Simone Viscardi
No Comments

Europa League: risultati e verdetti della sesta giornata

Ultimo turno di Europa League: Fiorentina prima del girone, Lazio seconda dietro al Trabzonspor. Tottenham 6 vittorie su 6, eliminato a sorpresa il PSV.

Europa League: risultati e verdetti della sesta giornata
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Europa League: Sergio Floccari, attaccante della Lazio.

Europa League: Sergio Floccari, attaccante della Lazio.

Girone A:
San Gallo 1-0 Swansea
Valencia 1-1 Kuban Krasnodar

Nella nebbia di San Gallo sono i padroni di casa a trionfare. Di Mathys a 10 minuti dalla fine la rete che spaventa lo Swansea. Gli inglesi passano comunque il turno, grazie al passo falso del Kuban in casa del già qualificato Valencia. L’ex laziale Cissè spreca, al 67′ Paco Alcacèr porta in vantaggio gli spagnoli prima dell’inutile pareggio di Melgarejo all’ 84′.

Classifica: Valencia 13, Swansea 8, Kuban 6, San Gallo 6.

Girone B:

Dinamo Zagabria 1-2 Ludogorets
PSV Eindhoven 0-1 Fc Chornomorets

PSV sconfitto ed eliminato a sorpresa dal Chornomorets. Gli olandesi ci provano in tutti i modi a segnare ma sono i nerazzurri di Odessa, con Dja djèdjè, a passare nella ripresa. Inutile il forcing finale, col clamoroso errore di Toivonen. Ucraini che accompagnano ai sedicesimi il Ludogorets, imbattuto e vincente anche in casa della Dinamo Zagabria. A segno Dani abalo e Bezjak, in mezzo il momentaneo pari di Cop.

Classifica: Ludogorets 16, Chornomorets 10, PSV  Eindhoven 7, Dinamo Zagabria 1.

Girone C:

Red Bull Salisburgo 3-0 Esbjerg
Standard Liegi 1-3 Elfsborg

Il Salisburgo chiude il girone a punteggio pieno travolgendo il malcapitato Esbjerg – già sicuro del secondo posto – con la doppietta di Manè e la rete di Kampl. Risultato che poteva essere anche più largo, ma Alan sbaglia l’impossibile. Nella sfida tra le già eliminate l‘Elfsborg espugna Liegi con Nilsson – doppietta – e Beckmann. Gol della bandiera dei padroni di casa con Mbombo.

Classifica: Red Bull Salisburgo 18, Esbjerg 12, Elfsborg 4, Standard Liegi 1.

Girone D:

Maribor 2-1 Wigan
Zulte Waregem 0-2 Rubin Kazan

Sloveni qualificati grazie alla vittoria nello scontro diretto col Wigan. Mezga e Filipovic chiudono la partita, inutile nel finale la rete degli inglesi, con Jordi gomez, su rigore. Beffato anche lo Zulte, al quale sarebbe bastato un pareggio per accedere al turno successivo e che invece cade tra le mura amiche per mano del capolista Rubin Kazan, a segno con Natcho – rigore – e Rondòn.

Classifica: Rubin Kazan 14, Maribor 7, Zulte Waregem 7, Wigan 6.

Girone E:

Fiorentina 2-1 Dnipro
Pandurii – Paços Ferreira

Vittoria in rimonta per la Viola, che guadagna il primo posto nel girone a scapito del Dnipro. Ucraini in vantaggio poco prima del quarto d’ora con Konoplyanka, abile a battere Neto con uno splendido tiro a giro, dopo un bello scambio al limite dell’area. Per fortuna la Fiorentina reagisce bene al gol ospite, inizia a pressare con convinzione e a schiacciare il Dnipro nella propria metà campo. Predominio territoriale che si concretizza al42’nella rete del pareggio, con Joaquin puntuale nell’inserimento aereo sul perfetto cross di Cuadrado. Il colombiano sale in cattedra nella ripresa, spezzando lo sterile possesso palla del Dnipro e andando a realizzare il definitivo 2 a 1 a 13 minuti dalla fine con un preciso diagonale su appoggio di Ambrosini. Nell’altra sfida pareggio a reti bianche tra le già escluse Pandurii e Paços Ferreira.

Classifica: Fiorentina 16, Dnipro 12,Paços Ferreira 3,Pandurii 2.

Girone F:

Eintracht 2-0 Apoel Nicosia
Maccabi Tel Aviv 1-0 Bordeaux

Tutto come da pronostico nel Girone F. A Francoforte l‘Eintracht regola per 2 a 0 i ciprioti dell‘Apoel Nicosia. Entrambe le reti nella ripresa, con Schrock e Djakpa. Insieme ai tedeschi accedono ai sedicesimi gli israeliani del Maccabi Tel Aviv, che battono 1 a 0 il deludente Bordeaux grazie al rigore dell’ex palermitano Zahavi.

Classifica: Eintracht 15, Maccabi Tel Aviv 11, Apoel Nicosia 5, Bordeaux 3.

Girone G:

Dinamo Kiev 3-1 Rapid Vienna
Thun 0-1 Genk

La Dinamo Kiev fa suo in rimonta lo scontro qualificazione con i viennesi, che si illudono con la rete iniziale di Boyd ma vengono travolti da Lens, Gusev e la vecchia conoscenza genoana Veloso. Consolida il primo posto nel girone il Genk, andando a vincere in svizzera sul campo del già spacciato Thun. Di Vossen, nella ripresa, il gol belga.

Classifica: Genk 14, Dinamo Kiev 10, Rapid Vienna 6, Thun 3.

Girone H:

Estoril 1-2 Slovan Liberec
Frigurgo 0-2 Siviglia

Sono i cechi dello Slovan a strappare il pass per i sedicesimi di finale, grazie alla vittoria per 2 a 1 in casa del fanalino di coda Estoril. Di Sural e Rabusic le marcature degli ospiti, mentre accorcia le distanze per i portoghesi Sebà. Qualificazione che sfugge al Friburgo, fermato in casa da Iborra e Rusescu, che lanciano in vetta al girone il Siviglia.

Classifica: Siviglia 12, Slovan Liberec 9, Friburgo 6, Estoril 3.

Girone I:

Betis 0-0 Rijeka
Vitoria Guimaraes 1-2 Lione

Pareggio a reti inviolate in Spagna, un punto prezioso per gli andalusi che accompagnano alla seconda fase i francesi del Lione. A Guimaraes succede tutto in 3 minuti, tra il 17′ e il 20′ della ripresa Gomis su rigore e Ferri ribaltano l’1 a 0 iniziale di Tomanè.

Classifica: Lione 12, Betis 9, Vitoria Guimaraes 5, Rijeka 4

Girone J:

Apollon Limassol 0-2 Legia Varsavia
Lazio 0-0 Trabzonspor

Poche emozioni per lo sparuto pubblico dell’Olimpico. La Lazio manca la vittoria che l’avrebbe lanciata in testa al girone, a scapito proprio dei turchi. Biancocelesti pericolosi nel primo tempo, con la rapidità di Keita e Ederson e il fisico di Floccari. Proprio l’ex atalantino sfiora la rete con un colpo di testa che esce di nulla, su angolo del giovane Keita. Petkovic prova a cambiare le cose nella ripresa, inserendo Candreva e Hernanes. Il centrocampista italiano conferisce maggiore dinamicità alla mediana laziale, mentre il “profeta” appare svogliato e inconcludente. Nel finale spazio anche per Klose, che crea una buona opportunità ma non è seguito dai compagni. L’incontro finisce tra i fischi del pubblico romano. Nell’altra gara il Legia si impone per 2 a 0 a Cipro, reti di Jodlowiec e Bryski.

Classifica: Trabzonspor 14, Lazio 12, Apollon Limassol 4, Legia Varsavia 3.

Girone K:

Sheriff 2-0 Tromso
Tottenham 4-1 Anzhi

Tutto era già deciso nel gruppo K. Lo Sheriff coglie la prima vittoria in Europa League battendo i norvegesi del Tromso. Le firme nel primo tempo di Cadù e Ismail isa. Domina il Tottenham, che a White Hart Lane coglie la sesta vittoria in 6 gare, con la tripletta di Soldado e la gemma di Holtby. Per i russi gol dell’onore di Ewerton.

Classifica: Tottenham 18, Anzhi 8, Sheriff 6, Tromso 1.

Girone L:

Maccabi Haifa 2-1 Shakhter Karagandy
Paok Salonicco 2-2 Az Alkmaar

Az primo nel girone. Non basta al Paok il pareggio all’ultimo secondo del 17enne Pozoglou, i greci si devono accodare in virtù degli scontri diretti a favore degli olandesi. A segno anche Lam (Az) e i rigori di Lucas (Paok) e Gorter (Az). La sfida tra le eliminate del girone vede il Maccabi imporsi a domicilio 2 a 1 contro lo Shakhter. Reti di Gozlan e Abuhatzira per gli israeliani e  di Canas su rigore per gli ospiti. Partita caratterizzata da un black out di 13 minuti nel corso della ripresa.

Classifica: Az Alkmaar 12, Paok Salonicco 12, Maccabi Haifa 5, Shakhter Karagandy 2.

Simone Viscardi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *