Dario Greco
No Comments

Bayern Monaco – Manchester City 2-3: Milner e Jesus Navas show

Avvio bruciante dei campioni d’Europa nel primo quarto d’ora, poi la rimontona degli ospiti nella ripresa. Ma il girone è del team di Guardiola.

Bayern Monaco – Manchester City 2-3: Milner e Jesus Navas show
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Manuel Pellegrini, tecnico del Manchester City

Manuel Pellegrini, tecnico del Manchester City

Una parte bene, l’altra finisce meglio. Gol, errori e spettacolo nel bi-match tra due grandi squadroni europei.

BAYERN MONACO

Neuer 6,5 – Può davvero far poco nelle circostanza dei tre gol. Mezzo voto in più perché allo scadere tiene in piedi il primato dei tedeschi con il salvataggio, in stile “hockey sul ghiaccio”, sul contropiede di Negredo.

Lahm 6: Ha dimostrato di saper giocare ovunque, ieri è ritornato terzino, ma sulla sua strada un travolgente Milner in serata di grazia.

J.Boateng 5 – Si addormenta sulla tede di Silva, liscia clamorosamente il pallone che regala il 3-2 alla squadra di Pellegrini.

Dante 5 – Cerca gloria in avanti, ma dietro fa tremare lo stadio e all’ultimo minuto rischia di combinarla davvero grossa regalando palla a Negredo, murato da Neuer.

Alaba 6 – La velocità e il fisico gli permettono di non naufragare davanti al devastante Jesus Navas.

Thiago Alcantara 6 – Il figlio del tiqui-taca gioca da play davanti la difesa, organizzando la manovra bavarese con ordine e classe.

Muller 6,5 – Lo spauracchio del City nella prima frazione, con il taglio bellissimo sul gol che apre il match; spreca il 3-1 e si spegne nella ripresa.

Kroos 5,5 – E’ mancato il suo contributo al Bayern; qualche conclusione da fuori e poco più.

Gotze 6,5 – Bel primo tempo dell’ex Borussia, il quale crea scompiglio con i suoi inserimenti e firma con calma olimpica il momentaneo 2-0. (dal 55’ Martinez 6) – Si piazza davanti alla difesa e si fa sentire con la sua fisicità.

Ribery 6 – Il candidato al Pallone d’Oro ubriaca gli avversari nei super primi quarantacinque minuti bavaresi; poi scompare anche lui.

Mandzukic 6 – Solito lavoraccio del croato a far sportellate in avanti per favorire i compagni ad inserirsi, ma non riesce a vedere la porta. (dal 68’ Shaqiri 5,5) – Entra per dare una scossa, ma nel momento buio della squadra di Guardiola non gli riesce quasi niente.

Guardiola 5,5 – L’avvio tremendo dei suoi ragazzi ha fatto pensare ad un’altra goleada bavarese; poi l’inspiegabile black-out che ha portato alla prima sconfitta stagionale europea e il primo stop dopo dieci successi consecutivi. Vince il girone ugualmente, grazie al miracolo finale del suo portierone.

MANCHESTER CITY

Hart 5,5 – Non in gran forma, forse perché non si sente più il numero uno dei Citizens. Non dà sicurezza alla retroguardia inglese.

Richards 6 – Esce infortunato dopo un quarto d’ora e già stava soffrendo Ribery. (dal 16’ Zabaleta 6,5) – Fortunatamente entra lui sulla destrae il terzino argentino sfodera una gran bella prestazione, frenando le volate del francese.

Lescott 6 – Qualche volta si distrae, ma tutto sommato riesce a contrastare gli avversari con la sua possente stazza.

Demichelis 6,5 – Il difensore argentino sembra un giovanotto; carismatico e grintoso si lancia su ogni pallone e non sbaglia nulla in fase di disimpegno. Leader.

Kolarov 6 – Il taglio di Muller evidenzia i suoi limiti difensivi, ma l’ex laziale garantisce spinta costante sulla sinistra. Freddo dal dischetto, acciuffa il pari.

Javi Garcia 5,5 – Contro il Bayern, in mediana, non puoi essere lento ed impacciato, altrimenti rischia di girare a vuoto. E così è stato.

Fernandinho 6,5 – Corsa, sacrificio e tanti palloni recuperati. Grande quantità in mezzo al campo ed accompagna anche la manovra offensiva.

Jesus Navas 7 – Nel primo tempo è una furia con la sua velocità e rapidità. Nella ripresa è solo secondo a Milner; dalle sue volate arrivano il primo ed il terzo gol.

David Silva 6,5 – Qualità indiscutibile per questo ragazzo che sa dare del tu al pallone, ma sa anche essere cinico quando serve. Riaccende la gara e fa male con le sue ripartenze. (73’ Negredo 6) – Riesce a entrare subito nel vivo della gara e al 90’ mette pressione a Dante che gli spalanca un contropiede inaspettato che spreca calciando addosso a Neuer. Sarebbe stato il gol del sorpasso.

Milner 7,5 – Il migliore in campo, con all’attivo l’assist per il gol di Silva, un rigore procurato e la rete decisiva con un diagonale bellissimo. Converge dalla sinistra e piega la sterile resistenza tedesca.

Dzeko 6 – Combatte con i due centrali avversari e prova a far salire la sua squadra, ma non riesce mai a rendersi pericoloso. (dal 88’ Rodwell sv) – Solo pochi minuti nel finale.

Pellegrini 7 – Vincere all’Allianz Arena e chiudere a pari merito il girone con i campioni d’Europa non è roba da tutti. Deve trovare più continuità e forse più solidità in difesa; dagli ottavi potrebbe essere un outsider importante, in quanto le qualità non mancano.

Dario Greco

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *