Simone Gianfriddo
No Comments

Liga, Diego Costa stende il Valencia

Il bomber dell'Atletico Madrid sigla una doppietta nel match che i Colchoneros vincono per 3 a 0 contro il Valencia e che permette agli uomini di Simeone di tenere il passo del Barcellona in vetta alla classifica; per Diego Costa 17 reti in campionato come Cristiano Ronaldo

Liga, Diego Costa stende il Valencia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Diego Costa, 17 reti nella Liga

Diego Costa, 17 reti nella Liga

  L’Atletico Madrid non molla il Barcellona in vetta alla classifica e cala  il tris al Valencia che dopo tre stagioni esce sconfitto dal Calderon. Protagonista assoluto del match è il solito Diego Costa, che grazie alla doppietta siglata questa sera, raggiunge Cristiano Ronaldo in vetta alla classifica marcatori a quota 17 reti. Dopo uno scialbo primo parziale, gli uomini di Simeone travolgono gli ospiti grazie ad un ciclonico secondo tempo.

IL MATCH- Nessuna sorpresa di formazione rispetto ai pronostici della vigilia, con i Colchoneros che si affidano alla propria stella Diego Costa per tenere il passo del Barça capolista. La  prima mezz’ora si rivela  avara di emozioni ed entrambe le compagini  appaiono molto nervose e incapaci di creare  una proficua manovra offensiva; l’Atletico fatica a trovare spazi, mentre  il Valencia difende con ordine e compattezza , dando vita ad insidiosi ribaltamenti di fronte che però peccano di scarsa precisione. Da sottolineare  la prova dell’ex Napoli Victor Ruiz, il quale  interpreta al meglio l’arduo e scomodo ruolo di marcatore del bomber Diego Costa. Il primo parziale finisce così a reti inviolate e con pochi sussulti.

La ripresa inizia con tutt’altro piglio; l’Atletico Madrid va subito vicino al vantaggio con Diego Costa, il quale impegna di sinistro l’ottimo Alves; di tutta risposta gli ospiti si rendono pericolosi con Canales, ma l’ex Real Madrid risulta poco cinico , calciando dal limite di poco a lato. L’atmosfera diventa concitata, ed è così che salgono in cattedra definitivamente i padroni di casa, che prima sfiorano la rete con Arda Turan, poi rifilano un tremendo 1-2 che mette k.o gli ospiti; al 59′ è Diego Costa a siglare il vantaggio, grazie ad una sensazionale azione personale iniziata sull’out di sinistra e conclusa con un destro rasoterra che batte il portiere valenciano; al 63′ è invece il neo entrato Raul Garcia ( subentrato allo spento David Villa) a gonfiare la rete ospite con un sinistro di controbalzo successivo ad una corta respinta della difesa del Valencia in area di rigore; il match decolla definitivamente, e al 74′ i padroni di casa potrebbero addirittura  calare il  tris grazie ad un rigore decretato dal direttore di gara per atterramento in area di Diego Costa da parte di Victor Ruiz; dal dischetto si presenta  lo stesso attaccante brasiliano che però sbaglia clamorosamente lasciandosi ipnotizzare dal connazionale  Alves. La partita è ormai a senso unico e gli undici di Djukic soccombono sotto i colpi dell’Atletico Madrid che all’81’ chiude definitivamente i conti ancora con Diego Costa che in questa occasione trasforma il rigore precedentemente procuratosi dopo una trattenuta di Barragan. Per lui 17 reti nella Liga al pari di Cristiano Ronaldo.

Grazie a questa netta vittoria, il Cholo Simeone riesce a battere per la prima volta in campionato il Valencia da quando siede sulla panchina dell’Atletico, e trova la sesta vittoria consecutiva tra coppe e Liga.

Il bipolarismo Barça-Real pare aver finalmente trovato un terzo incomodo.

TABELLINO- Atletico Madrid (4-4-2): Courtois; Juanfran; Miranda; Godin; Felipe; Turan (84′ Adrian) ; Gabi; Tiago; Koke; Villa (60′ Raul Garcia); Diego Costa   All: Simeone

Valencia (4-2-3-1): Alves; Barragan; Ruiz; Mathieu; Guardado (76′ Pablo Piatti); Parejo; Romeu; Feghouli ( 66′ Pabon); Canales; Barnat; Jonas (60′ Alcacer)    All: Djukic

Ammoniti: Romeu 12′ (V), Feghouli 15′ (V), Juanfran 45′ (A), Diego Costa 45′ (A), Parejo45′ (V)

Marcatori: 59′, 81′ Diego Costa, 63′ Raul Garcia

Simone Gianfriddo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *