Redazione

Inter, Champions e Lavezzi?

Inter, Champions e Lavezzi?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il tarocco di Bari-Udinese apre scenari clamorosi.

MILANO, 30 MAGGIO – Il vaso di Pandora è stato scoperchiato e tutti i suoi mali si riversarono nel mondo dopo la sua apertura. Il riferimento alla mitologia greca è calzante con tutto quello che sta succedendo nel mondo del calcio.I numerosi arresti e i coinvolgimenti di società importanti potrebbero aprire scenari clamorosi, mai paventati prima. L’ultimo indagato, Leonardo Bonucci, tra l’altro ex difensore nerazzurro, potrebbe indirettamente “regalare” all’Inter l’accesso ai play-off di Champions League.

BARI-UDINESE 3-3 – Stando alla confessione di Andrea Masiello, la proposta di manipolare la gara nel segno dell’over partì dal ristoratore Di Tullio e trovò consensi nei vari Bonucci, Belmonte, Andrea Masiello, Parisi e Salvatore Masiello. Quest’ultimo poi contattò telefonicamente Pepe, all’epoca calciatore dell’Udinese, per raggiungere un accordo, ma ebbe un secco no come risposta. Nonostante il rifiuto, i giocatori del Bari sopra citati giocarono per l’over e l’esito finale della partita (3-3) lo dimostra.

GLI SVILUPPI – Se il tarocco di Bari-Udinese venisse confermato, Bonucci & company rischierebbero sanzioni esemplari. Oltre alla responsabilità dei giocatori del Bari,  si configura anche il reato di omessa denuncia commesso da un giocatore dell’Udinese Pepeche tra l’altro segnò il gol del 2-1 al minuto 26 del match in questione. Il solo coinvolgimento di Pepe mette nei guai l’Udinese che, stando alla politica di zero tolleranza del UEFA, rischierebbe di essere estromesso dalle competizioni europee.

INTER IN CHAMPIONS – Analizzando le situazioni delle squadre che hanno preceduto l’Inter in classifica (Lazio e Napoli), è piuttosto chiaro che i nerazzurri siano i maggiori indiziati ad andare in Champions. Uno scenario, che se confermato, potrebbe avere risvolti importanti anche in chiave mercato. Confermato Stramaccioni (all’Inter fino al 2015), Moratti farebbe di tutto per allestire una squadra competitiva: l’acquisto di Palacio è un segnale importante in questo senso. Con l’Inter pronta a sferrare l’attacco decisivo per portarsi a casa Ezequiel Lavezzi.

 

Michele Lestingi

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *