Redazione

Ranieri, destino da reale

Ranieri, destino da reale
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Ufficializzato l'approdo del tecnico italiano sulla panchina del Monaco

Claudio Ranieri, nuovo allenatore del Monaco

MONACO, 29 MAGGIO – Monaco accoglie un altro Ranieri. Non si tratta di un nuovo rampollo della nota famiglia reale ma dell’allenatore italiano, Claudio, che ha assunto la guida della squadra del Principato. L’ex tecnico di Roma e Parma è stato scelto dal presidente russo Dmitry Rybolovlev come l’ideale sostitutodi Marco Simone, esonerato lo scorso 19 maggio in seguito ai deludenti risultati ottenuti nello scorso campionato. L’obiettivo del club è quello di tornare quanto prima in Ligue 1 e tra le grandi d’Europa. Proprio all’allenatore romano è collegato a uno dei periodi migliori della storia del club. Nella stagione 2003-04 i monegaschi eliminarono il suo Chelsea nella doppia semifinale di Champions League che ha poi concesso ai biancorossi di disputare la finale di Gelsenkirchen, persa 3-0 sotto i colpi del Porto di Josè Mourinho. Il Monaco si tinge ancor più di verde, bianco e rosso dopo aver recentemente accolto il difensore Andrea Raggi, svincolatosi dal Bologna.

Prima di approdare in Francia, Ranieri era stato accostato con insistenza alla Fiorentina, società per la quale aveva già lavorato nei primi anni della sua lunga carriera in panchina, dopo la doppia promozione dalla serie C1 al campionato di serie A alla guida del Cagliari. Il club viola, rinnovatosi a livello dirigenziale con l’arrivo di Daniele Pradè in qualità di direttore sportivo, aveva fatto più di un pensierino nei suoi riguardi, ma alla fine l’obiettivo principale è diventato Vincenzo Montella, che aveva preso il suo posto alla Roma la stagione scorsa. Il tecnico italiano è alla ricerca del riscatto in seguito alla travagliata esperienza in nerazzurro. All’Inter era partito bene, costruendo una striscia di 7 vittorie consecutive, confermando la sua fama di ‘aggiustatore’, per poi cadere in una profonda crisi di risultati che dopo la sconfitta per 2-0 contro la Juventus lo ha portato ai titoli di coda con la società di Massimo Moratti, già contrariato per l’eliminazione dalla Champions per mano del Marsiglia.

Alessio Tuveri

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *