Simone Gianfriddo
No Comments

Roma, stoccata di Garcia alla Lazio

Il tecnico della Roma Rudi Garcia, fresco della nomina di miglior allenatore francese dell'anno, coglie l'occasione per stuzzicare i cugini biancocelesti:" La Lazio? Si è gasata troppo per la Coppa Italia. Io voglio lo scudetto"

Roma, stoccata di Garcia alla Lazio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Rudi Garcia, allenatore della Roma

Rudi Garcia, allenatore della Roma

  Se provassimo ipoteticamente a tornare indietro nel tempo, come in un bel film di fantascienza, e ci fermassimo al 21 agosto 2013, potremmo assistere  alla bordata di fischi che la Roma, in occasione dell’open day tenutosi all’Olimpico, subì da parte dei propri supporters, ancora troppo feriti nell’animo dalla sconfitta nella finale di Coppa Italia, persa  niente meno che per mano  degli acerrimi cugini laziali il maggio precedente. Troppe promesse non mantenute e una squadra che pareva ancora   da metà classifica. Uno dei principali bersagli della contestazione fu  il neo tecnico Rudi Garcia, considerato non un top name, un fantomatico luminare alla Zeman o alla Luis Enrique, e per di più  reo della frase ” chi ci contesta è laziale”. Una frase forte, pronunciata proprio in occasione della sua presentazione alla stampa e che proprio non piacque alla curva giallorossa.

 Dopo quasi 4 mesi, la trama del film è totalmente cambiata;  il tecnico francese ( vincitore ieri del premio come migliore allenatore d’Oltralpe)  non solo ha smentito a suon di vittorie e nessuna sconfitta i suoi detrattori, ma ne è diventato il loro vero beniamino; se già i risultati fin qui ottenuti dalla Roma giustificherebbero tale idolatria, a infiammare del tutto i cuori del popolo romanista  ci ha pensato proprio una dichiarazione di oggi dell’ex tecnico del Lilla,  il quale ha colpito   nel segno stuzzicando nuovamente i concittadini biancocelesti: “La Lazio si e’ gasata con la vittoria della Coppa Italia, ma ha esagerato. Quando è uscito il calendario,  i dirigenti erano distrutti dal fatto che il derby fosse programmato alla 4/a giornata. Io però avevo la sensazione contraria;  la cosa migliore era giocare subito contro di loro, batterli e passare ad  un’altra cosa”. Mai più azzeccate  si rivelarono le  profezie del mago Garcia, che grazie alla sua immensa competenza, e non a  fantomatiche tattiche futuriste, sta riportando la  Roma giallorossa ai vecchi fasti, quando la parola scudetto non era solo una battuta da bar dello sport. Certo è anche che, dall’alto del gap esistente  tra le due compagini, sembri semplice per Garcia prendersi gioco della squadra del collega Pektovic. Ma il tecnico della Roma vuole ottenere l’appoggio totale della piazza, come un vero leader, sperando di arricchire in  maniera sostanziosa la bacheca di Trigoria, da troppo tempo sempre uguale.

Simone Gianfriddo

 

 

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *