Dario Greco
No Comments

Pagelle Napoli-Udinese 3-3: Pandev trascina, la difesa rovina

Nella giostra del gol del San Paolo, esce fuori un pareggio che accontenta solo l'Udinese. Ai partenopei non bastano le giocate di Pandev e Higuain. Juve a +8 e domenica prossima arriva Mazzarri.

Pagelle Napoli-Udinese 3-3: Pandev trascina, la difesa rovina
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Pagelle Napoli-Udinese | Francesco Guidolin, tecnico bianconero dal 2010/2011

Francesco Guidolin, tecnico dell’Udinese dal 2010/2011

La vittoria di lunedì scorso all’Olimpico con la Lazio aveva fatto tornare il sorriso ai napoletani, i quali all’orizzonte vedevano tre sfide, tutte al San Paolo, che potevano valere l’intera stagione. Udinese, Arsenal in Champions e l’Inter di Mazzarri con la spinta del proprio pubblico dovevano riportare dalle parti di Fuorigrotta quell’entusiasmo che ha caratterizzato l’inizio di stagione della squadra di Benitez. Al primo ostacolo, però, Higuain e compagni si fanno beffare dai friulani, i quali mettono a nudo i limiti della difesa partenopea pur essendo orfani di Totò Di Natale e recuperano una gara che al 41′ sembrava chiusa.
Senza brillare, Pandev in tre minuti consegnava al Napoli un doppio vantaggio che equivaleva ad un tesoro, ma sul finale del primo tempo ecco il maledetto calcio piazzato che riapre i giochi, con Fernandez che devìa in rete il colpo di testa di Heurtaux; il deludente gioco espresso dai padroni di casa, nella ripresa si tramuta quantomeno in rabbia agonistica, con gli azzurri cercano l’affondo del definitivo k.o. E invece, al minuto 71, Bruno Fernandes gela il San Paolo con una traiettoria anomala che trae in inganno Rafael e corona la prestazione super del giovane centrocampista portoghese; dopo soltanto sessanta secondi si è già dalla parte opposta e lo scatenato Higuain sfiora il tanto atteso gol su azione, Brkic ci mette una pezza, ma Dzemaili irrompe e riporta avanti il Napoli.
Gli ultimi venti minuti diventano palpitanti, con gli ospiti mai domi che si buttano in avanti per cercare il pari, che arriva all’80’ ancora in mischia dopo un’azione d’angolo e con Dusan Basta che fa esplodere la gioia dei bianconeri con Guidolin, allontanato dall’arbitro nel finale, che al San Paolo non sa proprio perdere. L’Udinese raccoglie un buon punto in trasferta, con degli ottimi interpreti, ma senza la coppia-gol titolare; il Napoli vede la Juve con il binocolo, rischia mercoledì di uscire dall’Europa che conta e se l’Inter vince questa sera, Benitez sentirà il fiato sul collo dell’ex Mazzarri.

TOP

PANDEV 7,5: La riserva di lusso di Benitez sostituisce alla grande il lungodegente Hamsik e con la sua doppietta, sesto sigillo in campionato, prova ad indicare la strada. Viene incontro sulla trequarti per giocare e smistare il pallone, ma a parte Higuain i suoi compagni non sono proprio in serata. SOLITARIO

BRUNO FERNANDES 7,5: Il migliore in campo per come incide sulla partita. La stellina, neache vent’anni, è una mezz’ala moderna, dicono che assomiglia ad Aquilani, ma con la grinta di Marchisio. Guidolin gli dà in mano la squadra e lui con Nico Lopez fanno ammattire la mediana e la difesa napoletana. Impegna più volte il portiere e alla fine trova pure un gran bel gol. TALENTO

GUIDOLIN 7: Se l’Udinese giocasse sempre al San Paolo forse vincerebbe lo scudetto; scherzi a parte, complimenti al tecnico veneto che finalmente sta cominciando a raccogliere i frutti del suo meticoloso lavoro. Quest’anno è partito maluccio, ma il successo sulla Fiorentina, la bella prova di Torino e il pareggio di ieri sera riconsegnano al calcio italiano un allenatore che sa lanciare i giovani talenti e che riesce a far giocare la sua squadra, a volte, meglio delle big. RITROVATO

FLOP

BENITEZ 5:  Cambia e ricambia il tecnico spagnolo e anche questa volte gli dice male. Dopo l’ottimo avvio sembra pagare l’inesperienza, forse, nel nostro paese. Noi, maestri di tattica, ci divertiamo a sfidare chi viene da fuori per dimostrarci come si fa; ora, per il buon Rafa la situazione si fa critica e la Champions sembra essere l’ancora di salvezza. Ma ci vuole un’impresa stile Istanbul 2005. SPAESATO

FERNANDEZ 4,5: Tutto il reparto difensivo è letteralmente in tilt, ma lui è l’emblema del disastro azzurro. Vanifica l’assist del vantaggio con l’autorete e poi ne azzecca una contro un attacco che di certo non è quello dell’Arsenal. BOCCIATO

INLER 4,5: Perde la palla che consente a Fernandes di pareggiare, ma quella è solo la fotografia del momento dello svizzero. Non imposta, non tira, non è il solito balurdo in mezzo al campo come un tempo. CHI L’HA VISTO?

Le pagelle di Napoli-Udinese 3-3:

Napoli: Rafael 5; Maggio 5, Fernandez 4,5, Albiol 5,5, Reveillere 5,5 (82′ Armero 5,5); Inler 4,5, Dzemaili 6 (78′ Behrami 5,5); Callejon 6, Pandev 7,5 (74′ Mertens 6), Insigne 5; Higuain 6,5. All. Benitez 5

Udinese: Brkic 5,5; Heurtaux 6 (68′ Maicosuel 7), Danilo 6, Domizzi 6; Basta 7, Pereyra 6,5, Allan 6, Lazzari 6, Gabriel Silva 6,5; Bruno Fernandes 7,5 (83′ Naldo sv); Lopez 6,5 (80′ Zielinski sv). All. Guidolin 7

Dario Greco

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *