Daniel Degli Esposti
No Comments

Stephen Curry: oro dei Warriors e genio della NBA

Stephen Curry ha segnato il canestro che ha regalato ai Warriors la vittoria sui Mavericks. Per la quinta volta in carriera, ha messo a referto almeno trenta punti in entrambi gli atti di un back-to-back.

Stephen Curry: oro dei Warriors e genio della NBA
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Stephen Curry sta guidando i Warriors nella corsa ai Playoffs dell’Ovest. Il suo talento e la sua genialità fanno innamorare i tifosi di tutto il mondo.

La scorsa notte, Stephen Curry ha regalato agli appassionati del basket NBA un’altra pagina di emozioni e tecnica; il figlio del grande Dell ha preso per mano i suoi Golden State Warriors nella vittoria in rimonta contro i caldissimi Dallas Mavericks di Dirk Nowitzki e dell’ex di giornata Monta Ellis. I 31 punti che ha messo a referto lo hanno fatto entrare nella storia del gioco: per la quinta volta nella sua breve carriera, “Steph” ha fatto registrare due “trentelli” consecutivi nei “back-to-back”.

TALENTO E LAVORO. Stephen Curry è uno spot incredibile per la NBA; i suoi 191 centimetri rappresentano la normalità fisica dell’uomo comune in una lega sempre più dominata dai super-atleti e dalle loro prestazioni sopra il ferro. Come può un ragazzo così esile permettersi il lusso di segnare più di 24 punti di media nel campionato più lungo e difficile del mondo? La risposta a questa domanda sta in due semplici e meravigliose parole: talento e lavoro. Papà Dell gli ha trasmesso la predisposizione naturale ad apprendere i fondamentali; Stephen ha aggiunto una determinazione feroce e una capacità notevole di trasformare i dubbi altrui in forza interiore.

PISTOL PETE RE-INCARNATO? In ogni gara giocata dai Warriors, Stephen Curry incanta il pubblico della Baia per la genialità e la varietà delle sue soluzioni offensive. Molti analisti della NBA lo paragonano al grande Pete “Pistol” Maravich, la leggenda degli Hawks e dei Jazz che negli anni Settanta mostrò al mondo un repertorio di giocate incredibili e un talento che ha avuto ben pochi eguali nella storia della Lega. Anche se nessuno potrà mai sostituire “Pistol Pete” dal cuore di chi ha vissuto nella sua epoca, Stephen Curry sembra l’unico giocatore capace di ripercorrere le sue orme: fisico normale, talento cristallino, ore e ore di palestra, incredibile genio offensivo.

DOVE ARRIVERANNO I WARRIORS? Anche se il modo migliore per capire il fenomeno Stephen Curry è accendere youtube e vedere le sue giocate, le sue statistiche rivelano tendenze interessanti; quando il faro dei Warriors riesce a mettere in ritmo i compagni, la squadra vince quasi sempre. Sulla Baia il talento offensivo non manca: basterà per far spingere la marea gialla oltre le Colonne d’Ercole delle semifinali di Conference? La risposta starà nelle caviglie di Steph e nella maturità di un gruppo che inizia a conoscere soltanto ora le sue potenzialità. Stay tuned!

Daniel degli Esposti

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *