottaggio col baby Bouy) e Padoin, la coppia d’attacco sarà formata da Quagliarella e dal rientrante Giovinco. Smaltita velocemente la delusione per l’eliminazione dalla Champions League, i bianconeri hanno ancora più rabbia agonistica e voglia di vincere rispetto a qualche settimana fa. La formazione non sarà quella di sempre, ma il carattere dei ragazzi di Conte è lo stesso per tutti, e la necessità di rivalsa di alcuni potrebbe essere la chiave di volta di questo match. Il mondiale è vicino e nessuno può sbagliare, perché a fare parte della delegazione azzurra in Brasile saranno soltanto i migliori.

IL MEGLIO DELL’AVELLINO – Gli ospiti arriveranno allo Juventus Stadium con il coltello fra i denti, desiderosi di dimostrare all’Italia che se la possono giocare ad armi pari contro la squadra detentrice dello Scudetto. L’allenatore Rastelli schiererà la formazione migliore con davanti i due marcatori più prolifici della sua squadra; il modulo sarà lo stesso dei bianconeri, con Seculin in porta, Izzo, Peccarisi e Pisacane in difesa, Zappacosta e Milanesi sugli esterni, al centro Togni, D’Angelo e Arini, e in attacco la coppia di bomber formata da Castaldo e Galabinov.

SOGNANDO LA DECIMA – La Juventus non dovrebbe trovarsi in difficoltà contro l’Avellino: per storia, esperienza e livello dei calciatori pende tutto a favore dei bianconeri, ma come abbiamo già visto tante volte in 90′ può succedere qualunque cosa, e in alcuni casi sono proprio gli episodi a decidere le partite, per cui non bisogna mai dare nulla per scontato. La strada per la decima Coppa Italia juventina e la relativa stella sarà lunga: il primo ostacolo da superare si chiama Avellino.

Chiara Aleati

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *